Coordinamenti CSAIn

Coordinamenti Acsi

 

maggio: 2016
L M M G V S D
« apr   giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Archivio notizie

TORINO:Poirino 14.5.2016

LA GRANDINE NON FERMA GRIBAUDO E BENISSONE

1ª Prova Campionato Provinciale Torino e Cuneo 2ª serie

 

Poirino (To), 14 maggio 2016 – Sperando che il tempo non faccia brutti scherzi e facendo i dovuti scongiuri, visto che il “fantameteo” segnala leggere piogge sparse, ci rechiamo a Poirino per la 1ª Prova di Campionato Provinciale 2ª serie di Cuneo e Torino, organizzata dal Team Poirinese.

E’ un tipico dopopranzo, piacevolmente assolato, il sabato pomeriggio che accoglie i 201 concorrenti provenienti anche da lontano, venuti qua per misurarsi senza avere “tra i piedi” i più forti cicloamatori del nostro panorama ciclistico (che, in effetti, ci sono, ma solo per vedere e fare il tifo per i loro amici di 2ª serie).

Lentamente il Bar Caracolito si affolla di ciclisti che vengono a iscriversi alla corsa, un circuito pianeggiante che si snoda interamente, per 10 volte, sulla circonvallazione del paese, per deviare, solo nel finale, nel rettilineo al centro del paese, per un totale di 68 chilometri.

Alle 15 la “carovana” si sposta sulla circonvallazione, dove è dato il via, prima agli “under 50” e poi agli “over”, cioè (senza ironia) dai 50 in su.

I 109 “prima fascia” partono di gran carriera, con le varie scorte in macchina e in moto che accompagnano la corsa e, al primo passaggio dal nostro punto di osservazione, vediamo transitare Zanotti e Miletto in testa al gruppo allungatissimo.

Nella terza tornata Zanotti, Terroni e Gribaudo riescono a guadagnare 200 metri sul gruppo sempre più in fila, tirato da Fabris.

Ed è ancora Zanotti tra i più attivi a cercare una “via di fuga”. Lo vadiamo transitare insieme a Stocchino al quarto passaggio, ma il plotone è a soli 50 metri.

Arriviamo a metà gara che per l’occasione i brillanti organizzatori hanno voluto ravvivare inserendo un Traguardo Volante per i primi tre che vi transiteranno. Ad aggiudicarselo è il portacolori del Roracco, Eddy Allamando, che passa sulla linea con 150 metri su Crisafi e Poli.

La corsa procede senza grossi scossoni per altri due giri ma improvvisamente due nuvole, una proveniente da nord e una da sud, s’incontrano e oscurano il sole e il cielo terso. Poco dopo, qualche gocciolone inizia a cadere sulla strada. In un attimo il cielo diventa buio e le gocce si trasformano in chicchi di grandine sempre più fitta.

Così, senza neanche il tempo di cercare un ombrello, la bella giornata si trasforma in una tempesta delle più brutte mai osservate, rendendo difficile anche la visibilità, tanto che i giudici di corsa decidono di ridurre il numero dei giri e di fare terminare al più presto la gara.

Ci precipitiamo, correndo bagnati fradici, sul rettilineo d’arrivo per vedere chi sarà a vincere questa competizione, iniziata con i migliori auspici e “azzoppata” da questo improvviso e impetuoso temporale.

Pur non essendo preparati a un simile “disastro meteorologico”, riusciamo a organizzarci per le riprese dell’arrivo appena in tempo, prima di vedere comparire la macchina d’inizio gara seguita dalle moto di scorta e dai corridori.

La visibilità è ridottissima e i fari dei mezzi che accompagnano la corsa abbagliano la nostra visuale ma riusciamo fortunatamente a cogliere, con la nostra fedele fotocamera, bagnata fradicia anche lei, il gesto esultante di vittoria del primo che taglia il traguardo, lo junior cuneese Andrea Gribaudo, seguito a soli 6”, dallo junior Simone Marchiori, che vince la volata del gruppo, precedendo il veterano Dell’Erba, Oberto, Lanza, Quaglia, Biesso, Iorio, Pennella, Roasio, Terroni, Rietto, Rinaudo, Bordin e Taricco.

Il vincitore ha percorso i 54,4 km della corsa “ridotta” alla media di 41,680 km/h. Dei 109 partiti, solo 28 sono stati visti tagliare il traguardo.

Torniamo al gruppo dei 92 “over 50”, partito un paio di minuti dopo la prima gara, al cui interno ci sono anche due ragazze, Rosanna Raneri e Sarah De Santis.

Anche per loro il ritmo è subito alto e, al secondo passaggio, vediamo transitare Argenta, Zago e Daniele Gay, davanti al gruppo allungato.

Al passaggio successivo sono Bria, Benissone e Gay a guidare il plotone. Intanto ci avviciniamo al Traguardo Volante di metà gara, dove il vercellese Pasquale Nuzzo, piazza il suo sprint vincente, davanti a Isaia e Arneodo.

La corsa rimane compatta per un altro giro poi, mentre sta per scatenarsi l’uragano di cui abbiamo già detto nella cronaca della gara precedente, una ventina di corridori riesce a prendere il largo. Da questi evade Salvatore Benissone, che si avvantaggia ulteriormente quando si entra nella bufera e molti concorrenti battono in ritirata e vanno direttamente a cambiarsi. Altri proseguono la corsa fino a che, per ragioni di sicurezza, un addetto della Polizia Municipale, la fa deviare anzitempo verso il centro cittadino, in direzione opposta a quella originale da cui si dovrebbe arrivare.

Solo il fuggitivo Benissone si presenta al traguardo, arrivando dalla parte sbagliata, ma non è colpa sua ed è giusto dargli il merito della vittoria. Tutti gli altri saranno considerati a pari merito e la gara sarà ritenuta nulla ai fini delle varie classifiche.

Bagnati fino al midollo, facciamo ritorno al Bar Caracolito, dove per fortuna la temperatura è un po’ più calda che fuori. Qui la confusione è colossale e il bar è invaso dall’acqua che gocciola da chi vi ha cercato riparo e ristoro.

In un tempo relativamente breve si ritorna alla normalità di una giornata “semplicemente” piovosa e si “ostentano” le uniche classifiche possibili, quella della prima gara e quella dei due Traguardi Volanti.

La ricca premiazione, con cesti, borse prodotti e confezioni di vino, avviene come da copione per i protagonisti della prima gara e per il vincitore della seconda, applauditi e fotografati dagli obiettivi appannati, nell’umidità generale.

Con un bel gesto, gli organizzatori hanno voluto premiare i partecipanti della seconda gara ancora presenti, sorteggiando per loro tutti i premi dedicati a questa corsa, così, una volta tanto, anche chi non è solito andare a casa con una “borsa”, un cesto o un altro oggetto, riesce a vincere qualcosa. Si dice spesso che non si va a correre per i premi ma per la bellezza e il piacere della gara e questo potrebbe essere un modo per premiare anche coloro che seppur essendo meno dotati, grazie alla loro partecipazione, senza la quale una manifestazione agonistica non avrebbe senso, contribuiscono a rendere importante la prestazione dei più bravi.

Con il freddo nelle ossa e le scarpe piene d’acqua usciamo, mentre fuori ancora piove, ma con meno intensità, a ricuperare i nostri oggetti tecnici, cartelli, striscioni, giubbotti, lampeggianti, bandiere e altro, che ci serviranno domani per altre manifestazioni.

Mentre un ironico sole torna a fare capolino sul tardo pomeriggio di Poirino, con il riscaldamento dell’auto a manetta, facciamo ritorno a casa.

Le foto della corsa e premiazione finale sono consultabili cliccando sul seguente collegamento:

https://picasaweb.google.com/110336262776895138773/6285340268563384353

Valerio Zuliani

Classifica Poirino 14.5.2016

 …

[...]

ACSI CICLISMO- SABATO SI è CORSA LA CASAZZA//COLLE GALLO DEDICATA a: ELZO, GIANLUIGI E ANNA FARINOTTI

Acsi Ciclismo

 Mauro Galbignani primo al Santuario della Madonna dei Ciclisti

  Mauro Galbignani, solitario arrivo al Colle Gallo dopo una gara percorsa sempre all’attacco, alle sue spalle con un distacco di 6” Andrea Vassalli che piano/piano sta raggiungendo la condizione migliore, terzo posto a 8” il Trentino Maurizio Anzelini, la manifestazione è promossa dalla Cascina Fiorita Team Morselli e dedicata a: Elzo, Gianluigi e Anna Farinotti. Il via veniva dato da Casazza e dopo un breve tratto pianeggiante all’uscita da centro abitato la strada incominciava a salire verso Garverina, alle Terme la fila dei concorrenti era già alquanto allungata, a Gaverina alta sono una quindicina i corridori con un lieve vantaggio sul resto del gruppo,  poi fra gli attaccanti incominciano gli allunghi sempre più frequenti, a questo punto il varesino Mauro Galbignani che veste i Colori della bresciana Aurora 98, rompe gli indugi, uno, due e tre scatti riesce a staccare gli avversari, la sua pedalata è alquanto possente e redditizia per cui nessuno riuscirà più a riprenderlo, taglia il traguardo solitario fra gli applausi dei molti convenuti a questa interessante competizione la quale viene riproposta per la ventiduesima volta.

                                                                                              G.Fanton

ARRIVO ASSOLUTA: 1. Mauro Galbignani (Aurora 98) Km.6,7 in 16’38”; 2. Andrea Vassalli (Marinelli) 16’44”; 3. Maurizio Anzelini (Tean Bici Sport) 16’46; 4. Andrea Lanfranchi; 5. Matteo Avogadro; 6. Cristian Boffelli; 7. Marco Zilioli. ARRIVI di CATEGORIA: JUNIOR: 1. Andrea Lanfranchi (La Recastello); 2. Matteo Avogadro (Barcella Giuliano); 3. Cristian Boffelli (PavanFree Bike); 4. Ibanez Jorge Philipeson; 5. Mattia Bertelli; 6. Daminano Roda; 7. Giorgio Vedovati. SENIOR. A): 1. Andrea Vassalli (Marinelli Vedovati); 2. Matteo Maffeis (Crazy Bike Orezzo); 3. Fabio Bertocchi (Team Morotti); 4. Michele palmeri; 5. Gabriele Feriti; 6. Ivan Taffi. SENIOR. B): 1. Maurizio Azelini (Bici Sport); 2. Giordano Bonfanti (La Recastello); 3. Paolo Gamba (Verdellino); 4. Tommaso Lando; 5. Bernardo Bellicini; 6. Daniele Pendezza; 7. Robert Acerbis. VETERANI. A): 1.Mauro Galbignani (Aurora 98); 2. Cristiano Renzi (La Recastello); 3. Davide Carrubba (Rampi Brianza); 4. Gialuca Pè; 5. Dario Maldarelli; 6. Emanuele Carrubba; 7. Josè Cordova Alcocer. VETERANI. B): 1. Roberto Guidi (Crazy Bikers Orezzo); 2. Stefano Merelli (La Recastello); 3. Fabio Paganelli (Breviario); 4. Stefano Scandella; 5. Claudio Vaira; 6. Roberto Personeni; 7. Ivan Carminati. GENTLEMEN. A): 1. Marco Zilioli (Magni Flandes); 2. Paolo Previtali (Breviario); 3. Alberto Corsini (Aurora 98); 4. Marco Riva; 5. Roberto Redaelli; 6. Riccardo Lorusso; 7. Andrea Pozzoni. GENTLEMEN. B): 1. Pietro Tengattini Barcella Giuliano; 2. Romano Donati (Aurora 98); 3. Segio Roverselli (Mair); 4. Sergio Rudelli; 5. Dario Contessi; 6. Cristoforo Signori. SUPERG. A): 1. Maurizio Riva (Zapp.Bike Team); 2. Gianluigi Andreini (Zapp. Bike Team); 3. Lorenzo Ghirardelli (Team Bardy); 4. Pietro Zanoletti; 5. Giulio Giulivi; 6. Eugenio Rossi; 7. Serafino Pasini. SUPERG. B): 1. Ruggero Gialdini (Mair); 2. Giuseppe Plebani (Barcella Giuliano); 3. Giuseppe Rodella (Aurora 98); 4. Alessandro Lazzaroni; 5. Virgilio Perletti; 6. Dario Bertocchi; 7. Santo Brumana. SUPERG. C): 1. Giuseppe Quadri (Barcella Giuliano); 2. Ivano Baratti (Rampi Brianza); 3. Giacomo Mora. DONNE: 1. Paola Juana Macedo (Cassinis); 2. Alessia Lambrughi (Team Spreafico); 3. Chiara Siboldi (Recastello); 4. Giovanna Maria Zoppetti. SOCIETA’: 1. La Recastello due Erre; 2. Barcella Giuliano; 3. Aurora 98. COMISSARI di GARA: Renato Benigni, Bruna Gervasoni, Maria Anna Brioni, Barbara Fardella

 

 

 

 …

[...]

NOVARA: Memorial Vetri – Corrain – Vercelli 15-05-2016 – 4^ Prova Alpi Challange

GENERALESQUADREDOPOVC

W1generaleVERCELLI

W2generaleVERCELLI

DJSgeneraleVERCELLI

VgeneraleVERCELLI

GgeneraleVERCELLI

SGAgeneraleVERCELLI

SGBgeneraleVERCELLI

W1VERCELLI

W2VERCELLI

DJSVERCELLI

VVERCELI

GVERCELLI

SGAVERCELLI

GBVERCELLI

 

 

 …

[...]

Gara a Silvelle di Trebaseleghe

Trebaseleghe (PD)
In località Silvelle il team Silvellese in collaborazione con il team Mem racing team è andato a buon fine (malgrado la pioggia) la terza edizione del G.P.Sportivi Silvellesi.. La gara è stata bistrattata dalla pioggia che ha lasciato a bordo strada oltre un centinaio di cicloamatori con gli ombrelli aperti. La prima partenza con leggera pioggia trova 126 temerari al via di junior/senior e veterani a seguire lungo un circuito di 10 Km. da pedalare sette volte con quattro premi intermedi. Il primo allungo parta la firma del senior Lucchetta con 16” sul gruppo allungato sino al primo intermedio che fa la gioia di Veronese e Grigoletto. Il gruppo si mantiene coeso sino al 4° passaggio con premio intermedio che incorona Veronese e Martinazzo. Continua fastidiosa la pioggia che sprona una dozzina di atleti alla ricerca della fuga vincente. Il drappello di sfidanti si riduca a otto unità che si giocano le due vittorie in palio. Lungo e appassionante assoluto per il portacolori del team Mem, ovvero il senior Simone Andretta (titolare del Mem racing team) che si aggiudica la volata con qualche metro su Baldan che, con la seconda piazza, centra il successo fra gli junior Al via della categoria veterani si presentano 42 atleti, solamente 13 terminano la fatica bagnati, non di sudore, ma di pioggia.. Primi chilometri a ranghi coesi con Schiavo che funge da apripista sino al TV che premia Bordignon e Zanetti. Si rivede Schiavo in testa al gruppo con velleità di fuga solitaria che, per il portacolori del team due torri non si avvera (solo 10° al traguardo). Il quarto giro distribuisce i due premi intermedi a Squizzato e Ruffin rimorchianti 15 atleti con 46” su quel che rimane del gruppo iniziale. Lunga e bella vittoria di Mirco Mazzero che prova la gamba in vista della coppa del mondo organizzata dal suo team Piva teo sport il 3 luglio a Montebelluna (TV).Schiavina si deve accontentare della seconda piazza, podio completato da Presti. Incerta la partenza di gentleman e super per il maltempo, incertezza spezzata da alcuni corridori che premono per prendere il via anche in fascia unica. Brevi consultazioni fra la giuria e organizzazione che acconsentono alla partenza in unica fascia con classifiche separate.
Il primo giro fornisce la visibilità a Minchillo che funge da apripista prima di andare ai box causa pioggia. I premi volanti sono per De Carli e Rovereto. Plotone quasi sempre compatto sino al secondo TV intascato da Pavel e Guidolin. Il suono della campana sollecita le velleità di vittoria per il quartetto composto da due gentleman e altrettanti superg. Lunghissimo testa a testa sino a pochi metri della striscia bianca fra i quattro componenti la fuga con il gentleman Agostino Durante che si concede la 5a vittoria in terra trevigiana. La seconda piazza assoluta diventa segno di giubilo per il superg Guidolin. Con 21” di ritardo sui primi attori Angela Perin chiude la gara precedendo il sgb Franceschi e il rimanente gruppetto comprendente Salvador e Tortato che completano il podio superB.
Mem racing team con33 punti si aggiudica la prima piazza, segue San Ambrogio/vino Balan(25) 3a asd Due torri a quota 17
Eugenio Giordan
Women.1a Angela Perin (Mem cycling team)Superb.1° Doriano De Fanceschi (SanAmbrogio/vino Balan) 2° Mario Salvador (Idem) 3° Sergio Tondato (F.Coppi/Polyglass) 4° Alessandro Bittante (Castelfranco/selle MSP)
Superg 1° Luciano Guidolin (team Bertoldo) 2° Riccardo Tarlao (De Luca/mag.Voltolina) 3° Nicodemo Rizzo (Sant’Eufemia) 4° Luigi Villa (cicli Cortina)
Gentleman.1°Agostino Durante (Pioggia in faccia) 2° Renzo Marcon (Cima) 3° Claudio Bortolotto (Idem)4° Vittorio Rocco (Stella rossa)5° Valeriu Pavel (Pontepriula) 6° Nicola Vanin (Fondriest) 7° Nicola Roveretto (team Vecchio Pedale) 8° Fausto De Carli (Avesani) 9° Tiziano Rocco (Boosny) 10° Daniel Cattapan (Uno team Cittadella) 11° Adriano Feltrin (Caerano) 12° Carlo Ortolan (Benato bike) 13° Fabio Libralato (SanAmbrogio/vino Balan)
Veterani. 1° Mirco Mazzero (Piva teo sport) 2° Samuele Schiavina (V.C.Due torri) 3° Omar Presti (Spinacè) 4° Mauro Pasqual (Team Adige) 5° Denis Cecchin (Mem cycling team)6° Alberto Casagrande (Piva teo sport) 7° Marco Squizzato (Mem cycling team) 8° Loris Gerotto (El coridor) 9° Fabrizio Ruffin (Magazzini Berton)10° Ottorino Schiavo(V.C.due torri) 11° Fabio Dario (Marchiol)12° Enzo Campello (Massanzago) 13° Roberto Ruffin (Magazzini Berton)
Senior. 1° Simone Andretta (Mem cycling team) 2° Edoardo Veronese (Ciclo Estense) 3° Maurizio Gava (Sanvido)4° Alessandro Zabeo (V.C.Due torri) 5° Roberto Botter (Mem cycling team) 6° Francesco Zanchetta (Body evidence)7° Federico Caretta (Colli Berici) 8° Matteo Pilotto (Pinarello) 9° Luca Carlet (Spezzotto test))10° Elvis Martinazzo (Brema/Pissei)11° Alessio Faccinetto (Idem) 12° Massimiliano Corda (Simpex)13° Maurizio Favretto (Spinacè)
Junior. 1° Federico Baldan (Colli Berici)2° Diego Frignani (Speed Bike) 3° Davis Ulliana (Ketaim)4° Cesare Gregoletto (Mem cycling team) 5° Andrea Basso (SanAmbrogio/vino Balan) 6° Emanuele Guidolin Willer Triestina) 7° Riccardo Biasini (Villorba)…

[...]