Coordinamenti CSAIn

Coordinamenti Acsi

 

settembre: 2015
L M M G V S D
« ago   ott »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Archivio notizie

CUNEO: Racconigi 30.8.2015

A RACCONIGI

Pennella una vittoria dedicata – Verduci agguanta la vittoria sulla riga

 

Racconigi (Cn), 30 agosto 2015 – Torniamo sul circuito di Racconigi per la 5ª e penultima prova del Campionato Provinciale Acsi Cuneo e Torino di 2ª serie. Ci troviamo al Bar Mario in un’assolata e calda domenica di fine agosto. I più, quelli che ci sono stati, sono rientrati dalle ferie e scoprono che hanno ancora voglia di mettersi in gioco. L’occasione giusta è questo classico circuito pianeggiante che serve a riconciliare le gambe con il cicloagonismo.

Si parte alle 9,30 con 48 concorrenti sotto i 48 anni d’età. L’avvio è come sempre veloce, ma nel primo dei 4 giri in programma, nessuno riesce a creare un serio tentativo di fuga. Ci appostiamo sulla linea del traguardo, dove vediamo passare il gruppo compatto, dopo 17 km di corsa, guidato da Bertero, Mostaccioli, Bernardon e Sciarra.

Stessa situazione dopo la seconda tornata quando in testa al plotone troviamo Miletto, Iannone e Piva.

Nel terzo giro finalmente, Bertero e Revelli riescono a fare il vuoto. Dopo un breve inseguimento anche Pennella si unisce ai due battistrada. Cercano d’imitarlo Piva e Villa, ma dopo quasi 10 km di caccia vengono risucchiati dal gruppo.

Dalla nostra postazione sulla linea del traguardo vediamo transitare i tre battistrada, al suono della campana, con 52” sul plotone, tirato da Capello, Iorio, Mostaccioli e Sciarra.

Questa volta la fuga va in porto e i tre, tutti veterani, si avviano “quasi tranquillamente” verso il traguardo. Arrivati ai 300 metri, Vincenzo Pennella, della Barbero Bike, scatta improvvisamente e fa il vuoto. Per gli altri due non c’è più niente da fare. Vincenzo Pennella si rende conto di poter vincere e ai 100 metri inizia già a esultare. E continua a farlo fino a quando taglia il traguardo, alla media di 41,640 km/h. La sua è una vittoria che mancava da 20 anni, che dedica all’amico e compagno di squadra Alessandro Costantini, scomparso da appena due settimane, un corridore che ha lottato da vero campione contro un male inesorabile e devastante, che alla fine non gli ha lasciato scampo. Un bel pensiero e una dedica alla quale ci uniamo con tutta la Barbero Bike.

In seconda posizione si classifica Luca Bertero, davanti a Sergio Revelli.

La volata del gruppo arriva dopo 26” con il “fulmine” Mostaccioli che precede il veterano Poli, Sergio Fissore, Iorio, Quaglia, De Luca, Remondino, Biesso, Bernardon, Bertolotto, Sciarra, Rietto e Iannone.

Anche la corsa dei 66 “over 48” parte veloce e, al primo passaggio da Racconigi, la compagine transita compatta guidata da Antonio Bungaro, Canavoso e Maccarone.

Nella seconda tornata i tentativi d’evasione hanno scarso successo e il gruppo si ripresenta compatto al passaggio sulla linea del traguardo, con Donati, Isoardo, Cozzo, Nuzzo e La Martina a fare l’andatura.

La musica cambia nel terzo giro quando su iniziativa di Salvatico, Dell’Atti e Benedetto, seguiti subito dopo da Lodigiani, Dall’Osto, Bungaro e Verduci, cui si aggiungono Massano e Fornasari, un gruppetto di nove unità riesce a prendere il largo.

Al suono della campana che annuncia l’ultimo giro, i fuggitivi hanno 45” di vantaggio sul gruppo tirato da Canavoso, Pautasso, La Martina e Nigro, ma l’inseguimento è poco redditizio perché a 5 km dal traguardo i battistrada hanno aumentato il distacco a 1’30” e si preparano per il “rush” finale.

Ai 500 metri Paolo Fornasari sorprende tutti guadagnando una decina di metri sui compagni di fuga. Lo vediamo esultare negli ultimi 100 metri, certo della vittoria ma, come dice Trapattoni, “non dire gatto se non ce l’hai nel sacco”. Fornasari non ha fatto i conti con un velocista marpione come Verduci, uno che smette di pedalare solo dopo che ha tagliato il traguardo. Il gentleman dell’Alessandro Ercole si avventa come una furia sull’esultante Fornasari, ancora con le braccia al cielo e negli ultimissimi metri gli soffia la vittoria, come nel più classico dei bidoni. E’ già successo e succederà ancora ma, a chi capita di perdere così, fa male di sicuro. Terzo si classifica Benedetto, seguito dal 1° sgB, Massano, poi Bungaro, Lodigiani, Salvatico, Dell’Atti (1° sgA) e Dall’Osto.

Il gruppo arriva a 1’20”, battuto in volata da Nigro su Chiantore, Strano, Pasquale Nuzzo, Nardi, Canavoso e Matergia. Media della corsa: 41, 370 km/h.

Torniamo al Bar Mario, dove in breve è pronta la premiazione. Tre profumati mazzi di fiori vanno ai due vincitori e al primo sgB, naturalmente insieme agli altri premi spettanti. Si chiamano tutti i classificati per il ritiro della borsa prodotti e le foto di rito ma prima di chiudere diamo un’occhiata alle classifiche dei Campionati Provinciali di Torino e Cuneo. In quello di Torino sono in testa Iannone, De Luca, Poli, Nigro, Dall’Osto e Pitiddu mentre in quello di Cuneo a comandare la classifica sono Stella, Mostaccioli, Sciarra, Nardi, Dell’Atti e Isoardo, rispettivamente nelle categorie junior, senior, veterani, gentleman, sgA e sgB.

Prossima e ultima prova domenica 13 settembre a La Loggia, dove i nostri nuovi Campioni indosseranno la maglia del primato.

Le foto della corsa e premiazione finale sono consultabili cliccando sul seguente collegamento:

https://picasaweb.google.com/110336262776895138773/FotoRacconigi30Agosto2015

 Valerio Zuliani

Classifica Racconigi 30.8.2015 

[...]