Coordinamenti CSAIn

Coordinamenti Acsi

 

ottobre: 2021
L M M G V S D
« feb    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivio notizie

L’imposta regionale sulle attività produttive nelle ASD

di Salvatore Spinella
È tempo, per le ASD, di calcolare, relativamente all’attività svolta nel 2018, l’lRAP da versare i cui termini scadono il primo luglio 2019, oppure entro i successivi 30 giorni pagando una maggiorazione dello 0,40%, ovvero rateizzando a partire dalle predette scadenze. È importante, nel caso di ASD, la cui attività principalmente è istituzionale ma talvolta anche commerciale, determinare correttamente la base imponibile su cui calcolare l’imposta. In relazione all’attività istituzionale l’Irap viene determinata secondo il cosiddetto “metodo retributivo”, mentre in relazione all’attività commerciale si determina applicando il “metodo del bilancio”.
È evidente che per applicare i diversi metodi occorre tenere ben distinte contabilmente le due attività (istituzionale e commerciale), imputando in misura proporzionale alle due attività i costi promiscui ed inoltre, ove, per l’attività commerciale svolta l’associazione opti per l’applicazione del regime forfetario di cui alla legge 398/1991, la base imponibile Irap viene determinata tenendo conto delle regole proprie di tale regime.
Sull’attività istituzionale non commerciale il metodo retributivo prevede che la base imponibile è determinata dalla somma delle retribuzioni spettanti al personale dipendente, dei redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, e dei compensi erogati per collaborazione coordinata e continuativa, nonché per attività di lavoro autonomo non esercitate abitualmente.
Restano escluse dalla base imponibile IRAP e quindi non vanno sommate le indennità e i rimborsi di cui all’articolo 67, comma 1, lettera m), Tuir.
Con riferimento ai compensi per rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, l’importo da sommare per la determinazione della base imponibile è dato esclusivamente dai compensi effettivamente corrisposti dal committente al collaboratore al netto dei contributi posti a carico del committente.…

[...]

I CONSIGLI DELL’ESPERTO FISCALE

https://www.csainciclismo.it/images/comitati/biagio.saccoccio/I_CONSIGLI_DELLESPERTO_FISCALE__-_MAGGIO_-.pdf

SPINELLA MAGGIO

[...]

Anche lo sport ha la sua pace fiscale

Il governo Conte ha previsto, con articolo 7 del Decreto Legge 119/2018, convertito in Legge 119/2018, la possibilità per il mondo sportivo di accedere ad una pace fiscale più vantaggiosa rispetto a quella prevista per tutti gli altri settori economici.
Bene ha fatto il Governo a prevedere una siffatta misura, soprattutto in considerazione del fatto che negli ultimi anni le Asd e Ssd sono state oggetto di continue verifiche che hanno dato luogo a numerosi contenziosi con il fisco, probabilmente per una normativa spesso interpretata in maniera discordante da parte degli operatori di settore rispetto all’Agenzia delle Entrate.
Innanzi tutto va detto che possono beneficiare delle definizioni agevolate previste dall’articolo 7 solamente le Asd, le Ssd e le Soc. Coop S.D. che risultano iscritte al registro del Coni alla data del 31/12/2017 ovvero nel periodo d’imposta oggetto della definizione.…

[...]