Campionati Italiani Fondo

Italiano Fondo Cicloturistico

Italian Off Road

Stella Alpina

Brevetti – raid – randonnèe su strada e mtb

Coordinamenti regionali

Comitati provinciali

 

agosto: 2018
L M M G V S D
« lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Archivio notizie

PROSSIME GARE CUNEO E TORINO

PROSSIME GARE ACSI CUNEO E TORINO 2018

PROSSIME GARE ACSI CUNEO E TORINO 2018

 

======================================================================

SABATO  25 AGOSTO 2018 – BOSSOLASCO (Cn)

Organizza: Ciclismo Divino – “Pedalata con il Campione” – Cicloturistica con Gianni Bugno e Conti

Ritrovo: ore 8,30 – Piazza Oberto (Sede Montana Alta Langa) – Bossolasco

Partenza: ore 9,00

Percorso: BOSSOLASCO Piazza Oberto, Corso Della Valle, SP 32, MURAZZANO, SP32, SP 31, –SAN BENEDETTO BELBO, Località Monastero, CAMERANA, Località San Giovanni Belbo SAN BENEDETTO BELBO, Località Monastero, MURAZZANO, SP32, SP 31, BOSSOLASCO, Corso Travaglio, SP 162, Piazza Oberto.,– Km 40

======================================================================

SABATO 25 AGOSTO 2018 – ALBARETTO TORRE (Cn)

Organizza: Ciclismo Divino– 8ªProva Camp.Regionale Montagna – Cronoscalata

Ritrovo: ore 16.00 – Piazza

Partenza: ore 17.00 – da Sinio – uno ogni minuto

Percorso: Sinio Albaretto Torre  – Km.6,2 – Pendenza media 6,7% massima 20% – Disl.410 mt.

====================================================================

DOMENICA 26 AGOSTO 2018 – SANTO STEFANO BELBO  (Cn)

Organizza: Ciclismo Divino – GRAN FONDO SAN MAURIZIO 1619 – Cicloturistica

Ritrovo: ore 7.00 – Piazza Umberto I – Santo Stefano Belbo

Partenza: ore 8,30

Percorso GF: SANTO STEFANO BELBO, Corso Piave, SP 592, COSSANO BELBO, SP592, SP 31, Località Scorrone, CASTINO, SP 429,CORTEMILIA, SP 429, Corso Einaudi, SP 439, Strada Comunale per Bergolo, BERGOLO, SP114, SP212 LEVICE, SP212, PRUNETTO, SP212, SP53 MONESIGLIO, SP 439, GORZEGNO, SP439, bivio per Chiaggi, Località Chiaggi, NIELLA BELBO, Località San Giovanni, Strada Panoramica, SP31, S. BENEDETTO BELBO, SP31, MURAZZANO, SP31, BOSSOLASCO, Corso Travaglio, Via Della Valle, SP 32, SERRAVALLE LANGHE, SP32, CERRETTO LANGHE,SP 32, ARGUELLO, SP32, ALBARETTO TORRE, SP32, LEQUIO BERRIA, SP32, SP106, BENEVELLO, SP106, Località Manera, SP 429 BORGOMALE, SP429, CASTINO, Località Campetto, SP592, Località Sant’Elena, SP265, MANGO, SP 265, SP 51, CAMO, SP190, SANTO STEFANO BELBO, Strada Montaldi, Via San Maurizio, Relais San Maurizio. Km 130

====================================================================

DOMENICA 26 AGOSTO 2018 – MONTELUPO ALBESE  (Cn)

Organizza: Dynamic Center – 7ª prova Camp. Provinciale MTB – 13ª prova Coppa Acsi Piemonte

Ritrovo: ore 8,30 – Piazza Castello – Montelupo Albese

Partenza: : ore 10,00 J/S/V – ore 10,01 D/G/SgA/SgB/F/Pr

Percorso: 3 e 2 giri di 7,5 km e 300 m di dislivello

SABATO 1 SETTEMBRE 2018 – CARMAGNOLA (To)

Organizza:  Pedale Carmagnolese –6ªProva Campionato Provinciale Cicloturismo

Ritrovo: ore 13.40 –Centro Sportivo Carma Sport, C.so Roma, 24

Partenza: ore 14.30

Percorso:Km.60

====================================================================

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2018 – ALBA  (Cn)

Organizza: Dynamic Center – 8ª prova Camp. Provinciale MTB – 14ª prova Coppa Acsi Piemonte – 1ª prova Campionato Autunnale

Ritrovo: ore 8,30 – Impianti Sportivi – loc. San Cassiano – str. Castel Gherlone – Alba

Partenza: : ore 10,00 J/S/V – ore 10,01 D/G/SgA/SgB/F/Pr

Percorso: misto

====================================================================

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2018 – MONASTEROLO DI SAVIGLIANO – ALBA  (Cn)

Organizza:  Va Mac in Bici – 11ª prova Campionato Provinciale Strada

Ritrovo: 13,30 – Circolo Acli –Piazza Castello 5/A – Monasterolo

Partenze : ore 15,00 D/J/S/V – ore 15,03 G/SgA/SgB/F

Percorso Monasterolo di Savigliano (Via Mazzini, Via Roma, Via Scarnafigi), SP 129, Scarnafigi, SP 133, Villanova Solaro, Ruffia, SP 166, Monasterolo – 5 giri per Km. 82

Pacco gara e rinfresco

 

 

SABATO 8 SETTEMBRE 2018 – CARMAGNOLA (To)

Organizza: Audax Bike Carmagnola – Cicloturismo – Randonnèe della Vendemmia

7ª Prova Campionato Provinciale Cuneo e Torino Cicloturismo

Ritrovo: ore 13.30 – Sede Alpini – via Quintino Sella, 52- Carmagnola

Partenza Cicloturistica : dalle ore 14,30 alle ore 15.00 –Km 65

Partenza Cicloturistica: ore 9,30 – km 65

====================================================================

SABATO 8 SETTEMBRE 2018 – POLONGHERA (Cn)

Organizza: Ciclo Polonghera – 23ª  G.P. Donatori di Sangue- 9ª Prova Camp. Prov. Strada Torino

Ritrovo: ore 13.00 – Ala comunale – via Umberto 1°, Polonghera

Partenze: Partenze: ore 14.30 D/J/S/V – ore 14.33 G/SgA/SgB/F

Percorso: Polonghera (SP663), Moretta (SP141), Murello (SP189), Polonghera (SP170) – 5 giri per Km.86

=========================================================================

DOMENICA 9 SETTEMBRE 2018 – GRANFONDO DI TORINO
====================================================================

DOMENICA 9 SETTEMBRE 2018 – CARMAGNOLA (To)

Organizza: Audax Bike Carmagnola – Pepe…Rando – Randonnèe

Ritrovo: dalle ore 6,30 alle 8,00 – Sede Alpini – via Quintino Sella, 52- Carmagnola

Partenza Cicloturistica : dalle ore 8,30

Percorsi: km 110 e km 200

Pasta Party per tutti

====================================================================

DOMENICA 9 SETTEMBRE 2018 – ALBA (Cn)

Organizza: Alba Bike Team – Cicloturismo – 3ªMedioFondo del Tartufo

Ritrovo: ore 7.30 – Centro Sportivo Augusto Manzo – San Cassiano – p.le Gianolio – Alba

Partenza alla francese: dalle ore 8,30 alle ore 9.30

Percorso lungo: Alba, Borbore, Castellinaldo, Priocca, Govone, S.Martino Alfieri, Motta, Castagnole Lanze, Neive, Trestelle, Treiso, Cappelletto, Manera, Benevello. Tre Cunei, Pedaggera, Roddino,

Monforte, Barolo, La Morra, S. Maria, Gallo, Alba – Km.100

Percorso corto: Alba, Borbore, Castellinaldo, Priocca, Govone, S.Martino Alfieri, Motta, Castagnole       Lanze, Neive, Trestelle, Treiso, Cappelletto, Madonna di Como, Alba – Km 60

======================================================================

DOMENICA 9 SETTEMBRE 2018 – BALDISSERO D’ALBA  (Cn)

Organizza: Tecnobike Bra – 9ª prova Camp. Provinciale MTB

Ritrovo: ore 8,30 – Nuovo Bar Roma – Baldissero

Partenza: : ore 10,00 J/S/V – ore 10,01 D/G/SgA/SgB/F/Pr

Percorso: misto

====================================================================

SABATO 15 SETTEMBRE 2018 – PANCALIERI (To)

Organizza: Team Bike Pancalieri – 6°G.P. Chialva Menta – 10ª Prova Campionato Provinciale TO

Ritrovo: ore 13.30 – Bar Filanda – via Principe Amedeo, 25

Partenza: ore 14.45 D/J/S/Veterani – 14.47 G/SgA/SgB/F

Percorso: Pancalieri (SP129), Circonvallazione Vigone (SP139), Cercenesco (SP138), Virle

(SP141), Pancalieri – 4 giri per Km.75

======================================================================

 

 …

[...]

CUNEO: USSEAUX-COLLE FINESTRE 4.08.2018

CICLOSCALATA USSEAUX – COLLE DELLE FINESTRE

PRANDI SI RIPETE A DISTANZA DI UN ANNO

 Usseaux (TO) 4 agosto 2018. Nel bellissimo borgo alpino si è svolta per il terzo anno consecutivo la gara che dal paese di Usseaux porta fino al Colle delle Finestre, vera e propria salita simbolo del ciclismo, italiano e non solo. La prova, valevole come sesta prova del Campionato Piemontese della Montagna ACSI e come quarta prova del Campionato Provinciale ACSI, è stata ottimamente organizzata dell’ASD GSR Alpina ed ha attirato ben 72 specialisti, provenienti oltre che dal Piemonte, anche dalla Lombardia, Liguria e Valle d’Aosta.  Il Colle delle Finestre è stato scalato dal versante considerato  meno “nobile”,  in quanto da questo lato non è presente lo sterrato, ma non per questo meno impegnativo. La salita misura infatti nel suo insieme 11,4 km, ha una pendenza media dell’8% e massima del 13%, il dislivello è pari a 770m, ed è assolutamente irregolare, per cui costringe ad una attenta gestione dello sforzo.

Alle 14.30 viene dato il via all’ingresso del paese. Subito il ritmo è piuttosto sostenuto e nel giro di un paio di km restano, in testa, una quindicina di corridori, destinati a rimanere in dieci dopo l’abitato di Balboutet. Da qui in avanti il ritmo sale ulteriormente. In testa restano in tre, Cairoli, Prandi e Bordone, seguiti a circa 150 m da Ramella e Beltrami, e, ad una distanza analoga, da Giraud, Vergnano, Girotti, Duran ed Acuto.  Fino a Pian dell’Alpe le cose sostanzialmente non cambiano, i distacchi non si incrementano in modo significativo, la salita procede a gradini, e per questo motivo non consente una selezione decisiva.  Si nota l’azione continua, ma anche dispendiosa, di Cairoli che cerca in tutti i modi di scrollarsi di dosso, senza riuscirci, Prandi e Bordone.  E’ a Pian dell’Alpe che i  distacchi tra i vari gruppetti si dilatano. La pendenza non eccessiva  consente infatti ai più freschi un deciso cambio di ritmo. E sono gli ultimi 3 km a decretare le sorti della gara. Al parziale cedimento di Cairoli, rispondono Prandi e Bordone con un allungo davvero implacabile.  Negli ultimi 600 m si assiste infine all’assolo di Prandi che vince la gara in modo perentorio con il tempo record di 35’.20”.  Dietro di lui Bordone (primo Junior).  Segue l’arrivo del terzo classificato Cairoli (primo veterano1). Poi, ad un minuto abbondante, Beltrami (primo senior1), e quindi Ramella, quest’oggi un po’ sottotono. A seguire Giraud (primo senior2), Girotti,  Vergnano, Duran ed Acuto (primo gentleman2) che chiude la top ten. Nelle altre categorie successi  del debuttante Gualtierotti, del gentleman1 Novelli,  del  supergentlemanA  Monteleone e del supergentlemanB  Champvillair. Tutti nomi ben noti nel mondo delle gare in salita.

Tra le donne bella vittoria di Roberta Bussone, 37° assoluta con il tempo di 43’.40”.

Da segnalare, come ospite, anche la presenza della professionista ucraina Elena Novikova, specialista della pista e delle gare endurance, reduce dell’Iron Bike, e madrina della manifestazione.

La corsa odierna fa parte del Trittico denominato “Sfida al Campione” , che prevede giovedì 09 agosto la Novalesa-Moncenisio, decana delle gare valsusine, ed il 17 agosto la cronoscalata Cesana-Sestriere. Nel caso della gara odierna il Campione è Fabio Felline, il cui tempo di riferimento è 33’27”. Prandi è riuscito a migliorare il precedente record, segnato nel 2016 da Andrea Timo, a dimostrazione della qualità della sua prestazione odierna. Anche i tempi di molti altri concorrenti  risultano complessivamente migliori rispetto alle precedenti edizioni,   a dimostrazione di una crescita generale delle prestazioni degli amatori dediti alla salita.

Dopo le chiacchiere ed i confronti di rito, si scende a valle, rinfrescati da un temporale per nulla fastidioso, vista la calura di questi giorni. Ad attendere i corridori un ricco rinfresco organizzato della proloco ed una ricchissima premiazione, che chiudono una giornata di sport davvero piacevole e serena.

                                                                                                                                                           Riccardo Acuto

classifica Usseaux 4.08.18

[...]

CUNEO: CLASSIFICA CAMPIONATO PROV. MTB 2018

CLASSIFICA CAMPIONATO PROVINCIALE CUNEO MTB 2018

CLASSIFICA CAMPIONATO MTB CN

[...]

CUNEO: RORACCO 29.07.2018

BOCCARDO E FERRACIN EROI DEL BASSO PIEMONTE

Nel 2° Memorial Andrea Ricca di Roracco

 

Roracco (Cn) 29.07.2018. In una mattinata dalla temperatura gradevole, consona al periodo estivo, ci ritroviamo a Roracco (CN), comune agricolo ai piedi delle belle Alpi Marittime, per disputare la seconda edizione del “Memorial Andrea Ricca”, che per l’occasione è anche 10ª prova di Campionato Provinciale Cuneo.

Ovviamente è presente, festosa e colorata, la nutrita compagine locale del “Roracco”, dirigenti e corridori, schierata alla partenza nella foto di rito e protagonista in corsa con diversi validi elementi.

La competizione si è svolta su percorso movimentato e assai interessante, da un punto di vista tecnico, consentendo questo a diverse tipologie di corridori di ambire al successo: dai velocisti, capaci di superare indenni i lunghi falsopiani e le brevi erte che adducono a Villanova di Mondovì, ai passisti che, sentendosi battuti in un arrivo in volata, si gettano in ripetuti assalti nelle porzioni di percorso a loro più favorevoli e congegnali.

Con 116 partecipanti, in rappresentanza di 48 associazioni, si preparano le due le partenze, distinte come di consueto, in base all’età e con una partecipazione numerica all’evento, finalmente congrua allo svolgimento di una gara che si possa definire tale.

La corsa dei “giovani” prendeva velocemente l’abbrivio nella breve discesa in direzione di Pianfei. I tre quarti della prima tornata – tre complessivamente i giri, per un’ottantina di chilometri -, si contraddistinguevano per una serie di scaramucce fino a che, in prossimità della salita al cui culmine vi era lo “spartiacque” fra i tratti di falsopiano e la conseguente discesa che avrebbe riportato i corridori in prossimità di Roracco, si sganciavano in cinque: il tetragono Monti (Vigor Cycling Team), lo scalatore Viglione, (Team Ucsa), il completo Basile (Vigor Sky Bikers), un corridore della “Roracco” e un altro; gruppetto che verrà poi ripreso a metà del secondo giro. Al ricongiungimento, partiva l’indomito Boccardo (Team Poirinese) che vinceva perciò in solitaria il traguardo volante e proseguiva deciso con l’intenzione di “tirare diritto” per andare all’arrivo. Nel frattempo un drappello di corridori riusciva a staccarsi dal gruppo, frazionatosi a sua volta in più gruppetti, e a ricongiungersi col fuggitivo che, per nulla intimorito dall’essere stato ripreso, ripartiva convinto e giungeva solitario al traguardo alla notevole media, visto che di pianura ve ne fosse stata ben poca, di 44,22 km/h.

Transitava secondo Carlini (Arredamenti Berutti) che anticipava il gruppetto degli immediati inseguitori, regolato in volata da Giordano (Cicli Giordano) su Lentini (Progetto Ciclismo Santena), Caresio (Pedalando in Langa) e Riva (Roero Speed Bike).

Analogamente alla prima partenza, la corsa dei più anziani s’infiammava appena la bandierina del giudice di corsa si abbassava. Una fila allungatissima di corridori si gettava nella breve ma veloce discesa in direzione della prima asperità di giornata,  poco più che un cavalcavia, la quale, affrontata di slancio, era comunque in grado di portare subito in avanscoperta undici elementi fra i quali ricordiamo: Mauro Carbone (Arredamenti Berutti), Benedetto (ASD Pessionese), Garuti (HTC 39), Costantini (Arredamenti Berutti), Dall’Osto (ASD Pessionese), Stefano Carbone (Isolmant), Ragazzini (Ciadit Cicli Sumin), Piacenza (Cavallino Rosso), Bosticco (Ciclo Polonghera), Buttaglieri (Gruppo Ciclistico Quinto al Mare), Ferracin (Vigor Cycling Team).

Gli avanguardisti, resosi conto del piccolo vantaggio preso sul gruppo degli immediati inseguitori, insistevano nell’azione fino a distanziarsi definitivamente da essi. In seguito, perdeva contatto dai fuggitivi il veloce Carbone, forse provato dall’andatura sostenuta. La fuga procedeva ordinatamente e senza scosse fino al traguardo volante, vinto in volata dal ligure Buttaglieri su Bosticco e Stefano Carbone.

All’ultima tornata, superata la breve salita seguente all’attraversamento di Villanova di Mondovì, tentava l’assolo solitario Carbone, prontamente seguito da Ragazzini. Il duo era ripreso da quello che era rimasto del drappello iniziale, ora ristrettosi a sei unità. Sei unità che procedevano fra scatti e contro scatti nel tentativo di sorprendere chi era palesemente votato alla vittoria, cioè il forte Ferracin che, ottemperando alle proprie caratteristiche di “uomo veloce”, sopravanzava nettamente, in una volata a ranghi ristretti, Buttaglieri, Bosticco e Piacenza. Attardati di una manciata di metri Ragazzini e Carbone.

A seguire Dall’Osto, Costantini, Garuti, Benedetto. Poco dopo un duo che si era formato con l’obbiettivo di riportarsi sulla fuga, costituito dallo scalatore Magnaldi (Team De Rosa Santini) e dal polivalente Grappeja (Team Bike Pancalieri), poi ancora Dell’Atti che regolava in volata un esiguo gruppetto di corridori.

Ventottesima assoluta transitava la pervicace Stefania Sensi (Progetto Ciclismo Santena) che prevaleva così su Samantha Arnaudo (Cicli Pepino).

La corsa si concludeva nello spazio fieristico approntato innanzi alla chiesa di Roracco, ove si trovava sontuoso e gradito buffet predisposto dall’organizzazione e festosamente accolto dai partecipanti, amici e famigliari di questi.

Si procedeva quindi alle premiazioni del “traguardo volante” come di quello assoluto, in un clima ilare, divertito e composto come dovrebbe essere al termine di ogni riunione sportiva, con l’augurio di ritrovarci il prossimo anno, sempre più numerosi, sullo stesso bel tracciato.

Il Campionato Cuneese Strada vede ora al comando, Sacchetto, Davide Carlini, Mostaccioli, Gazzola, Finotto, Bosticco, Alparone, Costantini e Marino Giuliano.rispettivamente nelle categorie junior, senior 1 e 2, veterani 1 e 2, gentleman 1 e 2, sgA e sgB. Prossima prova il 2 settembre a Polonghera.

Le foto della gara e della premiazione sono visibili cliccando sul seguente link: https://photos.app.goo.gl/rE2RUVEWJQQEkT9A6

                                                                                                                      Guido Ragazzini

classifica Roracco 29.07.18

STRADA PROV CUNEO 2018

[...]

CUNEO: RACCONIGI 15.07.2018

I DOMINATORI DELLA 2ª SERIE SONO: SACCHETTO, BESSONE, ANGARAMO, CAPELLO, CARBONE, LOVERA, PERDICHIZZI E ISOARDO

Termina a Racconigi il Campionato Provinciale di Cuneo

 

Racconigi (Cn), 15 luglio 2018 – Volge all’epilogo il Campionato Provinciale di 2ª serie e lo fa in una giornata estiva ma con temperature non eccessive. Al 2° Trofeo Bar Mario ci sono tutti i candidati alla vittoria finale ma a conti fatti i partecipanti non raggiungono neanche il numero sindacale: 97 in totale. Ci si chiede se vale la pena continuare a organizzare corse di 2ª serie.

Ma veniamo alla cronaca. La manifestazione, articolata nelle classiche due partenze, prende l’avvio alle 9,30. I primi a partire sono i 39 atleti di prima fascia, tra i quali domina come numero di partecipanti, 9 su 39, come forze e come iniziative battagliere l’ASD Roracco. Tanto di cappello a un’associazione che sa tenere uniti i propri membri pronti a lottare per raggiungere gli obiettivi prefissati. E, infatti, dopo una corsa combattuta, con alcuni tentativi di fuga, dentro i quali c’era sempre un atleta Roracco, a presentarsi al cospetto dello striscione d’arrivo, dopo i quattro giri del circuito Racconigi, Cavallerleone, Ruffia, Murello, Racconigi, sono in due Matteo Bruno e Simone Ghio e proprio quest’ultimo, dell’ASD Roracco, dopo una bella volata, taglia il traguardo braccia al cielo coprendo i quasi 74 chilometri alla media di 42,400 km/h. Terzo è Bianco, seguito da Gazzola, Marengo, Domenino, Sacchetto, Bessone e Zavattero. L’ASD Roracco piazza 6 corridori nei primi 9 classificati e si aggiudica il titolo di Campione Provinciale nelle categorie junior, senior 1 e senior 2 rispettivamente con Lorenzo Sacchetto, Jacopo Bessone e Giuseppe Angaramo. Il titolo nei veterani1 è vinto dal polongherese Fabio Capello mentre quello dei veterani2 non è assegnato per mancanza di partecipanti.

Altrettanto combattuta ma molto meno veloce la corsa dei 58 “seconda fascia”. Al termine di una gara quasi sempre a gruppo compatto, pedalata alla media di 36,690 km/h, riescono a evadere Sabre e Ciliberti ed è proprio quest’ultimo che ha la meglio.

Alle loro spalle, la volata del gruppo è dominata da Bestetti, che si lascia alle spalle Arrigo, Minucciani, Viroletti, Viviano, Giletta, Lovera, Licheri, Isoardo, Carbone e tutto il resto del gruppo, nel quale c’è anche la sanremese Laura Semeria.

In questa fascia le maglie di Campione vanno a Mauro Carbone, Roberto Lovera, Giuseppe Perdichizzi e Giovanni Isoardo, rispettivamente nelle categorie gentleman1 e 2, sgA e sgB.

La premiazione è come al solito pronta e servita all’interno del Bar Mario ma le foto dei vincitori biancorosso vestiti la facciamo davanti al castello di Racconigi, molto più suggestivo che una pur dignitosa sala per giocare a carte.

Si chiude questo campionato ma i punti acquisiti oggi verranno utili ai torinesi che domenica prossima a La Loggia lotteranno per la conquista della maglia con il simbolo del “turet”.

Le foto della corsa e premiazione sono visibili e scaricabili al seguente collegamento web:

https://photos.app.goo.gl/drDiBesP7gi9GkW16

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

classifica racconigi 15.07.18

STRADA CUNEO PROV 2ª SERIE 2018

[...]

CUNEO: CLASS. FINALE PROV. 2ª SERIE

CLASSIFICA FINALE CAMPIONATO PROVINCIALE 2ª SERIE CUNEO 2018

STRADA CUNEO PROV 2ª SERIE 2018

[...]

CUNEO: POLONGHERA 12.07.2018

             Cronaca “Memorial Michele Grosso”/ Polonghera 12/ 07/2018

Un’iprovvisa e violenta grandinata stronca il bel circuito serale di Polonghera

 

In una giornata moderatamente calda, ma afosa, ci ritroviamo a Polonghera, paese agricolo della provincia di Cuneo, per disputare il “Memorial Michele Grosso” nel consueto tracciato che si snoda attraverso il paese di cui sopra.

Una classica serale nella quale tutti hanno l’opportunità di fare bene, com’è tipico per i percorsi cittadini: dai velocisti, che sornioni sperano in un arrivo in volata, ai passisti – finisseur che tentano di anticipare i primi con azioni solitarie a pochi chilometri dall’arrivo o con fughe “da lontano”.

In detti percorsi vengono inoltre premiati coloro che dimostrano particolare abilità nella conduzione del mezzo, rendendo così queste prove assai interessanti e divertenti sia per i partecipanti come per gli spettatori che assistono alle prodezze dei primi.

Purtroppo, per ragioni che sono state esaurientemente spiegate da Valerio Zuliani e poi da Lorenzo Garro sulle pagine dell’ACSI, molte delle cosiddette “serali” sono state cancellate dal calendario con rammarico e dispiacere del movimento tutto che si è visto così privare della possibilità di partecipare a competizioni infrasettimanali, in previsione delle più impegnative competizioni del sabato come della domenica.

Veniamo ora nello specifico dell’andamento della corsa riservata alla seconda fascia d’età, gara che iniziava nel segno dei dirigenti e corridori del “Ciclo Polonghera”, accorsi in quantità ad onorare la corsa di “casa” e festosamente radunatisi in testa al gruppo per la foto di rito.

Sin dalla partenza assistevamo ad una serie di scaramucce che il gruppo, subito allungato, prontamente rintuzzava.

Tanti i tentativi, per lo più infruttuosi, di prendere il largo, fino a che un nutrito drappello, intorno alla quarta tornata, riusciva a sganciarsi per portarsi in avanscoperta.

Si trovavano così in fuga una dozzina di corridori tra cui ricordiamo: Bosticco (Ciclo Polonghera), Gaule (Idem), Dall’Osto (ASD Pessionese), Bonato (Team Santysiak), Olivero (Idem), Perucca (Team Bike Pancalieri), Grappeja (Idem), Ferracin (Vigor Cycling Team), Fariano (Idem), Piacenza (Cavallino Rosso), Ragazzini (Ciadit Cicli Sumin) ed un altro di cui ricordiamo solo le insegne, “Cicli Pepino”.

Chiediamo anticipatamente scusa a coloro di cui ci siamo dimenticati, ma, prima che la fuga prendesse l’abbrivio, continui erano stati gli avvicendamenti in testa al gruppo.

Tuttavia, appena si credeva consolidata la fuga, questa “esplodeva” per mano di coloro che, sentendosi battuti in un arrivo in volata, o sentendosi più sicuri in un arrivo a ranghi ristretti, tentavano di sfoltire ulteriormente il plotoncino scattando a ripetizione, pur mancando parecchi giri all’arrivo.

Tentativo questo che andava in porto su iniziativa di Ferracin che, con un potente allungo, si portava in avanscoperta, seguito lesto dal solo Bosticco.

Il duo prendeva una quindicina, ventina di secondi di vantaggio sugli ex compagni di fuga, che divenivano perciò inseguitori, fino a frazionarsi loro stessi in gruppetti di tre, quattro elementi ciascuno, a causa della sferza del vento che stava montando impetuoso, annunciando quegli sconquassi che si sarebbero abbattuti da lì a poco su Polonghera.

Era infatti una violenta grandinata, unita a forti raffiche di vento, ad indurre avvedutamente i giudici di gara ed organizzatori a porre anzitempo fine alla contesa intimando lo stop a Ferracin e Bosticco come a coloro che si erano gettati al loro inseguimento.

La seconda partenza, in questo caso riservata ai più giovani, non prendeva neppure il via viste le scarse condizioni di sicurezza vigenti sul percorso dopo che il fortunale aveva flagellato il tracciato lasciando evidenti segni del proprio passaggio.

Naturalmente a chi si era iscritto alla seconda partenza è stato immediatamente rimborsato il costo dell’iscrizione. Ai partecipanti della prima invece, i brillanti organizzatori del Ciclo Polonghera hanno sorteggiato per i partecipanti ancora presenti, ancora intenti a gustarsi il meritato “pasta party” per tutti (anche quelli che non sono partiti), i 25 premi pronti per essere consegnati a tutti i classificati della prima corsa.

E così si è chiusa l’unica “serale” che ci era ancora rimasta e che prometteva, visto la qualità dei partecipanti, sicuro spettacolo.

 

Guido Ragazzini…

[...]

CUNEO: CIRCUITO SERALE DI BORGO SAN DALMAZZO

IL CIRCUITO SERALE DI BORGO SAN DALMAZZO NON SI FARA’ PIU’

Prime conseguenze della circolare Gabrielli che impone agli organizzatori oneri e spese insostenibili

Il Comune di Borgo San Dalmazzo, dovendo, o volendo, visto che è il Comune che deve decidere se applicare o no la “circolare”, ha deciso di annullare la storica corsa ciclistica serale che da mezzo secolo allietave una sera d’estate del bel paese pedemontano al fondo delle valli Stura, Gesso e Vermenagna.

Si compie così il primo atto di un provvedimento assurdo che non è neanche legge ma solo un sentimento di paura per quello che potrebbe capitare se qualcuno dovesse dare di matto a manifestazioni, gastronomiche, musicali, religiose e anche sportive, come nel nostro caso.

La “circolare” prevede che si nomini un responsabile alla sicurezza, che si realizzi un progetto e un piano di sicurezza, contanto di documentazione fotografica delle vie di fuga, che si predisponga del personale nei punti cruciali per l’eventuale evacuazione e non so quali altre trovate.

E’ inutile spiegare che le corse ciclistiche avvengono sulle strade e sono scortate da personale specializzato e che il numero dei partecipanti non è significativo al fine di un provvedimento di messa in sicurezza.

Mi auguro che gli altri comuni usino la “safety and security” (così si chiama la disposizione cui si attengono) come si dice in latino: “com grano salis” e ci lascino percorrere in libertà le nostre strade, a cavallo delle nostre biciclette che, se proprio vogliono metterci in sicurezza, dispongano dei controlli nei confronti degli automobilisti quasi sempre impegnati a parlere al telefono o addirittura a scrivere messaggi.

Qui di seguito allego l’articolo scritto sull’argomento oggetto della questione dalla storica penna di Lorenzo Garro

Ciclismo amatoriale Acsi/Cuneo

Il presidente della “Cicli Argirò – Pedona” annuncia la fine del glorioso Circuito di Borgo San Dalmazzo

Dalle notizie giornalistiche di questi giorni ho appreso una notizia che proprio non avrei voluto conoscere, una notizia inaspettata che, confesso, mi ha creato  un vero e sentito rammarico.

Il presidente Jhon Forneris nelle righe della notizia a sentenziato: “A causa di stringenti difficolta di sicurezza annulliamo lo storico  circuito preserale di Borgo San Dalmazzo”.

Comunicato in questo semplice modo, sembra una normale notizia, ma per un vecchio ed appassionato ciclista, sostenitore “da una vita” del ciclismo amatoriale,  la  notizia è traumatica.

Perdere questa manifestazione è sconvolgente perché si intacca un pezzo di storia ciclistica borgarina, una storia che se non erro è iniziata nel  lontano 1974.

Allora, l’attuale presidente gareggiava e vinceva, Jose Viale andava come un treno e Marco Tomatis cercava di contrastarlo, ma la loro passione per il ciclismo   era indiscutibile e, con ambizione, si spingevano ad operare per i ciclisti in genere organizzando spettacolari manifestazioni.

Il circuito preserale oggi finito,  si è tramandato sino ad oggi come circuito monumento, ed ha raggiunto nel 2017  la 42^ edizione.

Era un appuntamento che attirava tantissimi spettatori; molti era sostenitori, parenti o  conoscenti dei concorrenti  per cui,  il tifo, era sempre caloroso e garantito.

Ricordo che all’inizio il circuito era denominato “Trofeo Autofontana” e si svolgeva sulle centrali strade di Borgo ed era riservato alle file giovanili; in seguito è diventato per amatori e  nel 2009, per motivi di traffico, il centrale percorso,  ha traslato in Corso Barale.

Nel 2013 alla 38^ edizione,  l’ultima variazione con il cambio  della denominazione in “Circuito Città di Borgo – Medaglia d’Oro”.

Senza procedere ad approfondite  ricerche,  ricordo quelli che dal 2007 al 2017  hanno dato lustro alla manifestazione incamerando 2 strepitose vittorie: Danilo Lovera, Mattia Magnaldi, Simone Marzano, Alessandro Nervo, Roberto Ostorero.

Un plauso, sempre per lo stesso periodo, lo estendo alle coraggiose “donne” che  hanno conseguito la vittoria: Nazarena Angelini, Eugenia Caruso, Barbara Milone e Roberta Pilotto:                                                                                                                                  Oggi a questa magnifica storia, con vero rincrescimento, non solo mio, ma  di tutta la parrocchia ciclistica, sono costretto a  scrivere la triste parola:  “FINE”.

 

                                                                                             Lorenzo   Garro

Cuneo, 10/07/2018…

[...]

CUNEO: SALMOUR 30.06.2018

CLASSIFICA SALMOUR 2ª SERIE 30 GIUGNO 2018

classifica Salmour 30.06.18

[...]

CUNEO: CLASSIFICA PROVINCIALE STRADA

CLASSIFICA CAMPIONATO PROVINCIALE STRADA

STRADA PROV CUNEO 2018

[...]