Comunicati ufficiali

Campionati Italiani Fondo

Italiano Fondo Cicloturistico

Italian Off Road

Stella Alpina

Brevetti – raid – randonnèe su strada e mtb

Ciclismo Femminile

Coordinamenti regionali

Comitati provinciali

 

gennaio: 2017
L M M G V S D
« dic   feb »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Criterium mondiale di ciclocross

Lambrinia di Chignolo Po (PV) – Il Criterium Mondiale CX era stato sospeso per diversi anni e solo l’intraprendenza del Velo Club Belgioioso Team Scarini lo ha riproposto con questa manifestazione che ha visto ai nastri di partenza 87 contendenti. Il numero dei partenti non può essere il massimo delle aspettative degli organizzatori, bisogna tuttavia considerare che in trenta giorni sono state proposte ben quattro manifestazioni di alto livello. Agli organizzatori bisogna fare i complimenti per quanto hanno saputo proporre, consci che a parlare tutti sono bravi mentre a fare non tutti sono capaci. Il percorso era molto veloce con lunghi tratti da veri passisti e altri tecnici per rallentare la velocità e inserita pure la scalinata della chiesa che è diventata una dei passaggi più spettacolari. La nebbia delle prime ore del giorno è via via sparita lasciando posto a una giornata tutto sommato buona considerato il periodo. Le premiazioni sono state certamente all’altezza dell’evento come pure il lavoro dei giudici, senza il loro lavoro non potremmo praticare il nostro hobby e di questo dovremmo ricordarcene più spesso anche perché non è un impegno facile….provare per credere….a loro il nostro grazie.

Le classifiche

[...]

PIEMONTE: Finale Coppa Piemonte CX

SI CONCLUDE LA COPPA ACSI PIEMONTE DI CICLOCROSS 2016/17

I vincitori: GRECHI, BINELLO, ANDREIS, CUSATI, MARTINOTTI, VERONESE, BERARDI, SEDICI, MONTAGNER, BATILDE, BERTI E

LO VETERE

 

Tina di Vestignè (To), 21 gennaio 2017 – Dopo avere “assaporato” per oltre tre mesi i campi di gara delle province piemontesi, si conclude a Tina di Vestignè, la Coppa Acsi Piemonte di Ciclocross.

Lo scenario è quello dell’ippodromo Lo Sperone, che già da qualche anno ospita le nostre manifestazioni ciclocrossistiche, un parco naturale nel quale gli organizzatori del Team Fuori Onda hanno allestito un accattivante e tecnico tracciato ondulato e tortuoso reso infido da alcuni residui di neve ghiacciata che, nonostante la defezione di alcuni corridori che vogliono “salvare la gamba” per i Campionati Europei che si svolgeranno domani, ha attirato circa 120 concorrenti. La corsa di oggi è anche valida come 19ª e penultima tappa del Criterium Palzola, qui rappresentato dal suo factotum Carmine Catizzone, dal quale “rubiamo” qualche stralcio di cronaca.

“Primi a partire i gentleman 1 e subito due nomi dal peso specifico notevole prendono il comando della gara e si esibiscono in una crono coppie di tutto rispetto: Mauro Sedici e Davide Visentin che rimangono attaccati per tre quarti di gara, poi, una brutta scivolata fa fuori l’ex tricolore Visentin e per Mauro Sedici è un gioco da ragazzi andare al traguardo col dolorante Visentin ad una trentina di secondi e subito dietro Marco Locatelli. Bella, convincente e inebriante la vittoria del gentleman 2 Andrea Zamboni che nella nuova livrea del neonato Team Ridiculus si sente a suo agio, se non altro perché questo gruppo è privo di stress e si circonda d’allegria, un clima che dà una marcia in più al gigante Zamboni e a Claudio Biella non resta che assecondarlo sul podio in compagnia di Licio Gelli arrivato subito dopo. Per il super B e neo campione italiano Lucio Pirozzini s’è trattato di un puro e semplice … allenamento tenere alto ma non troppo il ritmo perché ci sono ancora maglie “pesanti” da portare a casa e giustamente non deve rischiare. Vince col sorriso sulle labbra e relega al secondo posto Vigilio Berti che a meno di cataclismi e grazie alla sua costanza, dovrebbe vincere il Criterium Palzola, manca ancora una gara e 15 punti posson bastare. Guerra col coltello tra i denti tra i super A Gaetano Sartor e Oto Batilde, hanno deliziato i presenti con scatti e contro scatti, dal primo all’ultimo giro e solo nei metri finali Batilde ha avuto una leggera sbandata che gli costa la vittoria, mentre per Sartor è il sigillo a una stagione da raccontare ai nipotini. Dominio tra le donne A di Martina Galliani, bella, forte e brava e appagante la vittoria della simpaticissima Paola Cantamessa che se l’è vista con Monica Grendene e Marina Biemme. Che gara quella dello Junior e portacolori locale Pietro Vitanza capace di regalare un cocktail d’emozioni per il team Fuori Onda , se non altro perché in seconda posizione si colloca un altro alfiere e compagno di squadra, Marco Torreano, per la gioia del presidente Luciano De Bernardi. Il vincitore dei senior 1 Porasso Cesare non lo conosciamo ma, da come ha pedalato, ci ha sorpreso e se costringe al podio Eugenio Versienti Lamia e Alberto Brossa vuol dire che ha dei numeri ma chi non sorprende più è il senior 2 Mauro Benetello che in questa edizione del Master ha vinto con cadenza regolare. Anche oggi impone la sua legge e costringe al secondo posto il funambolo Stefano Martinotti e al terzo Richi Ornaghi. La gente è portata a pensare, vedendo gareggiare e vincere Simone Veronese, tesserino da veterano 1, che sia facile. Non è così, per vincere e dominare come ha fatto Simone Veronese sul campione mondiale down hill Paolo Allevator, occorre sì un motore potente e scattante ma serve soprattutto una dedizione che dev’essere assoluta e abbinata a una costanza negli allenamenti rigida, cosa che Simone fa da anni e ora raccoglie i frutti di tanto lavoro. Le altre vittorie vanno al veterano 2 Dario Berardi, al primavera Gabriele Grechi e al debuttante Erik Sacco”.

Lasciamo l’esauriente racconto delle varie corse, curato da Carmine Catizzone per dedicarci al dopocorsa e alla premiazione.

La non troppo fredda temperatura permette ai corridori di cambiarsi con discreta tranquillità e subito dopo andare a riscaldarsi presso i locali del Centro Ippico dove le signore e signorine del Team Fuori Onda sono pronte a servire the caldo e fettine di pane abbondantemente “imburrate”con gorgonzola Palzola. Ma per i più esigenti ci sono anche fette di panettone e dolci profiteroles.

Trascorso il tempo della merenda, è ora di passare alla premiazione della Coppa Acsi Piemonte, introdotta dalle parole di saluto dell’organizzatore, del sindaco di Albiano d’Ivrea, signora Rosanna Tezzon, di Gianni Riconda e del sottoscritto, in qualità di Responsabile Regionale.

Primi a salire sui gradini del podio sono i 12 vincitori della Coppa Acsi Piemonte, che ricevono il meritato premio e indossano la maglia del primato. I loro nomi sono Gabriele Grechi, Gioele Binello, Salvatore Andreis, Marco Cusati, Stefano Martinotti, Simone Veronese, Dario Berardi, Mauro Sedici, Attilio Montagner, Oto Batilde, Vigilio Berti e Paola Lo Vetere, rispettivamente nelle categorie, primavera, debuttanti, junior, senior 1, senior 2, veterani 1, veterani 2, gentleman 1, gentleman 2, sgA, sgB e donne. Premiate anche le tre migliori società, nell’ordine, Cusati Bike, Velo Club Valsesia e Team Pedale Pazzo.

Una bella targa nominativa a ricordo dell’intera manifestazione è stata consegnata a coloro che hanno effettuato tutte le prove in programma.

L’interminabile cerimonia conclusiva continua con la distribuzione dei premi ai classificati di tutte le categorie. Ma non finisce qui perché dopo tocca alla vestizione delle maglie dei Campioni Provinciali Biella/Vercelli, le cui classifiche saranno pubblicate in altra sede, anche loro premiati a dovere e infine tocca ai vincitori e classificati di giornata.

Siamo andati un po’ alle lunghe perché le categorie sono molte, troppe e ogni classifica merita il suo tempo e rispetto, ma quando andiamo via non è ancora buio e tutti hanno in mano un premio. Persino chi non ha corso può portarsi a casa degli ottimi dolcetti confezionati.

La Coppa Acsi Piemonte 2016/17 finisce qui, con un crescendo di partecipazioni, forse merito del tempo clemente che l’ha accompagnata ma sicuramente di chi l’ha organizzata, creando così un bacino sempre crescente di ciclofili praticanti. Il plauso più grande va all’inesauribile, simpaticamente burbero Gianni Riconda, che ha tracciato percorsi, dispensato consigli e aggiornato le classifiche e già pronto per disegnare con noi la stagione fuoristrada 2017.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://goo.gl/photos/DshgaZYqw9tJY2iD6

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

 CX Tina 2017 Classifiche

[...]

PIEMONTE: Classifica CX Coppa Piemonte 2016/2017

CLASSIFICA FIANLE COPPA ACSI PIEMONTE CICLOCROSS 2016/2017

 

Class coppa Piemonte CX 2016


[...]

Otto Marzo

8 Marzo Data da non scordare.
Il femminicidio non conosce frontiere.
In questo giorno che non conosce confini, dedichiamo un piccolo ma significativo pensiero
a tutte le donne del mondo e, in special modo, alle tesserate acsi con il ricordo di quanto accaduto nel passato e continua tuttora
1908:15mila operaie tessili sfilano per le strade di New York chiedendo il suffragio femminile, migliori condizione di lavoro, parità nel trattamento salariale e centri dove lasciare i figli quando vanno a lavorare.
1910: Cento donne di 17 paesi votano a Copenhagen per istituire una Giornata Internazionale della donna. La ricorrenza viene osservata per la prima volta il 19 Marzo 1911.
1911- Il 25 marzo a New York., 45 operaie della Triangle Shirtwaist muoiono in un incendio. Il proprietario aveva sbarrato le porte per impedire le pause di lavoro.
1917 Le donne russe scioperano per chiedere pane e pace. Il governo provvisorio concede il diritto di voto alle donne. Per il calendario gregoriano era l’8 marzo.
Dall’8 marzo 1975, l’Onu Celebra la giornata mondiale della donna.
Eugenio Giordan…

[...]

Presentato il calendario nazionale 2017

CICLOCROSS
• 8 gennaio: CAMPIONATO REGIONALE in varie località
• 15 gennaio: CAMPIONATO NAZIONALE – San Cesario Sul Panaro (Modena); org. Asd Spilla Team
• 22 gennaio: CRITERIUM EUROPEO – Monvalle (Varese); org. Asd. G.S. Contini
• 29 gennaio: CRITERIUM MONDIALE – Lambrinia, Chignolo (Pavia); org. Asd. V.C. Belgioioso
• 5 febbraio: CAMPIONATO NAZIONALE STAFFETTA – Borgo d’Ale (VC); org. Asd Bike Team a Ruota Libera e Asd Pedale Pazzo
• 29 gennaio CAMPIONATO NAZIONALE CENTRO SUD 1ª prova a Falcone (ME); org. Asd. Cicli Benedetto
12 febbraio CAMPIONATO NAZIONALE CENTRO SUD 2ª prova a Terme Vigliatore (ME); org. Asd Ciclistica Terme (Messina)…

[...]

Criterium europeo di ciclocross

Monvalle (VA) – Dopo la gara del 3 dicembre, all’Asd Contini è stato assegnato dal nazionale il criterium europeo di ciclocross. Oltre 150 gli iscritti, favolosa coreografia e la location con vista sul lago Maggiore.
Nota dolente la caduta avvenuta al termine della gara dei veterani che ha visto coinvolto l’atleta Remo Bardelli dell’Asd Spilla Team, immediati l’intervento del medico e dell’ambulanza. La tempistica di pronto intervento e dei vari accertamenti precauzionali ha portato via molto tempo, alla ripartenza dell’ambulanza la società organizzatrice, in comune accordo con la giuria, ha deciso di sospendere la gara scusandosi con gli atleti dell’ultima partenza, quindi titoli non assegnati nelle categorie senior 1, senior 2, junior e debuttanti.

[...]

NOVARA: CALENDARI STRADA – CICLOTURISMO – NOVARA e V.C.O.

Strada 2017

C.T. 2017

[...]

team Castagnole

Paese(TV) Il team Castagnole, affiliato ACSI- Treviso, nel corrente anno, festeggia trentanove periodi di attività ciclistica in favore del ciclismo amatoriale di molti innamorati delle due ruote Il team trevigiano, nella notte dei tempi, affonda le proprie radici in località Castagnole, precisamente in canonica di Don Emilio che era l’unico spazio disponibile e gratuito di una certa capienza. Con la benedizione di Don Emilio nasce il team “ Stop Market” azienda che lega il proprio marchio alla Federazione ciclistica. Le prime organizzazioni non vanno oltre i cicli raduni con soppressa e vino per tutti i partecipanti. La società si aggiorna con un pulmino Fiat 850 firmato cicli Tosato. La svolta sostanziale arriva nel 1980, anno in cui alcuni sponsor una squadra di cicloamatori, richiesta recepita e accolta senza indugio da dirigenti e ciclisti. Il primo anno di attività federale il gruppo incamera trenta vittorie e molteplici piazzamenti da podio per merito di Cattarin, De Cecco, Marconato, Biondo, Segato (ancora in attività), Scattolin e Bortoletto. Le gare contro il tempo erano un toccasana trionfale per Memola e Zanatta. Il team allarga gli orizzonti e, per un paio di stagioni allestisce una squadra di cinque allievi: Polese, Nardellotto, Passaquindici, Roberto e Flavio Gobbo. Ancora qualche tempo prima di avere la svolta essenziale grazie a Mario Case sempre sul podio accendendo la passione del piccolo centro di tanti sportivi che si avvicinavano per la prima volta al ciclismo che conta. Pedalando si arriva alla fatidica affiliazione Udace e, in seguito, Acsi ciclismo. Arrivano le prime vittorie di un certo spessore: dal giro della provincia. Sergio Rossi si laurea campione provinciale, Roberto Dalla Torre si pregia del titolo nel ciclocross. Impossibile non notare le giovani leve. L’anno 2016 regala al team il titolo provinciale di ciclocross per merito di Loris Barbon. Il debuttante Alessio Nardi si pregia del titolo trevigiano tic tac. Il gruppo in oggetto, da tantissimi anni, organizza la finale del giro del veneto strada grazie all’impegno e capacità dell’intero gruppo di amici i quali, fruiscono di un capannone attrezzato di cucina e tutto il necessario per un servizio a cinque stelle. Per quanto concerne le organizzazioni nel corrente anno su sei gare di ciclocross organizzate a Treviso ben TRE erano legate al team Castagnole. Squadra sportiva Acsi ciclismo che sembra una solida famiglia coniando
Il seguente motto: NON SI SMETTE DI PEDALARE QUANDO SI INVECCHIA, SI INVECCHIA QUANDO SI SMETTE DI PEDALARE
Eugenio Giordan…

[...]

TORINO Criterium Inverno 2017

[...]

CUNEO: Criterium Inverno 2017

[...]