Comunicati ufficiali

Campionati Italiani Fondo

Italiano Fondo Cicloturistico

Italian Off Road

Stella Alpina

Brevetti – raid – randonnèe su strada e mtb

Ciclismo Femminile

Coordinamenti regionali

Comitati provinciali

 

novembre: 2017
L M M G V S D
« ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

CUNEO: PEDALATA CON DIEGO ROSA 22.10.2017

PEDALANDO CON DIEGO ROSA

Cicloturistica con i prof. Massimo e Diego Rosa e Jacopo Mosca

 

Corneliano d’Alba (Cn), 22 ottobre 2017 – Le colline del Roero si offrono alla nostra vista con tutti i colori dell’autunno, mentre arriviamo a Corneliano come se avessimo viaggiato in un quadro dipinto da un pittore naif. Ad accoglierci e a fare cordialmente gli onori di casa è lo stesso Diego Rosa, che ci accompagna nell’area delle iscrizioni alla pedalata, che oggi come gli anni passati, sarà in suo onore, ma questa volta non sarà più l’unico professionista a pedalare con noi. Ci saranno anche il fratello Massimo e Jacopo Mosca, entrambi accasati presso la Wilier Triestina.

Gli amici del Fan Club di Diego Rosa, insieme a Rocca Cicli, hanno organizzato l’evento nei minimi particolari e la piazza di Corneliano è in pieno fermento, con ciclisti che sbucano da tutte le parti. A fare da cornice, una miriade di striscioni, gazebo e bandiere ondeggianti.

Alle 10 si parte per il giro di 42 chilometri che tocca le località di Canale, Priocca, Castellinaldo, Vezza, Piobesi e fa ritorno a Corneliano. Ben 329 i partecipanti, ai quali Diego ha regalato un braccialetto ricordo, realizzato dall’associazione Accipicchia.

Si rientra con calma alla base dopo essersi goduta la corroborante pedalata in mezzo ai vigneti ormai quasi spogli delle preziose uve e ci si accomoda dove è offerto l’altrettanto piacevole e ricco rinfresco. Poi, sollecitato da uno speaker, professionista anche lui, Diego Rosa si sottopone alla serie di domande del pubblico, generando così un allegro dibattito che coinvolge anche il fratello Massimo e Jacopo Mosca. Gli argomenti sono disparati ma i più frequenti sono quelli relativi al futuro dei nostri campioni e, parlando di futuro, per la cronaca è doveroso dire che Jacopo Mosca, dopo questa fruttuosa pedalata è andato a farne una in Cina, dove ha vinto il Tour of Hainan, conquistando anche delle tappe.

Come tutte le cose belle anche questa finisce con gli auguri a tutti una buona stagione pedalata 2018 e con la bella notizia che il ricavato delle iscrizioni alla manifestazione odierna sarà devoluto in beneficenza, una bella iniziativa che fa onore al nostro campione casalingo, che solo pochi anni fa ha diviso con noi, modesti cicloamatori, le sue prime pedalate agonistiche.

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

[...]

CUNEO: CLASSIFICA CAMP. PROV. CICLOCROSS

CLASSIFICA CAMPIONATO PROVINCIALE DI CICLOCROSS DOPO AL 1ª PROVA

classifica camp. prov ciclocross Cuneo 2017

[...]

CUNEO: SOCIALE PEDALE CARMAGNOLESE – 1.10.2017

CAMPIONATO SOCIALE PEDALE CARMAGNOLESE

A Roberto Giusiano il titolo di Campione Sociale 2017

 

Carmagnola (To), 1 ottobre 2017 – Arriviamo a Carmagnola nel primissimo pomeriggio. La città sembra addormentata ma forse è solo un momento di “siesta” del dopo pranzo. Chi non si concede la siesta è il Pedale Carmagnolese che è tutto in fermento per la sua festa che inizierà tra poco con la gara che incoronerà il Campione Sociale del 2017.

I tesserati del Pedale sono tanti, ce ne risultano 38 ma qui a gareggiare per un titolo da portarsi addosso tutto il 2018 sono solo in 17. Forse la “siesta” ha avuto il sopravvento.

Il Presidente del Pedale Flavio Geremia ha predisposto una manifestazione coi fiocchi. Tutti i preparativi sono stati compiuti nel migliore dei modi senza tralasciare niente, scorte tecniche, ambulanza, medico, auto inizio e fine gara, permessi richiesti in due province (Torino e Cuneo), ecc, eccetera. Tutto è pronto e, alle 14,15 di una bella domenica assolata, il convoglio si muove in direzione del Circuito dei Gianin. Un giro sarà fatto ad andatura turistica e poi…. Via alla corsa che vale il Titolo.

Noi ci appostiamo in prossimità del traguardo/partenza, a Ceresole d’Alba, ad aspettare i concorrenti.

Quando arrivano, si percepisce l’allegria di un gruppo di amici provenienti da una scampagnata, ma dopo la sosta forzata nell’attesa che ci siano tutti, i volti cambiano fisionomia e sulle facce si disegna la grinta di chi vuole dare il meglio di sé in una competizione breve ma intensa. Due giri, 39 km. Inizia la sfida.

Dopo un brevissimo appello, quasi a sorpresa, è dato il via e la molla scatta sui pedali di ognuno. Dalla nostra postazione riusciamo a vedere anche oltre un chilometro dalla partenza e vediamo transitare in fila indiana, tiratissimi, quelli che fino a due minuti fa erano compagni di viaggio, grandi amici. Adesso ognuno per se, e vinca il migliore.

Già al primo passaggio i concorrenti passano sparpagliati con i loro congiunti che cercano di riconoscerli nonostante gli occhialoni parasole, i caschi e le divise rigorosamente tutte uguali. Passano i primi tre: Fazion, Ferrero e Giusiano. Passano in fretta, è una gara non una passeggiata, ma noi aspettiamo gli altri che arrivano dopo 35”. Sono Fasano, Torrazza, Trombetta, Catuccio, Sanità, Moda, Grosso e qualche altro che non si legge il numero. Da solo a quasi 2 minuti ecco apparire Sabre, seguito da Zino, Martini e poi, sparsi, altri ancora.

Aspettiamo al traguardo chi arriverà per primo dopo i due giri. Eccolo, è là, è solo, chi è? Da lontano non si capisce, ma appena si avvicina si riconosce lo stile di Roberto Giusiano. E’ lui che taglia primo il traguardo e diventa Campione Sociale.La media è di 38,640 km/h.

Bisogna aspettare 1’15” per vedere arrivare i primi inseguitori, Ferrero e Fazion che si fanno i complimenti a vicenda. Ma se avessero potuto…..!

A 2’10” è la volta di Fasano e poi, poco a poco arrivano tutti. Tutti con l’allegria dentro, di chi ha fatto una cosa che andava fatta, al di la del risultato, soprattutto per la compagnia, per un senso di appartenenza che da altre parte latita e per dare soddisfazione al resto della squadra, anche solo per non fare mancare la propria presenza e dare lustro al vincitore facendone gli onori.

Quando sono arrivati tutti, ci trasferiamo nuovamente alla sede del Pedale dove la festa continua con la classica “merenda sinoira” che le fervide “signore del Pedale” stanno preparando con alacrità e cortesia.

Come sempre il Pedale Carmagnolese inizia la chiusura dell’anno ciclistico con una manifestazione agonistica interna, fatta apposta per festeggiare il suo Campione, ma la vera festa sarà fra qualche settimana, in un bel ristorante e allora li non ci saranno più solo corridori, compagni o avversari ma solo un grande gruppo di amici pronto a fare progetti, in bici naturalmente, per il prossimo anno 2018.

Alcune foto della manifestazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web:

https://photos.app.goo.gl/WUQg8ZAbgxWgEEXS2

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

classifica e iscritti Carmagnolese Sociale

[...]

CUNEO: CAMPIONATO SOCIALE A.C. BRA

CAMPIONATO SOCIALE A.C. BRA ALL’OMBRA DEI CASTAGNI

A Tony Lenta l’ambito titolo

 

Baldissero d’Alba (Cn), 7 ottobre 2017 – Con una discreta partecipazione e con la precisa organizzazione del Presidente del sodalizio, Giuseppe Giachino, si è svolta oggi a Baldissero d’Alba la prova conclusiva dell’ennesimo annuale Campionato Sociale dell’Associazione Ciclistica Bra.

Nella giornata odierna l’A.C. Bra ha misurato le forze dei suoi associati facendoli confrontare in una gara contro il tempo anziché nella solita gara in linea “a baraonda” degli anni passati. Un giro del collaudatissimo Circuito dei Castagni è stato più che sufficiente a decretare il vincitore della prova, il veterano 2 Iurie Garabagiu, che con il tempo di 18’07”, ha percorso il giro completo di 11360 metri, alla ragguardevole media di 37,623 km/h.

Nonostante la bella prova di Iurie, per meccanismi di calcolo dei punteggi stagionali che non sto qui a spiegare (anche perché non li conosco), il vincitore del Campionato Sociale 2017 è risultato Tony Lenta. Il nuovo Campione è stato immediatamente festeggiato dai compagni/avversari e sicuramente sarà benevolmente “costretto” a rifesteggiare a tavola con gli amici, tra i quali speriamo di esserci anche noi, l’ambito evento. A Tony Lenta, all’A.C. Bra e ai suoi dirigenti e tesserati, sempre disponibili in caso di necessità, vanno anche i complimenti e gli auguri del Comitato Acsi Ciclismo Cuneo.

Alcune foto della manifestazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://photos.app.goo.gl/GZESXx2RkEILsAmD2

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

[...]

CUNEO: RACCONIGI 15.10.2017

IL BOTTO DI FINE STAGIONE SPETTA A GIORDANO E PERUCCA

Nel Gran Premio di Chiusura di Racconigi

 

Racconigi (Cn), 15 ottobre 2017 – Il ciclismo ACSI Cuneese approda all’unica domenica corsaiola del calendario strada ma è già proiettato alla stagione ciclocrossisitica che inizia domenica prossima, con il suo Campionato Provinciale. Oggi però vogliamo dedicarci a quest’ultima “perla di stagione” raccontandovi di una corsa che ha incontrato una bella giornata e si è svolta in tutta sicurezza e senza il minimo incidente.

Ritrovo al Bar Mario per i pochi “reduci” di una stagione ciclistica faticosa e stressante, ma si sa che fa piacere approfittare ancora un po’ del bel tempo per passare una domenica all’insegna dello sport che preferiamo.

Si parte alle 10 e si dovrà percorrere 4 volte il classico circuito pianeggiante di Racconigi, che misura poco più di 17 chilometri e infine andare a sprintare in cima al cavalcavia di strada Pedaggera, nel comune di Cavallerleone, per un totale di 73,5 chilometri.

Come di consueto partono prima i corridori fino a 49 anni, che si presentano al passaggio del primo giro, con Tavano e Davide Carlini in anticipo di un centinaio di metri sul gruppo, preceduto da Giordano e Fantini.

Al passaggio successivo attendiamo di vedere chi vincerà il Traguardo Volante che gli organizzatori hanno voluto disporre per quest’ultima corsa dell’anno. Vediamo spuntare per primo Fantini, che non ha nessuna difficoltà a controllare la rimonta di Davi e Caporali, che supera di misura Tavano.

Al suono della campana annotiamo il passaggio solitario di Nebbiolo, che anticipa il plotone, ma è solo nel finale che la corsa prende la svolta conclusiva, quando riescono a evadere Luca Carlini, Massimo Tavano, Gabriele Davi e Giacomo Giordano ed è proprio quest’ultimo che lancia “lo sprint del cavalcavia” senza lasciare scampo agli altri tre. Giordano precede, alla media di 42,290 km/h, Luca Carlini, Tavano e il veterano Davi. Subito dopo arrivano anche Calandra, Marchetta, Melis, Lentini e Fissore, e poi, una ventina di secondi dopo, un gruppetto regolato in volata da Finotto su Riva.

La corsa degli over 50 transita al primo passaggio a gruppo compatto, in testa al quale vediamo Buttaglieri, Piacenza, Soffietti e Panepinto.

Al Traguardo Volante del secondo giro è Grappeja che anticipa Foravalle e Fassero ma dietro di loro ci sono tutti gli altri.

Prima del suono della campana evadono Buttaglieri, Piacenza, Noli, Foravalle, Benedetto e Perucca. Il loro distacco si mantiene sui 25” secondi sugli inseguitori, in testa ai quali notiamo Doglioli, Fabris e Grangetto.

I battistrada vanno regolari fino all’arrivo, dove Mauro Perucca impone il suo sprint vincente alla media di 41,210 km/h, staccando di una bici Buttaglieri, che precede Foravalle, Piacenza, Noli e Benedetto. Passano altri 30” prima di assistere allo sprint “imperiale” di Mario Soffietti che arriva davanti a Gaule, Alparone, Lovera, Fausone (1° sgA), Girotto, Salvatico, Fabris, Cillerai (1°sgB) e Succio. Tra gli arrivati in gruppo anche l’unica ragazza, Stefania Sensi e il debuttante Nicolò Melis.

Si fa ritorno al Bar Mario per ristorarsi un po’ e per assistere alla ricca premiazione, con mazzi di fiori, grandi cesti, borse prodotti e materiale tecnico offerto da Cicli Groppo.

Tra fotografie, saluti e consegna dei premi, con l’allegria che distingue il bel momento, si chiude la stagione ciclistica strada Acsi 2017, ma i Comitati di Torino e Cuneo stanno già lavorando per preparare un calendario accattivante e intenso che terrà impegnati i corridori per tutto il 2018.

La Festa di fine anno per le ASD e tutti i classificati nei vari Campionati, che solitamente si teneva a fine novembre, è stata spostata al termine della stagione ciclocrossistica e con ogni probabilità si terrà nel mese di gennaio 2018 e appena possibile ne saranno annunciati data e luogo, con tutti i particolari connessi.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://photos.app.goo.gl/w6rIxrK6Dm2ATKAg2

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

classifica Racconigi 15.10.17

[...]

CUNEO: BALDISSERO D’ALBA 24.09.2017

PACCHIARDO E GRAPPEJA DUE VITTORIE IN DUE GIORNI

Pena, Pera, Angaramo, Davi, Stocchino, Bosticco, Alparone, Batilde e Giuliano i Campioni Cuneesi Strada laureati nell’8° Trofeo Roero Speed Bike

 

Baldissero d’Alba (Cn), 24 settembre 2017 – Il Circuito dei Castagni di Baldissero d’Alba con l’8° Trofeo Roero Speed Bike, è ancora una volta teatro di una prova di Campionato Provinciale Cuneo che in questo caso è proprio l’ultima, quella che incorona i nuovi Campioni. Il ritrovo al Bar Roma si popola dei pochi corridori ancora in attività in questi primissimi giorni d’autunno. Il circuito è quello solito ma dopo 5 giri”normali” si conclude la corsa allungando il sesto sulla salitella del Piccolo Stelvio, una breve deviazione che potrebbe essere un buon trampolino di lancio per chi vuole provare a staccare gli avversari.

Si parte alle 15,30 con le due fasce d’età, sotto e sopra i 50 anni, divise solo da poco più di un minuto. Davanti ci sono i più giovani che, come sempre, partono a spron battuto e transitano al primo passaggio da Baldissero in forma compatta.

Il gruppo si allunga nella seconda tornata, trascinato dalle tirate di Rinaldi, Rosso e Lavagna, ma solo nella terza un concorrente riesce a prendere un po’ di vantaggio. E’ Andrea Nebbiolo che transita solitario, seguito a 10” da Monti, Mostaccioli, Rinaldi e Dracone con tutto il plotone stirato alle spalle.

L’azione di Nebbiolo è rinforzata dall’aggiunta di Mostaccioli che riesce a raggiungerlo e alimentare il tentativo di fuga nonostante il feroce inseguimento, a 30”, di Domenino, Stocchino, Rosso, Lavagna, Scaliti e Lentini.

Quando suona la campana Mostaccioli e Nebbiolo sono ancora in testa alla corsa con un vantaggio che adesso sfiora il minuto. A condurre l’inseguimento adesso ci sono Dracone, Viglione, Rinaldi, Scaliti e Lenza.

Nell’ultima tornata, quella del Piccolo Stelvio, si vedono i fuochi d’artificio. Gli inseguitori riescono a riportarsi sui battistrada e affrontare velocissimi l’ultimo tratto di corsa.

Diciotto corridori lotteranno per la vittoria in un inevitabile sprint, nel quale, con lo stesso numero di pettorale, Walter Pacchiardo ripete il successo di ieri a Fiano, mettendo la sua bici davanti a quella di Viglione, Riva, Pera, Ferracin, Nervo, Dellerba, Monti, Rinaldi, Lavagna, Ferrero, Dracone, Davi, Lenza, Scaliti, Nebbiolo, Mondo e Mostaccioli, alla media di 42,360 km/h.

La corsa degli over 50, con dentro anche due ragazze ed è proprio una di queste, Stefania Sensi, che compone il terzetto in transito al primo passaggio da Baldissero, insieme a Mauro Carbone e Panepinto, con 40” di vantaggio sul gruppo.

Al secondo passaggio il distacco è di 25” e al terzo di 20” sugli inseguitori guidati da Fabris e Maurizio Nervo.

Quando mancano due tornate alla fine, Grappeja si riporta sui fuggitivi e passa, insieme a Panepinto, Bosticco e Batilde, con 100 metri di vantaggio su Foravalle, Costantini e Ragazzini.

Anche in questa corsa sulla salitella dell’ultimo giro si fanno fuoco e fiamme. Al traguardo di Baldissero si presentano Bosticco e Grappeja, che si giocano la vittoria in un’appassionante volata che vede primeggiare, come ieri a Fiano, ancora Grappeja, alla media di 39,290 km/h. Terzo, a 32”, è Panepinto, seguito a pochi secondi da Batilde (1° sgA). A 1’20” arrivano Ragazzini, Nervo e Assom, mentre, a 1’30”, Ostorero fa suo lo sprint di quel che resta del gruppo, davanti a Alparone, Sarotto e Foravalle. Primo sgB, Marino Giuliano. Tra le donne, Stefania Sensi riesce a staccare di una manciata di secondi, Shara Giuliano.

Ci spostiamo nuovamente al Bar Roma per aggiornare le classifiche del Campionato Provinciale Cuneo, dalle quali escono i nome dei nuovi Campioni, che sono: Massimiliano Pena (Arredamenti Berutti), Luca Pera (Pedala Sport), Giuseppe Angaramo (Roracco), Gabriele Davi (Team Pancalieri), Max Stocchino (Team Pancalieri), Massimo Bosticco (Ciclo Polonghera), Claudio Alparone (Ciclo Polonghera), Oto Batilde (Ciclo Polonghera) e Marino Giuliano (Arredamenti Berutti), rispettivamente nelle categorie junior, senior 1, senior 2, veterani 1, veterani 2, gentleman 1, gentleman 2, sgA e sgB. Ben tre maglie vanno alla Ciclo Polonghera, due al Team Pancalieri e Arredamenti Berutti e una a Roracco e Pedala Sport.

La premiazione inizia proprio con la vestizione delle maglie bianco rosse e prosegue per tutti i classificati, immortalati in allegria dai fotografi con i bei cesti e le borse di prodotti vinti.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://photos.app.goo.gl/fIhF6WFrpTWL1BQM2

                                                                                                                                    Valerio Zuliani

classifica Baldissero 24 sett

strada cuneo

[...]

CUNEO: 30-9-17 – SALMOUR

VITTORIE DI CLASSE AL TROFEO D’AUTUNNO

A Salmour primeggiano Pacchiardo e Fedrigo

 

Salmour (Cn), 30 settembre 2017 – Il tempo è ancora bello e le campagne intorno a Salmour, ormai prive delle vistose coltivazioni di mais e altre cose, dopo che moderne mietitrebbia hanno svolto il loro prezioso ed efficace lavoro, si mostrano per quello che sono, con tutte le sfumature della coltre terrestre, le curve, i pendii e si riescono a distinguere meglio anche le località lontane, spaziando adesso senza ostacoli su tutto il fronte delle Langhe occidentali.

In questa bella atmosfera bucolica e agreste si svolge il Trofeo d’Autunno, dove purtroppo i concorrenti sono pochini, ma quelli che ci sono valgono molto di più degli assenti, che magari hanno preferito una corsetta di pianura piuttosto che affrontare le brevi ondulazioni del circuito di 18 km che tocca i comuni di Salmour, Narzole e Benevagienna.

Rispettiamo il programma delle due partenze e alle 14,45 diamo il via alla prima gara, seguita subito a ruota dalla seconda.

I concorrenti sotto i 50 anni partono a spron battuto e, al primo rallentamento, il veterano Davi si lancia in un’avventura che caratterizzerà tutta la corsa, fino a sfiorare l’impresa.

Lo vediamo transitare solitario al primo passaggio sotto il traguardo, inseguito a 35” da Lavagna e Angaramo alla testa del gruppo.

Al passaggio successivo la situazione non cambia per Davi, che è sempre in testa, ma adesso è inseguito da Riva e Mostaccioli, a 40”. Il gruppo, con Nervo, Pasolini, Porro e Angaramo in testa, è a 1’20”.

Sebbene l’azione di Davi sia sempre efficiente, la stanchezza incomincia a farsi sentire e, al suono della campana, lo vediamo inseguito da Bardi, a soli 23” e dal resto del plotone, a 35”.

A soli 5 chilometri dal traguardo termina l’avventura del veterano Gabriele Davi, che ha veramente quasi sfiorato l’impresa di condurre la corsa in solitaria dall’inizio alla fine.

Via libera quindi ai velocisti potenti e Walter Pacchiardo non si lascia sfuggire l’occasione di questo fiore all’occhiello, superando allo sprint Nervo, il veterano Ferracin, Gallo, Mostaccioli, Bardi, Lavagna, Zavattero, Rossi, Porro, Sangiovanni, Pasolini e tutti gli altri, arrivati un po’ alla spicciolata. La media 43,270 km/h la dice lunga sulla forza dimostrata da Davi.

Diversa la conclusione della corsa che segue, dove, dopo il primo passaggio da Salmour, vanno in fuga i gentleman Buttaglieri, Piacenza e Grasso e l’sgB Fedrigo, che in breve acquistano un vantaggio incolmabile. Al secondo passaggio il vantaggio dei fuggitivi è di 20” su Maurizio Nervo, Alberici, Sarotto e 25” su Francesco Capellino, Riccardo Soro e Mauro Carbone che tentano di ricucire.

Al suono della campana il gruppo transita a 51” dai quattro battistrada ed è guidato da Mauro Carbone, Soro, Alberici e Capellino, ma s’intuisce che ormai i fuggitivi sono imprendibili.

Li attendiamo sul traguardo, dove il meno giovane di tutti, Giovanni Fedrigo, si presenta con una trentina di metri di margine su Buttaglieri, Piacenza e Grasso. Il plotone inseguitore è regolato in volata dall’sgB Claudio Pavese, che supera Carbone, Fissore, sgB anche lui, Alberici (1° sgA), Nervo, Noli e Salvatico. 39,730 km/h, la media del vincitore.

Facciamo ritorno al Bar Avenida, dove in poco tempo è pronta la premiazione per tutti i classificati (quasi tutti), fotografati e applauditi a dovere. Andiamo via che è ancora pomeriggio, chiudendo così il Trofeo d’Autunno, onorato al meglio da tutti i concorrenti presenti.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://photos.app.goo.gl/yHIgNDkFqxtPkp2I2

                                                                                                                                    Valerio Zuliani

classifica Salmour 30 sett

[...]

CUNEO E TORINO: PROSSIME GARE

PROSSIME GARE ACSI CUNEO E TORINO

======================================================================

DOMENICA 15 OTTOBRE 2017 – RACCONIGI (Cn)

Organizza VaMaC in Bici – Gran Premio di Chiusura

Ritrovo: ore 8.30 – Bar Mario – via Regina Margherita, 11

Partenza: ore 10,00 D/J/S/V – ore 10,03 G/SgA/SgB/F

Percorso: (SP146),,Cavallerleone, SP 198, bivio  Ruffia, SP 170, Murello, SP 29, Racconigi, SP 146, 4 giri, poi arrivo a Cavallerleone in via Pedaggera – Km.73,500

======================================================================

DOMENICA 22 OTTOBRE 2017 – CORNELIANO D’ALBA (Cn)

Organizza: VA MAC in BICI – Pedalata Cicloturistica con Diego Rosa

Ritrovo: ore 8.00 – Sede Onnicar – Corso Riddone 88

Partenza: ore 10.00

Percorso: Corneliano, SP29, Tre Rivi, Canale, Valpone, SP58A, SP2, Priocca, SP176, Castellinaldo, SP50, Borbore, SR29, Reala, Piobesi d’Alba, SP10, Corneliano – Km.40

======================================================================

DOMENICA 22 OTTOBRE 2017 – CHIVASSO (To)

Organizza: Bikers Team – 1° Trofeo Bikers Team Ciclocross – 3ª prova Coppa Piemonte – 1° prova Campionato Provinciale Torino e Cuneo

Ritrovo: ore 8.30 – Sede Bikers – C.so Galileo Ferraris, 136 Chivasso

Partenza: ore 10.00 D, J, S, V – ore 11,00 G, SG, F, P

Percorso: Tracciato su percorso permanente – Pacco gara a tutti e Pasta Party finale

======================================================================

DOMENICA 19 NOVEMBRE 2017 – MONCALIERI (To)

Organizza Cusati Bike – 2ªProva Campionato Provinciale CX To e CN

Ritrovo: ore 11.30 – Parco Vallere – Corso C.so Trieste, 98 – Moncalieri

Partenze: ore 13,00 D/J/S/V / – ore 14, 00 G, SG, F, P

Percosro: All’interno del Parco Vallere, Riserva Naturale

=======================================================================

DOMENICA 3 DICEMBRE 2017 – BRA

Organizza Tecnobike Bra – Ultima Prova Campionato Provinciale CX Cuneo -3ª Camp. CX Torino – 10ª Prova Coppa Acsi Piemonte CX

Ritrovo: ore 12.00 – Campi Hokey – Viale Madonna dei Fiori – Bra

Partenze:  ore 13,30 D/J/S/V / – ore 14, 00 G, SG, F, P

Percosro: Rinnovato e allungato nei pressi della Madonna d ei Fiori

=======================================================================

 …

[...]

CUNEO: 16 SETTEMBRE 2017 PANCALIERI

LA MENTA DI PANCALIERI TONIFICA MOSTACCIOLI E BOSTICCO

Nel 6° Gran Premio Menta Chialva

 

Pancalieri (To), 16 settembre 2017 – Con l’efficiente organizzazione del Team Bike Pancalieri, si è svolto oggi il 6° Gran Premio Menta Chialva, sul circuito classico di settembre, rimaneggiato leggermente in seguito alle condizioni disastrate della strada, dove gli anni scorsi era posto il traguardo. Quindi giro leggermente più corto, ma il totale dei chilometri, dopo quattro tornate sarà di 75 chilometri. Le partenze previste sono due, suddivise in altrettante fasce d’età.

Il vostro abituale cronista non era presente alla manifestazione, pertanto mi limiterò a fare la minimale cronaca, in base alle informazioni raccolte e alle foto consegnatomi.

La prima gara, quella degli “under 50”, con 74 atleti a bordo, decolla subito con velocità da capogiro. Dopo i soliti tira e molla nasce una fuga di 4 elementi, con Stocchino, Mostaccioli, Zavattero e Chiappero. Al suono della campana il loro vantaggio sugli immediati inseguitori, Boccardo, Barbero e Sosnovshenko, che precedono di poco il gruppo, è di 40”.

I quattro battistrada arrivano a giocarsi la vittoria allo sprint, dove il senior Antonio Mostaccioli fa valere le sue maggiori doti di velocista, lasciando a una bici Zavattero e Chiappero, mentre Stocchino, unico veterano del gruppetto, arriva leggermente staccato. Elevatissima la media: 44,780 km/h.

Il plotone arriva una trentina di secondi dopo, con alla testa Davide Carlini, Turco, Domenino, Dellerba, Panzanese, Barbero, Testai, Fissore e Cornacchia.

La corsa dei più attempati 81 concorrenti, tra i quali ci sono anche tre ragazze, è quasi altrettanto veloce ma questa volta i numerosi tentativi d’evasione non sortiscono nessun effetto, fino all’ultimo giro dove, dopo un’ultima prova di Panepinto, l’impresa riesce a Massimo Bosticco, che piomba solitario sul traguardo alla media di 43,480 km/h, seguito a 5” da Roberto Daniele e, subito dopo, dallo sprint del gruppo, dove Mantino precede Ostorero, Perucca, Moretti, Gaule, Olivetti e Magnaldi (1° sgA). Poi ancora Girotto, Nigro e Zambello. Tra gli sgB, Calvarese precede Giuliano, Ariagno, Fedrigo e Trobetta, mentre Annalisa Prato arriva, di poco, davanti a Stefania Sensi e Federica Romano.

La premiazione, curata personalmente dal corridore dirigente del Team Pancalieri, Giuseppe Finotto, oggi arrivato 21° assoluto, è come sempre ricca e gratificante e sottolineata dagli applausi dei presenti.

Le foto della corsa sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://photos.app.goo.gl/knAHZUGPAKdqmIl92

 

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

Classifica Pancalieri

 …

[...]

CUNEO: 27.08.2017 10° MEMORIAL ALDO MILESI

10° MEMORIAL ALDO MILESI

Fughe da lontano per Pacchiardo e Monti a Baldissero d’Alba

 

Baldissero d’Alba (Cn), 27 agosto 2017 – Abbiamo ancora negli occhi i colori bianco rossi delle maglie vinte poco più di un’ora fa ad Alba dai neocampioni cuneesi MTB, colori che adesso si confondono con le maglie degli stradisti che giungono, come noi, a Baldissero per disputare il 10° Memorial Aldo Milesi, sul classico circuito dei Castagni, da fare 7 volte per un totale di 83 chilometri.

Ci prepariamo alle due partenze, divise per fasce d’età. In realtà i corridori non sono molti, 62 in tutto, ma quelli che ci sono, alcuni provenienti anche da lontano, esprimono il meglio del ciclismo amatoriale dell’Italia Nordoccidentale.

Si parte alle 15,30 con il sole che picchia e scalda anche le suole delle scarpe. Ma i corridori si buttano a capofitto con passione nella loro avventura e non sentono altro che l’aria che ostacola la marcia poi, un sorso dalla borraccia ogni tanto e i chilometri scorrono sotto le ruote come sempre.

Al primo passaggio da Baldissero assistiamo al tentativo di fuga di Most, Magnaldi, Maserati e un’altra decina di corridori, inseguiti da vicino da Aynaudi, Pacchiardo e la rimanente parte del gruppo che passa molto sfilacciato.

Al passaggio successivo troviamo in testa Mattia Magnaldi, Piva, Monti e Giacomo Benedetto, seguiti da una decina di corridori e questa volta la fuga sembra prendere consistenza.

Infatti è così, ma i battistrada non viaggiano in armonia e cercano la fuga nella fuga. Al terzo passaggio vediamo transitare nell’ordine, Piva, Roberto Monti, Nastasi, Maserati, un po’ avvantaggiati sugli immediati inseguitori, l’ultimo dei quali è il sornione Ferracin.

Fa caldo e le riserve idriche tendono a esaurirsi. I gruppi si frazionano sempre più e davanti rimangono in 9 a giocarsi la vittoria allo sprint.

Aspettiamo di vedere spuntare i battistrada dall’ultima curva ed eccoli là, mancano solo 150 metri ma il caldo e l’arrivo in salita ci tengono con il fiato sospeso. Pacchiardo non lascia scampo agli avversari. Esce dall’ultima curva con il veterano Ferracin a ruota, che ce la mette tutta fino all’ultimo metro, per passarlo, ma Pacchiardo fa ancora in tempo ad alzare le braccia in segno di vittoria, alla media di41, 830 km/h, superando proprio Ferracin, Mostaccioli, Maserati, Monti, Piva, Desovanni e Benedetto. Dopo un minuto arriva Alessandro Nervo, solitario e, a 4’, Nebiolo precede Nastasi, Accornero, Percelsi e poi, un po’ alla volta gli altri rimasti dei 19 arrivati su 32 partiti.

La corsa degli “over 50” parte subito dopo, con 30 concorrenti che non tardano a darsi battaglia e, infatti, al primo passaggio da Baldissero registriamo cinque fuggitivi, Morato, Merlo, Panepinto, Assom, e Pizzoco, dietro i quali, Taddio, Foravalle, Ghibaudo e Calvarese, cercano di farsi avanti.

Poco dopo il gruppo torna compatto ma subito evedono, Ragazzini, Monti, Benedetto, Merlo e Foravalle, che transitano al passaggio inseguiti da Morato, Caruso, Nervo e il gruppo sfilato un po’ indietro.

Nel finale di corsa i tre inseguitori riescono a riportarsi sui fuggitivi, i ma è già ora di prepararsi allo sprint finale, dove Monti fa valere le sue doti di maggior freschezza, tagliando il traguardo braccia al cielo alla media di 38,480 km/h, davanti a Merlo, Ragazzini, Foravalle, Morato, Benedetto, Caruso e Maurizio Nervo, un po’ staccato. A 2’ dal vincitore arriva Fausone (1° sgA), che precede Bossi, Calvarese e De Ponti (1° e 2° sgB) e poi gli altri rimasti, fino a completare i 21 che hanno tagliato il traguardo, tra i quali c’è anche la bravissima Samanta Bellinzona, unica donna presente oggi.

Facciamo ritorno al Bar Roma, dove il personale fatica a stare dietro alle esigenze degli accaldati e assetati corridori che tornano per ristorarsi. La classifica è presto fatta e la premiazione può avere inizio, non senza avere prima ricordato, tra gli applausi, la figura di Aldo Milesi e anche quella di sua nipote Maela. Un momento di commozione generale che lascia giustamente presto il posto all’allegria dei vincitori e vinti, premiati e fotografati a dovere.

Baldissero d’Alba ci troverà ancora qui il 24 settembre con l’8° Trofeo Roero Speed Bike e questa volta i giri da fare saranno 6, ma nell’ultimo si affronterà la variante del “Piccolo Stelvio”, lo strappo breve e arcigno che potrebbe fare da trampolino di lancio per chi vuole evitare gli arrivi allo sprint.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://photos.app.goo.gl/7DuyMnOd8iwjlHEx1

 

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

classifica Baldissero

[...]