Campionati Italiani Fondo

Italiano Fondo Cicloturistico

Italian Off Road

Stella Alpina

Brevetti – raid – randonnèe su strada e mtb

Coordinamenti regionali

Comitati provinciali

 

settembre: 2018
L M M G V S D
« ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Archivio notizie

Il G.S. Borgaro si laurea Campione Nazionale di Cicloturismo C.S.A.In

Premiazione per il Gs Borgaro

Borgaro Torinese (TO) – Il cicloturismo, la specialità che meglio esprime l’essenza del ciclismo amatoriale: è il piacere di una passeggiata in bicicletta in compagnia, godendo dei paesaggi e dello spettacolo che la natura ci offre nel corso delle stagioni. La promozione del territorio, quella genuina e legata al turismo enogastronomico, passa attraverso quello che il cicloturismo, in ogni sua forma, offre agli appassionati delle due ruote.
Ed in questo sabato di metà settembre l’evento clou della stagione cicloturistica targata C.S.A.In, il Campionato Nazionale di Cicloturismo a squadre, ci porta nella bella città di Borgaro Torinese alle porte del capoluogo piemontese che fu prima capitale d’Italia. Qui, presso la carrozzeria Pasqualetto, ci accoglie lo staff del Gs Borgaro, l’associazione appena entrata nella grande famiglia C.S.A.In ma già pienamente in sintonia con quelli che sono i nostri principi e che nella stagione 2018 si sta distinguendo per partecipazione e impegno organizzativo: a rispondere all’appello accanto ai cicloturisti dalla presenza costante si presentano anche squadre più dedite alle specialità agonistiche delle gare in circuito e granfondo, tutti uniti per trascorrere una serena giornata di sport, puntando al contempo al podio tricolore.
Continua a leggere Il G.S. Borgaro si laurea Campione Nazionale di Cicloturismo C.S.A.In

Campionato Nazionale Endurance mtb CSAIn

I campioni naz endurance mtb con Salvatore Giordano ed Elvio Sigona

Patti (ME) – Una splendida giornata di sole, con caldo oltre la media stagionale, è quella che accoglie la centuria di bikers che si presentano a Porticella di Patti per la disputa della 6ª 6 ore di Porticella, prova unica del Campionato Nazionale Endurance CSAIn e 4ª tappa del Campionato Regionale.
Il percorso profondamente rinnovato nella sua prima parte e pulito alla perfezione dalle maestranze dell’Azienda Agrituristica, risulta molto veloce e spettacolare.
Alle 10,00 in punto la partenza dopo le ultime raccomandazioni dell’organizzatore, ed è subito spettacolo; infatti dalla terrazza del ristorante si vede buona parte del percorso, specie la prima parte, ed è magnifico vedere il serpentone multicolore che solleva un enorme polverone nel lunghissimo rettilineo dopo la partenza.
Al primo passaggio se delinea subito quella che sarà la classifica finale della manifestazione; transita per primo Cicciari del Team The Losers, una squadra composta per l’occasione da 4 amici tesserati con 3 diverse Asd e 2 EPS, non partecipano al Campionato Nazionale ma, al contrario di ciò che dice il loro nome, vogliono primeggiare, e così sarà, guidati dall’esperienza del “vecchio” Antonino Cannone (43 anni, ma tanti anni di mtb9 la loro supremazia non è mai stata messa in discussione; Cicciari transita in 10,27 un tempo spettacolare, per vedere passare il secondo concorrente bisogna aspettare ben “50, Germanò della Cicloamatori Gulfi, poi transita Ilardo, Team Longano e Prestandrea della Enerwolf 1, mentre in quinta posizione transita Triscari della Tyndaris.
Il primo dei solitari in 8ª posizione è Bonaccorso seguito a ruota da Campailla mentre più indietro vi è Giampiero Calì.
Dopo un’ora e dieci queste le posizioni fra le squadre: 1ª The Losers con 6 giri; e poi nell’ordine Enerwolf 1, Enerwolf 2 Ciclo Tyndaris e Team Longano. Fra gli individuali è un testa a testa fra Campailla e Bonaccorso entrambi sono a 5 giri con poco distacco ora a favore dell’uno o dell’altro; sempre a 5 giri ma con oltre 6’ di ritardo Danilo Piccione, Federico La Malfa e Danilo Cacopardo.
A metà gara conferma delle posizioni fra le squadre con The Losers a 17 giri così come Enerwolf 1 a circa 6’ ed Enerwolf 2 a circa 10’; tutte le altre squadre a 1 giro nell’ordine Cicloamatori Gulfi, Team Longano 1, Akraion 1, Ciclo Tyndaris; a distacchi maggiori le altre squadre. Fra gli individuali balza decisamente in testa Davide Campailla con Bonaccorso a circa 5’, mentre La Malfa e Piccione perdono 1 giro. Cambia poco nella seconda metà della gara se non i distacchi che si dilatano sia per le squadre che per gli individuali con il tempo record, nel nuovo percorso, di Cicciari in 10.23.159, il suo 4° giro.
Continua a leggere Campionato Nazionale Endurance mtb CSAIn

Il Ciclismo CSAIn: le opportunità 2019

Nella ferma convinzione che lo sport riveste un ruolo sociale e culturale aggregante, CSAIn anni fa, riflettendo le indicazioni previste dall’ordinamento sportivo, senza mai rinnegare la storia legata alle sue origini ciclistiche, fu costretto dagli eventi ad intraprendere la strada che tutti conoscono e che, nel solco di quella storica appartenenza abbiamo voluto rivitalizzare e rinnovare nella pluralità dello sport senza veti e barriere. Il consolidato rapporto con la “Corponove Editrice”, oltre ad essere testimonianza tangibile di quelle origini e della cultura sportiva che anima il sistema del Ciclismo CSAIn, vuole anche essere veicolo e testimonianza dell’onestà intellettuale e sportiva che contraddistingue il nostro operato.
Per chi avesse la bontà di leggermi, su questa prestigiosa e storica testata, si riporta un editoriale a mia firma edito sul periodico “Temposport”, portavoce CSAIn. Dal quale spero, si possono cogliere gli aspetti solidali su cui si basa il progetto del ciclismo CSAIn che, con il sostegno di una crescente e fitta rete di collaboratori, mi onoro di dirigere.
Continua a leggere Il Ciclismo CSAIn: le opportunità 2019

Il Ciclismo CSAIn “…una storia che continua con rinnovato vigore”

Editoriale di Biagio Nicola Saccoccio apparso su “TempoSport” di settembre

Il ciclismo CSAin nel 2012 inizia il suo nuovo percorso

Con la riproposizione della storica testata “Temposport” – voce ufficiale di CSAIn – si ritiene appropriato fare un tracciato della recente storia del Ciclismo CSAIn, nonché prepararci con rinnovato slancio ed entusiasmo al 2019, anche attraverso un congresso sugli stati generali del ciclismo che in autunno andrà a coinvolgere tutti gli addetti del settore, in un contesto di idee e progetti nell’ottica solidale tra centro e periferia su cui si basa la struttura.
Chi conosce gli avvenimenti del nostro ciclismo sa che CSAIn è dal 2012 che cura direttamente questo settore, riflettendo le indicazioni previste dall’ordinamento sportivo, ponendosi da protagonista assoluto nel panorama nazionale del ciclismo amatoriale/dopolavoristico.
Non è stato facile intraprendere un cammino ex novo ma, pur con umiltà, possiamo parlare di una “Scommessa riuscita”. Partiti da quello che sembrava essere un ristretto numero, grazie anche ad un motivato gruppo dirigenziale sparso sul territorio, il ciclismo di CSAIn è cresciuto sempre di più, divenendo in questi anni un concreto aggregativo in continuo e significativo incremento, sia in associati che in eventi organizzati – il sito di settore www.csainciclismo.it e social network ne danno una ampia testimonianza – la strada percorsa è sicuramente da ritenere positiva, ma siamo consci che ancora molta è la strada da fare. Non nasce per caso il motto: “… una storia che continua con rinnovato vigore”che risalta anche sulla storica testata de “Il Ciclismo Amatori”, già organo ufficiale della precedente aggregazione tra “CSAIn ed Udace”, tornato ad essere portavoce del nostro ciclismo su carta stampata. In questi sette anni le difficoltà non sono mancate ma, con orgoglio, possiamo affermare che la nostra attività sportiva, sociale, aziendale e del tempo libero, in cui ogni associato CSAIn si riconosce, ci ha posti nell”universo del ciclismo come una concreta realtà, anche in un crescente impegno solidale proiettato nel futuro e pronti anche ad accogliere quanti intenderanno aderire alla già significativa famiglia del ciclismo CSAIn.
Continua a leggere Il Ciclismo CSAIn “…una storia che continua con rinnovato vigore”

Doping: la prevenzione resta in panchina

a cura di Andrea Ferella

Con questo articolo (che esce sulla rivista TempoSport di settembre) riprendo una collaborazione con lo Csain, e soprattutto con un gruppo di persone e professionisti che stimo e con cui ho lavorato volentieri anni fa. Ho sempre pensato che l’andare in bicicletta non sia solo un gesto fisico, ma anche mentale. Ecco perché riflettere ed approfondire temi “collaterali” va nella direzione della consapevolezza e del benessere psicofisico. Buona lettura.

C’è un settore dell’informazione medica che fa fatica a prendere il decollo. Ciò non riguarda solo l’Italia, sia chiaro. Mi riferisco alle campagne di informazione, sensibilizzazione e soprattutto di prevenzione del fenomeno ormai arcinoto del doping nello sport amatoriale.
Anni fa lo Csain commissionò un progetto in tal senso che culminò con una pubblicazione che ebbe un discreto successo (due edizioni), dal titolo: “In sella senza doping. Per un ciclismo sano a tutela della nostra salute” (Editore Corponove Bergamo).
Continua a leggere Doping: la prevenzione resta in panchina

Campionato tricolore Medio Fondo Mtb Acsi

Podio veterani 2

Galzignano Terme (PD) - A Galzignano Terme, in palio la maglia tricolore nell’Mtb Race di Medio Fondo riservato a tutte le categorie dell’Acsi sezione ciclismo, con l’organizzazione dell’Asd Stones Bike. Percorso molto interessante, con tante salite e discese disseminate lungo il tracciato di gara, tra l’incantevole scenario dei colli Euganei. Numerosi i bikers che hanno aderito alla corsa, grazie anche alla spettacolare mattinata di sole. Ad indossare le maglie tricolori di categoria sono stati: Elisa Cappellari (Club Colli Euganei) donne A; Cinzia Sartori (Euganea Bike) donne B; Stefano Tombolato (Vc 2Torri) junior; Giacomo Fogo (Terre Bianche) senior1; Gabriele Giacon (Club Colli Euganei) senior2; Fabrizio Contarin (Club Colli Euganei) veterani1; Gianmaria Pertile (Vc 2Torri) veterani2; Renato Cecchetto (Montebello Isibike) gentlemen1; Giampietro Zanella (CycleSport) gentlemen2; Giampietro Garofolin (Club Colli Euganei) super A; Paolo Damolin (Cicli De Franceschi) super B. Bel poker dei portacolori dell’Asd Club Colli Euganei, che si sono dimostrati ancora una volta dei veri specialisti dello sport ciclistico delle ruote grasse.
Continua a leggere Campionato tricolore Medio Fondo Mtb Acsi

Campionato nazionale Acsi della pista

I campioni nazionali della pista

Dalmine (BG) - Nel Velodromo pista di Dalmine, si è svolto il Campionato nazionale e regionale della pista, manifestazione promossa dall’Acsi provinciale. La partecipazione non è stata quella che ci si aspettava, ma nell’insieme la si può accettare. Un grazie particolare va senza dubbio alla Polisportiva Dalmine presieduta da Angelo Parimbelli e al Comune di Dalmine, rappresentato dal consigliere Roberto Mola. Presente il presidente regionale dell’Acsi Elco Volpi, senza dimenticarci del significativo contributo di Valter Facheris e Vincenzo Bertato. Dopo questo giusto ringraziamento, una lode particolare alla giuria provinciale dell’ACSI che è stata alquanto solerte nel dare ai partecipanti gli impeccabili ordini di arrivo, grazie dunque ai cronometristi e a tutti gli addetti ai lavori che hanno contribuito alla buona riuscita della manifestazione.
Risultati: nel giro lanciato vestono le maglie nazionali e regionali Emanuele Todesco, Francesco Panbieri, Massimo Monti, Maurizio Gaiotti, Claudio Ubiali e Angelo Bertelli. 3 Giri di Pista: Paolo Denti, Massimo Monti e Mario Muti. 200 metri: Paolo Denti, Emanuele Todesco, Francesco Panbieri, Massimo Monti, Maurizio Gaiotti, Claudio Ubiali e Angelo Bertelli. Inseguimento coppie: Massimo Monti-Fabrizio Mazzola; Ivano Villa-Claudio Ubiali. Eliminazione: Paolo Denti, Dario Fin atti, Paolo Groppa e Mario Mutti.

I campioni regionali della pista

I giudici di gara

Successo per Navedoro e Bottone ai Campionati Nazionali CSAIn strada

I campioni nazionali strada con dirigenti e organizzatori

Troia (FG) - L’antica città foggiana di Troia, ha fatto da cornice al 1° Trofeo Città di Troia, manifestazione valida quale prova unica per l’assegnazione del titolo nazionale strada CSAIn Ciclismo. Centoventisette ciclisti, in rappresentanza di otto regioni, si sono misurati lungo l’impegnativo percorso di gara.
“È stata una giornata ricca di emozioni all’insegna dello sport delle due ruote – sottolinea Bruno Irace consigliere nazionale CSAIn che ha preso il via all’evento – gli ottanta chilometri da percorrere e il percorso ondulato che presentava pochi chilometri di pianura per recuperare lo svantaggio accumulato in salita hanno reso impegnativa la gara. Vorrei sottolineare – continua Irace – l’ottima organizzazione della Free Bike Team presieduta da Vincenzo Aprile e il supporto della locale amministrazione che ha contribuito alla realizzazione dell’evento nazionale”.
I partecipanti hanno dato vita a due partenze. Il successo assoluto nella prima gara è stato conquistato da Giuseppe Navedoro (Pedale Elettrico) davanti a Matteo Troiano (Ciclostore Campobasso) e al compagno di squadra Valerio Garofalo. Nella seconda partenza, testa a testa finale tra Donato Bottone (Team Falasca Zama) e Oronzo Calabretti (Ciampinobike) che tagliano il traguardo nell’ordine. Terzo posto per Carlo Ritota (Molise Ricambi).
Tra le donne dominio della formazione lucana Pedale Elettrico che conquista i due titoli con Cinzia Tarantini e Rosa Colasuonno.
Questi i neo campioni nazionali strada CSAIn premiati da Paolo Scarpiello delegato provinciale Foggia CSAIn Ciclismo, Franco Scotti coordinatore regionale e Bruno Irace consigliere nazionale CSAIn: debuttanti Pompilio Matteo (Asd Bike & Frieds), junior Larossa Marco (Asd Pedale Elettrico), senior 1 Garofalo Valerio (Asd Pedale Elettrico), senior 2 Giannuzzi Antonio (Asd Tecno Bike Putignano), veterani 1 Navedoro Giuseppe (Asd Pedale Elettrico), veterani 2 Troiano Matteo (Asd Ciclostore Campobasso), gentleman 1 Bottone Donato (Asd Team Flasca Zama Greco Animabike), gentleman 2 Gargano Giuseppe (Asd Montenero Bike Kmax), super A Ritota Carlo (Asd Molise Ricambi), super B Raspa Elio (Asd Polisportiva Team Termoli), donne A Tarantini Cinzia (Asd Pedale Elettrico), donne B Colasuonno Rosa (Asd Pedale Elettrico).
Continua a leggere Successo per Navedoro e Bottone ai Campionati Nazionali CSAIn strada

Combinata Nazionale dello Scalatore Acsi

Piode (VC) – La livrea nero-verde del Team Valli del Rosa – Portas Falegnameria La Stazione è stata la più ammirata nella due giorni che ha caratterizzato la prima edizione della Combinata Nazionale dello Scalatore a Scopello e Piode. Una cavalcata fantastica nella quale i nostri atleti e atlete assieme agli addetti all’organizzazione e lo staff dei giudici di gara hanno saputo dare più del 100percento in termini di affidabilità e qualità organizzativa in una cornice ambientale di grande impatto paesaggistico. Tutto questo espresso all’unisono specificatamente dai partecipanti che dalle parti più lontane della penisola si sono sobbarcati il viaggio e i disagi legati ad una trasferta inusuale per presenziare a questa manifestazione inserita per la prima volta nel calendario delle gare nazionali. La pioggerella di sabato alla partenza da Scopello, dopo una vigilia da autunno inoltrato, ha rallentato solo in parte la macchina organizzativa: grazie alla disponibilità dell’Amministrazione del Comune di Scopello che ha messo a disposizione del team, tra le altre cose, il Centro Polifunzionale, tutto ha potuto svolgersi alla perfezione.
Continua a leggere Combinata Nazionale dello Scalatore Acsi

Campionato Internazionale CSAIn WFCS Granfondo

Piacenza – La città dei Farnese, divisa dal ducato di Milano a metà del 1500 ad opera di Papa Paolo III, sede del magnifico Palazzo Farnese un tempo esempio dello sfarzo della famiglia legata all’imperatore ed oggi magnifica sede museale: qui prende via in questa nuvolosa prima domenica di settembre la Granfondo Scott, la manifestazione valida come prova unica di Campionato Internazionale Csain WFCS Granfondo.
Piacenza Expo è un fermento di attività dalle primissime ore del mattino: nonostante la concomitanza con altre manifestazioni quale il Campionato Mondiale a Varese, sono oltre 1500 gli iscritti a questa che è una pietra miliare nel calendario di tutti gli appassionati delle granfondo e la domenica mattina lo spazio espositivo e la consegna pacchi gara sono presi d’assalto. In griglia di partenza spicca un nome importante: la Campionessa Olimpica Michela Moioni prende il via a Piacenza, la sua prima partecipazione ad una granfondo.
Le nubi incombono, ma le poche gocce di pioggia che accompagnano la consegna dei pacchi gara non bagnano le strade a lungo e quando l’organizzazione puntuale abbassa la bandiera a scacchi non piove già più da alcuni minuti.
Il percorso ha subito alcune variazioni rispetto alla scorsa edizione: facendo seguito alla richiesta del sindaco di Bobbio, Pasquale Roberto, il percorso lungo è stato allungato di alcuni chilometri con una variazione dopo il superamento del Ponte Azzurro, le cui ringhiere sono di colore bianco.
Le battaglie iniziano subito: al ventesimo chilometro, con una media di gara che si aggira sui quaranta chilometri orari, si registrano già i primi tentativi di fuga che in breve frantumano il gruppo in numerose frazioni.
Continua a leggere Campionato Internazionale CSAIn WFCS Granfondo

LETTERA APERTA A TUTTE LE SOCIETÀ

Avendo ricevuto in data 08/02/2018 l’e-mail dell’ACSI (che potete leggere a margine) con la comunicazione che la stessa Acsi non intende sostenere, a partire dal 1° gennaio 2018, il costo dell’abbonamento al settimanale IL CICLISMO AMATORI per le singole Società affiliate e per i presidenti provinciali (importo che era sempre compreso con l’affiliazione), siamo certi che ogni società vorrà singolarmente sostenere la continuazione di questo importante mezzo di comunicazione e di unione voluto a suo tempo dal mitico presidente Cav. Luigi Leggeri e che esce ininterrottamente da 37 anni, con il merito di aver, almeno in parte, favorito la crescita del ciclismo amatoriale.
Per superare immediatamente questo non facile passaggio, offriamo alle Società affiliate Acsi l’abbonamento 2018/19 al prezzo scontato di 29,00 Euro (anziché 38,00). Purtroppo, in caso di mancata sottoscrizione dell’abbonamento, saremo costretti a sospendere l’invio del giornale.

Per abbonarsi è sufficiente effettuare il versamento della quota annuale di 29 euro tramite bollettino postale sul c/c n. 10724243 o effettuare un bonifico a Corponove editrice, codice IBAN: IT28S0760111100000010724243, specificando il nome della società e l’indirizzo dove si vole recapitato il giornale.

Il nostro sarà un contatto sempre più proficuo con le società nella pubblicizzazione delle gare e la pubblicazione di risultati e fotografie.

Siamo certi che uniti potremo continuare la bella realtà del settimanale IL CICLISMO AMATORI.

Ringraziamo tutti

                                                             Paolo Colombo

Bergamo 8 febbraio 2018

—————

Ci vediamo costretti a comunicare la risoluzione di ogni qualsivoglia pattuizione – anche verbale – relativamente al periodico settimanale “Il Ciclismo Amatori”.
Ciò con decorrenza 01/01/2018 causa il notevole esborso economico derivante dalla realizzazione e diffusione dello stesso
Naturalmente nulla vieta la prosecuzione mediante forme di finanziamento dirette o richieste alle società sportive ma a nessun titolo ACSI potrà partecipare
Rimango a disposizione e saluto cordialmente
                    Antonino Viti
Presidente nazionale ACSI

 

Lettera aperta alle società CSAIn

Con il 2018 il settimanale “Il Ciclismo Amatori” non è più organo ufficiale dell’Acsi. Inizia così una nuova linea editoriale che si apre a tutto il mondo del ciclismo amatoriale.

CSAIn ha fatto subito sua questa opportunità come si evince dalla lettera inviata a tutte le società

CSAIn da 64 anni sinonimo di sport confindustriale, impegno sociale e tempo libero

Il presidente Luigi Fortuna e Dino Zoff

CSAIn (Centri Sportivi Aziendali e Industriali) è l’Ente di Promozione Sportiva fondato nel1954, su iniziativa di Confindustria. Inizialmente come Comitato Nazionale dei Gruppi Sportivi Industriali, per poi divenire Raggruppamento Sportivo Aziendale industriale. Nel 1964, sotto la Presidenza di Romolo Giani, assunse definitivamente l’attuale acronimo CSAIn mantenendo, di fondo, le stesse finalità sociali legate al mondo del lavoro. La sede è sempre quella storica: via dell’Astronomia.
CSAIn, nella sua natura sportiva, è affiliato al CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) e al CIP (Comitato Italiano Paralimpico) ed ha convenzioni con le più importanti Federazioni Sportive Nazionali. CSAIn è anche Ente di Promozione Sociale riconosciuto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dal Ministero dell’Interno.
Continua a leggere CSAIn da 64 anni sinonimo di sport confindustriale, impegno sociale e tempo libero

Granfondo mtb Nazionale CSAIn Ciclismo 2018

Antillo (ME) – 26 agosto 2018, gran fondo day, la Sicilia è pronta per dare lustro all’evento nazionale dell‘ente CSAIn, che ha avuto luogo ad Antillo in provincia di Messina. La Asd Enerwolf, il comitato CSAIn Regionale Sicilia e quello di Messina hanno preparato tutto al top. Per la cittadina di Antillo è stato un giorno di festa, un plauso alla popolazione che per la riuscita della gara ha aiutato, incitato e dato piena disponibilità. Le iscrizioni aperte alle ore 7.00 si sono concluse con quasi 200 ciclisti sulla griglia di partenza. Il comune di Antillo, che è stato partner dell’evento ha aiutato gli organizzatori mettendo a disposizione oltre alla location anche le forze dell’ordine e i volontari. Molti i servizi per gli atleti dal soggiorno a prezzi stracciati al lavaggio bici e docce. E i tantissimi ospiti che hanno incitato i propri beniamini, hanno trovato anche tanti servizi pure per loro. Piscina, giochi per i più piccoli e una pineta attrezzata per i pic-nic. Ma passiamo alla gara: partenza puntuale alle ore 10.00 sia per chi doveva affrontare i 42 km del lungo (junior, senior, veterani e gentlemen), che per i restanti che avrebbero affrontato 32 km del percorso corto. Percorso interamente sterrato con una lunga salita di circa 18 km e lunghi sali e scendi veloci che hanno riportato gli atleti al paese. La prima ora ha visto imperversare il tipico caldo dell’isola della Trinacria, ma fortunatamente, lungo il percorso molti castagneti portavano rinfresco agli atleti. Ma come succede ultimante un cambio repertino delle condizioni meteo, ha portato nuvole con scrosci di acqua, brevi e non intensi, per molti è stato modo di rinfrescarsi un po’ lungo la salita. Dopo 18 km, al GP della montagna i primi a scollinare sono stati Paolo Santoro subito dietro Angelo Parisi e Davide Campailla. Dal punto più alto, a oltre 1200 mt sul livello del mare del GP della Montagna, si poteva scorgere il lungo serpentone colorato dalle maglie degli atleti che ascendevano lungo le vallate dei Peloritani. 4 sono stati i punti di approvvigionamento, lungo il percorso, che vedeva salite senza pendenze eccessive, ma continue, intervallate da discese molto veloci. La gara ha visto molti ritiri, tra cui il leader Santoro che ha dovuto lasciare al 20° km per foratura ed il forte Nucera che aveva traghettato con l’intensione di indossare la maglia tricolore.
Vediamo al traguardo come primo della gran fondo Angelo Parisi della Asd Team Jonica Megamo in 2h e della media Francesco Sottile della Asd Enerwolf in 1h e 45m, a seguire gli altri. Un plauso speciale a Cosimo Impellizzeri della Asd Ciclo Tyndaris che a quasi 80 anni ha tagliato il traguardo in soli 2h 36m ed ha potuto conquistare la maglia nella sua categoria.
Continua a leggere Granfondo mtb Nazionale CSAIn Ciclismo 2018

Campionato Nazionale Cronoscalata CSAIn

I campioni nazionali e dirigenti

Gorga (RM) - Una edizione del Campionato Nazionale Cronoscalata CSAIn onorata dai migliori specialisti giunti da vari luoghi d’Italia. Ospiti nella ridente cittadina di Gorga, uno dei borghi di altura dei Monti Lepini famoso per la sua natura, le attività all’aperto e per l’osservatorio astronomico, cittadina, benché facente parte della provincia di Roma, legata ad una tradizione culturale di matrice ciociara.
L’evento organizzato impeccabilmente dal Gruppo Sportivo Cicli Coppola in collaborazione con il Veloclub 39×26 Roma, ha visto anche l’interessamento dell’amministrazione comunale, che oltre ad assegnare il titolo nazionale era parte integrante del circuito “Coppa Lazio” – che ogni anno fa tappa fissa a Gorga – e del Torneo interregionale “Ciclocromo”
Il primo concorrente prende il via alle ore alle ore 9.30 con il direttore di corsa Pierluigi Vacca a coordinare le operazioni di concerto con i cronometristi e giuria. I 7 impegnativi chilometri che si sviluppavano in 12 tornati per raggiungere il centro storico della cittadina collinare, strada famosa per le sue curve e la sua pendenza, solo il perfetto tracciato per una cronoscalata in bicicletta. Difatti i 12 tornanti sono stati il proscenio ideale per gli 80 concorrenti che hanno dato fondo alle proprie energie per aggiudicarsi l’ambito trofeo in memoria di Sergio Bigioni e il titolo di categoria. I concorrenti hanno avuto modo di gareggiare in condizioni di massima sicurezza scortati dalla Polizia Locale, dalle scorte tecniche team Santaroni e dalla Protezione Civile di Gorga.
Tra i più giovani, con il tempo di 20.24 Marco Saurini (Asd Anagni Bike) ottiene il primo gradino del podio, sul secondo Danilo Simonetti (Asd Bike Lab-Roma) 20.32 e sul terzo Cesare Pesciaroli (Asd Di Gioia Cycling) 20.46.
Tra gli over 45 ottima prestazione di Piergiorgio Giacovazzo (Asd Cicli Fatato) 21.44 , medaglia d’argento Elvio Bocale (RDR Bike Foggia) 21.45 e di bronzo Terenzio Carpentieri (Asd Preneste Bike) 22.36.
Tra le donne, ottima la prestazione di Aurelia Ventura (Asd GS Bertucci) in 27.32 , poi Barbara Canti 28.52 (Asd Ciclobox) e Monica Turi 30.12 (Veloclub 39×26 Roma).
La cerimonia di premiazione si è tenuta alla presenza del sindaco Nadia Cipriani, dall’assessore Michele Lorenzi, del responsabile CSAIn Ciclismo Roma Claudio Trovarelli e dei presidenti Ivan Coppola e Carlo Matteo Mossa.
Continua a leggere Campionato Nazionale Cronoscalata CSAIn

Campionato nazionale donatori del sangue

Calderba (TV) – Sarà il ferragosto, sarà il campionato nazionale donatori del sangue, la presenza del Tempio del Ciclista, comunque sia, l’aria che si respira a Calderba da ormai 49 anni è ricca di emozioni.
In cabina di regia a guidare il Team della Fausto Coppi Polyglass Mapei, Edi Tempestin da 28 anni ormai, gruppo non nuovo a questo tipo di manifestazioni, partenza in perfetto orario per i super con le donne (5 al via, non succedeva da diverse edizioni), gruppo allungato per qualche giro, poi Tarlao accelera bruscamente come sa fare lui, e si porta altri 5 corridori in fuga, sono : Lorenzon corridore di casa, Bettin, Borin, Pes e Pegoraro, andranno d’accordo fino all’ultimo giro come da copione, poi attacchi e contro attacchi fino alla volata che vede Lorenzon a braccia alzate com’è nel suo stile su Bettin e Tarlao, volata del gruppo che vede Moras primo degli Avis. Nei super B Pegoraro che era riuscito ad entrare nella fuga vince sia la cat che il tricolore Donatori.
5 le donne dicevamo, Gloria Fossaluzza bissa il successo dell’anno scorso su Cappellaro e Conradi (Slovenia), Ciampolillo 4ª a seguire Ferraro Sonia che fa suo il tricolore.
Un bel gruppetto quello dei gentleman, tanti Avis alla partenza, a metà gara Fantin con Pavel se ne vanno guadagnando in breve tempo 50 “, li rivedranno all’arrivo, Primo Pavel su Fantin che festeggia il tricolore, Durante vince la volata del gruppo su Boiago e terzo Marcon primo dei Donatori del Sangue come l’anno scorso.
Partenza unica per i giovani, Cigana prova da lontano, la gamba è buona e riesce a girare a 45 km/h di media, gruppo sonnecchia, in breve tempo guadagna circa 1’20”, sarà lui a vincere assoluto e di categoria, Ferrini con il 6° posto vince il tricolore dei vet 1, Martinelli regola la volata del gruppo e vince anche il tricolore dei senior 1.
Foto prima della partenza con l’iride per Michele Pittacolo che giungendo 2° nella volata del gruppo vince sia di categoria che il tricolore, secondo Calderan, terzo Pisano, Bonato primo tra gli junior vince anche l’Avis, Feltrin secondo, Mazzucco terzo.
Dopo tanti anni di inattività ritorna alle corse Christian Marchese, corridore della società organizzatrice, sua la vittoria tra i senior 2 su Vettoretti e Zanetton, Simonini porta il tricolore a casa in quel di Bergamo.
Buona l’organizzazione e buona la partecipazione dei donatori del sangue (45) ottimo il lavoro dei giudici Acsi di Treviso, al termine tutti sotto il vigneto di Belussi a festeggiare con dell’ottimo Prosecco.