Campionati Italiani Fondo

Italiano Fondo Cicloturistico

Italian Off Road

Stella Alpina

Brevetti – raid – randonnèe su strada e mtb

Coordinamenti regionali

Comitati provinciali

 

novembre: 2018
L M M G V S D
« ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Archivio notizie

In bicicletta con “Crispino”, la realizzazione di un sogno

Francesco Perna con Biagio Saccoccio e un amico

di Biagio Nicola Saccoccio

Sul precedente numero di Temposport abbiamo raccontato della recente storia del ciclismo CSAIn e del concetto di idea solidale che lo anima, dando vita ai più disparati progetti sportivi e sociali. Tra questi ha un posto prioritario l’attenzione verso l’aggregazione sociale. Le tematiche che vive il nostro ciclismo sono molteplici, si cerca di essere attenti a tutte le aspettative riposte dagli associati, ma, oggi, vogliamo parlare di un aspetto che vede il Ciclismo CSAIn proiettato in un progetto che va al di là di ogni possibile configurazione sportiva. Perché, a nostro avviso, per chi promuove lo sport, in particolare lo sport sociale, l’impegno primario è anche il sostenere i sogni e le esigenze di chi nella vita è stato persino privato della normalità della vita stessa.
Casualmente, lo scorso anno, ci capitò sotto gli occhi questo messaggio pubblicato in rete: “Mi presento sono Francesco Perna, per gli amici Crispino. Un giovane disabile affetto da Atassia di Friedrich, una malattia genetica altamente invalidante che nel giro di pochissimi anni mi ha negato tante libertà fisiche e non. Mi ha cambiato radicalmente la vita, in peggio purtroppo, passando dal poter correre ad essere costretto ad usare la sedia a rotelle, privandomi dell’autonomia necessaria per compiere i gesti quotidiani. Un lavoro che non c’è, un’assistenza povera ed effimera. Tante spese che difficilmente riesco a sostenere, ma una gran voglia di dare vita al mio sogno, ossia diventare un atleta paralimpico nella disciplina dell’handbike. Per questo motivo ho bisogno del vostro sostegno per acquistare una bici nuova e competitiva, dato che hanno dei costi elevati e fuori dalla portata della mia famiglia. Nel caso decideste di sposare la mia causa, potrete effettuare una donazione al seguente …”.
Questo messaggio ci toccò profondamente, quindi volemmo conoscere “Crispino”, questo ragazzo che si metteva umilmente a nudo di fronte al mondo per coronare un suo sogno.
Nell’incontrarlo portammo con noi il nostro essere genitore, ma soprattutto la consapevolezza di rappresentare quel mondo CSAIn fatto di attenzioni non solo verso lo sport dilettantistico e dopolavoristico, ma anche consapevole del ruolo che il Comitato Italiano paralimpico ci onora di rappresentare. Tutto ciò con un semplice fine: la costruzione di un processo educativo sportivo nelle persone con disabilità allo scopo di finalizzare una reale integrazione sociale. Non di meno, portammo con noi la convinzione del voler ascoltare questo umile “grido” d’aiuto e, sfatare il luogo comune che identifica “l’indifferenza” come uno dei mali peggiori dei nostri tempi. Se non il peggiore.
L’incontro fu emozionante. Per prima cosa Francesco ci confidò che l’origine dell’appellativo di “Crispino” gli deriva per quel ciuffo sempre all’insù che, da piccolo, lo faceva somigliare ad un riccio, “crispin” nel dialetto del suo paese di origine, Monte San Giovanni Campano.
Continua a leggere In bicicletta con “Crispino”, la realizzazione di un sogno

Prospetto associativo CSAIn 2019

Scarica il Prospetto associativo CICLISMO CSAIn 2019

 

Continua a leggere Prospetto associativo CSAIn 2019

Assegnati a Gambarie i titoli nazionali MTB XC Csain

I campioni nazionali XC con i dirigenti Csain Francesco Quaranta e Serafino Gentile e il sindaco Francesco Malara

Gambarie (RC) – Con l’organizzazione curata della Asd Marco Montoli si è disputato il campionato nazionale MTB XC Csain, avvenimento che ha aggiudicato il Trofeo XC dei Terreni Rossi, nonché valevole come 8ª prova regionale XC Calabria Csain e 3ª prova XC Challenge di Chiusura. Evento di spessore quello di Gambarie, svoltosi in un ambiente naturalistico, con il terreno dal caratteristico colore da cui prende il nome il Trofeo, che ha fatto convergere nella località aspromontana 125 atleti con grande partecipazione e cornice di pubblico, elementi che hanno ripagato gli sforzi dei ragazzi del Team Reggino. Il percorso, tracciato nel 2016, già scenario di precedenti edizioni, si conferma come uno dei più affascinanti circuiti del fuoristrada in Calabria, impegnativo e tecnico, reso visivamente fruibile dal pubblico da svariate prospettive, tenendone vivo l’interesse.
Continua a leggere Assegnati a Gambarie i titoli nazionali MTB XC Csain

Campionato nazionale cronocoppie CSAIn

I campioni nazionali con i dirigenti Nicola Cottone, Elvio Sigona,Giovanni Mazzotta, e Yone Tilotta

Triscina di Selinunte (TP) – In una splendida giornata all’insegna del tricolore presso Triscina di Selinunte, frazione turistica balneare del comune di Castelvetrano, domenica 23 settembre, si è disputata la gara ciclistica denominata “Cronocoppie del Timpone Nero”, manifestazione valida quale prova unica per l’assegnazione del titolo nazionale di specialità per tesserati CSAIn ma, in generale, aperta anche alla partecipazione dei tesserati degli enti convenzionati, come nello stile di condivisione di attività.
L’organizzazione è stata curata dalla Dirty Bike Castelvetrano presieduta da Giovanni Mazzotta, e da Yone Tilotta presidente del Grand Tour Sicilia, che quest’anno hanno già dato vita a diverse manifestazioni, in particolare citiamo la “VI Granfondo Selinunte Castelvetrano BDC” e la “IV Granfondo della Trinità” prova del Giro delle Regioni d’Italia/Sicilia MTB C.S.A.In.
Le “coppie” partecipanti, si sono misurate lungo un percorso di 7,4 chilometri che hanno ripetuto quattro volte, lungo la via della Magna Grecia della citata località balneare.
Continua a leggere Campionato nazionale cronocoppie CSAIn

Extreme Endurance Tour del Lazio

Il presidente della Civita Bike riceve un riconoscimento

Lanuvio (RM) – È andata in scena la 2ª prova del Circuito Extreme Endurance Tour 6h del Lazio, circuito che si concluderà il 4 novembre a Roma (con premiazione finale), nel parco dell’antica via Appia a cura della Asd Bike Tour. Circuito, con egida CSAIn, aperto alla partecipazione dei tesserati agli enti di promozione sportiva che hanno sottoscritto la convenzione con la FCI per l’anno 2018.
La 6 ore degli imperatori è stata un’altra vittoria per l’Asd Team Civita Bike, una giornata e gara spettacolare, apprezzata dai biker che hanno partecipato e di quanti vi hanno assistito. La gara, la cui partenza è stata disposta con un primo tratto a piedi per mettere tutti nelle migliori condizioni, ha avuto come starter d’eccezione Giorgio, accompagnato dai propri genitori, nell’occasione testimonial della Parent Project Onlus e in particolare in rappresentanza anche di Giordano, Carlo, Francesco, Jacopo, a loro volta affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker ragazzi e cui Asd Civita Bike è particolarmente Legata. La Parent Project Onlus (www.parentproject.it), è stata presente all’evento anche con un suo Gazebo informativo, come con un tavolo informativo stato presente il Comitato A.N.D.O.S. di Albano Laziale. L’organizzazione della “Sei ore degli Imperatori”, oltre a diverse iniziative a sostegno delle due onlus citate, ha donato, per ogni atleta iscritto alla gara, 1 euro all’Ass. Parent Project Onlus e 1 euro al Comitato A.N.D.O.S. di Albano Laziale.
Continua a leggere Extreme Endurance Tour del Lazio

Il G.S. Borgaro si laurea Campione Nazionale di Cicloturismo C.S.A.In

Premiazione per il Gs Borgaro

Borgaro Torinese (TO) – Il cicloturismo, la specialità che meglio esprime l’essenza del ciclismo amatoriale: è il piacere di una passeggiata in bicicletta in compagnia, godendo dei paesaggi e dello spettacolo che la natura ci offre nel corso delle stagioni. La promozione del territorio, quella genuina e legata al turismo enogastronomico, passa attraverso quello che il cicloturismo, in ogni sua forma, offre agli appassionati delle due ruote.
Ed in questo sabato di metà settembre l’evento clou della stagione cicloturistica targata C.S.A.In, il Campionato Nazionale di Cicloturismo a squadre, ci porta nella bella città di Borgaro Torinese alle porte del capoluogo piemontese che fu prima capitale d’Italia. Qui, presso la carrozzeria Pasqualetto, ci accoglie lo staff del Gs Borgaro, l’associazione appena entrata nella grande famiglia C.S.A.In ma già pienamente in sintonia con quelli che sono i nostri principi e che nella stagione 2018 si sta distinguendo per partecipazione e impegno organizzativo: a rispondere all’appello accanto ai cicloturisti dalla presenza costante si presentano anche squadre più dedite alle specialità agonistiche delle gare in circuito e granfondo, tutti uniti per trascorrere una serena giornata di sport, puntando al contempo al podio tricolore.
Continua a leggere Il G.S. Borgaro si laurea Campione Nazionale di Cicloturismo C.S.A.In

Campionato Nazionale Endurance mtb CSAIn

I campioni naz endurance mtb con Salvatore Giordano ed Elvio Sigona

Patti (ME) – Una splendida giornata di sole, con caldo oltre la media stagionale, è quella che accoglie la centuria di bikers che si presentano a Porticella di Patti per la disputa della 6ª 6 ore di Porticella, prova unica del Campionato Nazionale Endurance CSAIn e 4ª tappa del Campionato Regionale.
Il percorso profondamente rinnovato nella sua prima parte e pulito alla perfezione dalle maestranze dell’Azienda Agrituristica, risulta molto veloce e spettacolare.
Alle 10,00 in punto la partenza dopo le ultime raccomandazioni dell’organizzatore, ed è subito spettacolo; infatti dalla terrazza del ristorante si vede buona parte del percorso, specie la prima parte, ed è magnifico vedere il serpentone multicolore che solleva un enorme polverone nel lunghissimo rettilineo dopo la partenza.
Al primo passaggio se delinea subito quella che sarà la classifica finale della manifestazione; transita per primo Cicciari del Team The Losers, una squadra composta per l’occasione da 4 amici tesserati con 3 diverse Asd e 2 EPS, non partecipano al Campionato Nazionale ma, al contrario di ciò che dice il loro nome, vogliono primeggiare, e così sarà, guidati dall’esperienza del “vecchio” Antonino Cannone (43 anni, ma tanti anni di mtb9 la loro supremazia non è mai stata messa in discussione; Cicciari transita in 10,27 un tempo spettacolare, per vedere passare il secondo concorrente bisogna aspettare ben “50, Germanò della Cicloamatori Gulfi, poi transita Ilardo, Team Longano e Prestandrea della Enerwolf 1, mentre in quinta posizione transita Triscari della Tyndaris.
Il primo dei solitari in 8ª posizione è Bonaccorso seguito a ruota da Campailla mentre più indietro vi è Giampiero Calì.
Dopo un’ora e dieci queste le posizioni fra le squadre: 1ª The Losers con 6 giri; e poi nell’ordine Enerwolf 1, Enerwolf 2 Ciclo Tyndaris e Team Longano. Fra gli individuali è un testa a testa fra Campailla e Bonaccorso entrambi sono a 5 giri con poco distacco ora a favore dell’uno o dell’altro; sempre a 5 giri ma con oltre 6’ di ritardo Danilo Piccione, Federico La Malfa e Danilo Cacopardo.
A metà gara conferma delle posizioni fra le squadre con The Losers a 17 giri così come Enerwolf 1 a circa 6’ ed Enerwolf 2 a circa 10’; tutte le altre squadre a 1 giro nell’ordine Cicloamatori Gulfi, Team Longano 1, Akraion 1, Ciclo Tyndaris; a distacchi maggiori le altre squadre. Fra gli individuali balza decisamente in testa Davide Campailla con Bonaccorso a circa 5’, mentre La Malfa e Piccione perdono 1 giro. Cambia poco nella seconda metà della gara se non i distacchi che si dilatano sia per le squadre che per gli individuali con il tempo record, nel nuovo percorso, di Cicciari in 10.23.159, il suo 4° giro.
Continua a leggere Campionato Nazionale Endurance mtb CSAIn

Il Ciclismo CSAIn: le opportunità 2019

Nella ferma convinzione che lo sport riveste un ruolo sociale e culturale aggregante, CSAIn anni fa, riflettendo le indicazioni previste dall’ordinamento sportivo, senza mai rinnegare la storia legata alle sue origini ciclistiche, fu costretto dagli eventi ad intraprendere la strada che tutti conoscono e che, nel solco di quella storica appartenenza abbiamo voluto rivitalizzare e rinnovare nella pluralità dello sport senza veti e barriere. Il consolidato rapporto con la “Corponove Editrice”, oltre ad essere testimonianza tangibile di quelle origini e della cultura sportiva che anima il sistema del Ciclismo CSAIn, vuole anche essere veicolo e testimonianza dell’onestà intellettuale e sportiva che contraddistingue il nostro operato.
Per chi avesse la bontà di leggermi, su questa prestigiosa e storica testata, si riporta un editoriale a mia firma edito sul periodico “Temposport”, portavoce CSAIn. Dal quale spero, si possono cogliere gli aspetti solidali su cui si basa il progetto del ciclismo CSAIn che, con il sostegno di una crescente e fitta rete di collaboratori, mi onoro di dirigere.
Continua a leggere Il Ciclismo CSAIn: le opportunità 2019

Il Ciclismo CSAIn “…una storia che continua con rinnovato vigore”

Editoriale di Biagio Nicola Saccoccio apparso su “TempoSport” di settembre

Il ciclismo CSAin nel 2012 inizia il suo nuovo percorso

Con la riproposizione della storica testata “Temposport” – voce ufficiale di CSAIn – si ritiene appropriato fare un tracciato della recente storia del Ciclismo CSAIn, nonché prepararci con rinnovato slancio ed entusiasmo al 2019, anche attraverso un congresso sugli stati generali del ciclismo che in autunno andrà a coinvolgere tutti gli addetti del settore, in un contesto di idee e progetti nell’ottica solidale tra centro e periferia su cui si basa la struttura.
Chi conosce gli avvenimenti del nostro ciclismo sa che CSAIn è dal 2012 che cura direttamente questo settore, riflettendo le indicazioni previste dall’ordinamento sportivo, ponendosi da protagonista assoluto nel panorama nazionale del ciclismo amatoriale/dopolavoristico.
Non è stato facile intraprendere un cammino ex novo ma, pur con umiltà, possiamo parlare di una “Scommessa riuscita”. Partiti da quello che sembrava essere un ristretto numero, grazie anche ad un motivato gruppo dirigenziale sparso sul territorio, il ciclismo di CSAIn è cresciuto sempre di più, divenendo in questi anni un concreto aggregativo in continuo e significativo incremento, sia in associati che in eventi organizzati – il sito di settore www.csainciclismo.it e social network ne danno una ampia testimonianza – la strada percorsa è sicuramente da ritenere positiva, ma siamo consci che ancora molta è la strada da fare. Non nasce per caso il motto: “… una storia che continua con rinnovato vigore”che risalta anche sulla storica testata de “Il Ciclismo Amatori”, già organo ufficiale della precedente aggregazione tra “CSAIn ed Udace”, tornato ad essere portavoce del nostro ciclismo su carta stampata. In questi sette anni le difficoltà non sono mancate ma, con orgoglio, possiamo affermare che la nostra attività sportiva, sociale, aziendale e del tempo libero, in cui ogni associato CSAIn si riconosce, ci ha posti nell”universo del ciclismo come una concreta realtà, anche in un crescente impegno solidale proiettato nel futuro e pronti anche ad accogliere quanti intenderanno aderire alla già significativa famiglia del ciclismo CSAIn.
Continua a leggere Il Ciclismo CSAIn “…una storia che continua con rinnovato vigore”

LETTERA APERTA A TUTTE LE SOCIETÀ

Avendo ricevuto in data 08/02/2018 l’e-mail dell’ACSI (che potete leggere a margine) con la comunicazione che la stessa Acsi non intende sostenere, a partire dal 1° gennaio 2018, il costo dell’abbonamento al settimanale IL CICLISMO AMATORI per le singole Società affiliate e per i presidenti provinciali (importo che era sempre compreso con l’affiliazione), siamo certi che ogni società vorrà singolarmente sostenere la continuazione di questo importante mezzo di comunicazione e di unione voluto a suo tempo dal mitico presidente Cav. Luigi Leggeri e che esce ininterrottamente da 37 anni, con il merito di aver, almeno in parte, favorito la crescita del ciclismo amatoriale.
Per superare immediatamente questo non facile passaggio, offriamo alle Società affiliate Acsi l’abbonamento 2018/19 al prezzo scontato di 29,00 Euro (anziché 38,00). Purtroppo, in caso di mancata sottoscrizione dell’abbonamento, saremo costretti a sospendere l’invio del giornale.

Per abbonarsi è sufficiente effettuare il versamento della quota annuale di 29 euro tramite bollettino postale sul c/c n. 10724243 o effettuare un bonifico a Corponove editrice, codice IBAN: IT28S0760111100000010724243, specificando il nome della società e l’indirizzo dove si vole recapitato il giornale.

Il nostro sarà un contatto sempre più proficuo con le società nella pubblicizzazione delle gare e la pubblicazione di risultati e fotografie.

Siamo certi che uniti potremo continuare la bella realtà del settimanale IL CICLISMO AMATORI.

Ringraziamo tutti

                                                             Paolo Colombo

Bergamo 8 febbraio 2018

—————

Ci vediamo costretti a comunicare la risoluzione di ogni qualsivoglia pattuizione – anche verbale – relativamente al periodico settimanale “Il Ciclismo Amatori”.
Ciò con decorrenza 01/01/2018 causa il notevole esborso economico derivante dalla realizzazione e diffusione dello stesso
Naturalmente nulla vieta la prosecuzione mediante forme di finanziamento dirette o richieste alle società sportive ma a nessun titolo ACSI potrà partecipare
Rimango a disposizione e saluto cordialmente
                    Antonino Viti
Presidente nazionale ACSI

 

Lettera aperta alle società CSAIn

Con il 2018 il settimanale “Il Ciclismo Amatori” non è più organo ufficiale dell’Acsi. Inizia così una nuova linea editoriale che si apre a tutto il mondo del ciclismo amatoriale.

CSAIn ha fatto subito sua questa opportunità come si evince dalla lettera inviata a tutte le società

CSAIn da 64 anni sinonimo di sport confindustriale, impegno sociale e tempo libero

Il presidente Luigi Fortuna e Dino Zoff

CSAIn (Centri Sportivi Aziendali e Industriali) è l’Ente di Promozione Sportiva fondato nel1954, su iniziativa di Confindustria. Inizialmente come Comitato Nazionale dei Gruppi Sportivi Industriali, per poi divenire Raggruppamento Sportivo Aziendale industriale. Nel 1964, sotto la Presidenza di Romolo Giani, assunse definitivamente l’attuale acronimo CSAIn mantenendo, di fondo, le stesse finalità sociali legate al mondo del lavoro. La sede è sempre quella storica: via dell’Astronomia.
CSAIn, nella sua natura sportiva, è affiliato al CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) e al CIP (Comitato Italiano Paralimpico) ed ha convenzioni con le più importanti Federazioni Sportive Nazionali. CSAIn è anche Ente di Promozione Sociale riconosciuto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dal Ministero dell’Interno.
Continua a leggere CSAIn da 64 anni sinonimo di sport confindustriale, impegno sociale e tempo libero

Doping: la prevenzione resta in panchina

a cura di Andrea Ferella

Con questo articolo (che esce sulla rivista TempoSport di settembre) riprendo una collaborazione con lo Csain, e soprattutto con un gruppo di persone e professionisti che stimo e con cui ho lavorato volentieri anni fa. Ho sempre pensato che l’andare in bicicletta non sia solo un gesto fisico, ma anche mentale. Ecco perché riflettere ed approfondire temi “collaterali” va nella direzione della consapevolezza e del benessere psicofisico. Buona lettura.

C’è un settore dell’informazione medica che fa fatica a prendere il decollo. Ciò non riguarda solo l’Italia, sia chiaro. Mi riferisco alle campagne di informazione, sensibilizzazione e soprattutto di prevenzione del fenomeno ormai arcinoto del doping nello sport amatoriale.
Anni fa lo Csain commissionò un progetto in tal senso che culminò con una pubblicazione che ebbe un discreto successo (due edizioni), dal titolo: “In sella senza doping. Per un ciclismo sano a tutela della nostra salute” (Editore Corponove Bergamo).
Continua a leggere Doping: la prevenzione resta in panchina

Ciao Renzo

È con grande tristezza che devo annunciare la perdita di una grande persona.
Il nostro grande amico Renzo Campaner, che per oltre 40 anni è stato presidente del Comitato ACSI di Treviso e della Asd 3B Salgareda, è tornato alla casa del Padre.
Durante tutti questi anni Renzo ha saputo farsi ben volere da tutti ed è stato un punto di riferimento per tutto il mondo del ciclismo amatoriale.
È una grave perdita ma i suoi insegnamenti non andranno persi.
A nome della Asd 3B Salgareda e del Comitato ACSI di Treviso porgiamo le più sentite condoglianze alla famiglia che durante tutto il periodo di malattia è stata vicina a Renzo.
Il funerale avrà luogo martedì 2 ottobre alle ore 10:30 presso la Chiesa Parrocchiale di Salgareda.
Grazie Presidente!
Luca Baldo – Acsi Treviso

Salva