Coordinamenti CSAIn

Coordinamenti Acsi

 

settembre: 2017
L M M G V S D
« ago   ott »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Archivio notizie

PIEMONTE: CAMPIONATO REGIONALE MONTAGNA-CLASSIFICA FINALE

CLASSIFICA FINALE CAMPIONATO PIEMONTESE MONTAGNA

Reg Montagna 2017

[...]

PIEMONTE: 16.09.2017 TONENGO D’ASTI-ULTIMA PROVA REGIONALE MONTAGNA-CLASSIFICHE

CLASSIFICHE ULTIMA PROVA REGIONALE MONTAGNA

TONENGO D’ASTI – 16 SETTEMBRE 2017

classifica TONENGO 16.09.17

[...]

PIEMONTE: CLASSIFCA COPPA ACSI PIEMONTE MTB

CLASSIFCA ACSI PIEMONTE MTB AGGIORNATA DOPO LA 12ª PROVA

classifica coppa Piemonte

Classifica per società:

classifica società coppa Piemonte

[...]

ACSI BERGAMO, LURANO SU STRADA APERTA A TUTTE LE CATEGORIE- PER LE FOTO CLICCA QUì

 

ACSI BERGAMO

Lurano- Gara amatoriale nel ricordo di: Biffi, Fcchinetti e Ferri non era alquanto promettente la mattinata, infatti le nuvole mettevano in dubbio la manifestazione, poi un piccolo spiraglio di sole, dava in via alle iscrizioni per le due gare, il percorso gara aveva svolgimento su di un circuito pianeggiante di 7 Km. ripetuto otto volte, i primi a prendere il via sono Gentlemen e Superg., gara alquanto combattuta, al quarto giro allungano in sei l’accordo è ben presto trovato e vanno dritti a dividersi la vittoria di categoria, che vede emergere ai primi due posti due Gentlemen, Giordano Datteri e Sergio Crippa, per i Superg. Vittorie di Giancarlo Ripamonti e Pierangelo De Nicola, il tempo di fare l’appello sullo stesso percorso e giri scendevano in campo le rimanenti categorie, cioè Junior, Senior A/B e Gentlemen A/B, anche questa come nel confronto vede alla testa della gara un gruppetto di una dozzina di atleti, che sprinteranno poi per la vittoria assoluta e di categoria, primo assoluto Pierangelo Zani secondo posto per Stefano Barbin e Terzo Fabio Mura, si conclude così la mattinata ciclistica, e si da appuntamento alla prossima domenica con la manifestazione di Telgate, nella quale verranno assegnate le maglie di Campione Provinciale 2017.    

                                                                                                       G.Fanton

ORDINI di ARRIVO; JUNIOR: 1. Daniel Rubagotti (Feralpi); 2. Clauco Maggi (Team Morotti); 3. Mirko Piccini (Seven Club); 4. Cristian Rubagotti; 5. Manuel Belleri; 6. Alessandro Uberti; 7. Andrea Biffi. SENIOR. A) 1. Fabio Mora (Fiorenzo Maggi); 2. Giacomo Terzi (Trapletti); 3. Riccardo Rizzi (Seven Club); 4. Roberto Aldo Carenini (Seven Club); 5. Mirko Aceti. SENIOR. B) 1. Stefano Barbin (Pro Bike); 2. Davide Togni (Isolmant); 3. Claudio Pizzoferrato (Cicli Nata); 4. Lubos Pelenak; 5. Angelo Pagliarini; 6. Stefano Simoni; 7. Matteo Monticelli. VETERAN. A) 1. Pierumberto Zani (Freccia Rossa); 2. Claudio Santacatterina (Cicli Nata); 3. Ivan Brozzoni (Isolmant); 4. Paolo Piazza; 5. Ettore Martinelli; 6. Lçuca Brambilla; 7. Elvis Paris. VETERANI. B) 1. Giovanni Tiburzi (Borgo Satollo); 2. Massimiliano Melone (Pro Bike); 3. Andrea Manzini (Pro Bike); 4. Franco Rossi; 5. Andrea Locatelli; 6. Riccardo Maffiolini; 7. Juri D’Andrea. GENTLEMEN. A) 1. Sergio Crippa (Bindella); 2. Davide Cantù (Ruotamania); 3. Luca Cantù (Ruotamania); 4. Giuliano Stucchi; 5. Paolo Alberti; 6. Massimo Uboldi; 7. Giampietro Assi. GENTLEMEN. B) 1. Giordano Batteri (Gavardo); 2. Patrizio Villa (Bindella); 3. Franco Boglioni (Trigolo); 4. Sebastiano Passera; 5. Albino Nanzata; 6. Francesco Chiofalo; 7. Massimo Bernasconi. SUPERG. A) 1. Giancarlo Ripamondi (Pro Bike); 2. Antonio Villa (Bindella); 3. Pietro Ghertani (Cicli Classyc); 4. Giacomo Vismara; 5. Umberto Natali; 6. Delfino Tirzi. SUPERG. B) 1. Pierangelo De Nicola (F.lli Lanzini); 2. Dionisio Ghezzi (Cicli Graziani); 3. Giampaolo Bevilacqua (Dimmidisì). SOCIETA’: 1. Pro Bike; 2. Exstemodimidissi; 3. Team Seven Club

 …

[...]

ACSI BERGAMO- SCALATORE OROBICO 21ma MANIFESTAZIONE- PER LE FOTO CLICCA QUI’

Gazzaniga- Ganda 21ma SCALATORE

  Pietro Lanfranchi del Team Crazy Bike Orezzo, dopo il Monte Cavlera si impone in assoluto anche nella Gazzaniga Ganda competizione dedicata alla memoria di Linda e Serafino Maffeis, ottima come sempre l’organizzazione della Recastello Due Erre di Gazzaniga, il via alle 15,00 dal piazzale della Stazione, e dopo un piccolo tratto non competitivo per superare il centro abitato di Vertova, appena fuori veniva dato il via ufficiale alla competizione, fin da subito Pietro Lanfranchi si portava nelle prime posizioni del gruppo imprimendo una andatura alquanto sostenuta, al passaggio da Orezzo dopo poco più di quattro chilometri sono in nove alla testa della gara, poi si svoltava a sinistra ed inizia la strada verso Ganda, dopo circa tre chilometri Pietro Lanfranchi promuove un allungo che nessuno è in grado di controbattere, per cui prosegue solitario fino sul traguardo di Ganda, che raggiunge dopo 26’25” media 21,577 a 2’primi giungono Davide Dentella e Glauco Maggi, poi in sequenza Roberto Guidi, Simone Capelli, Fabio Cremaschi, via-via in una lunga teoria di arrivi tutti gli altri, al termine i coordinatori della manifestazione, Cristiano Renzi e Luciano Merla con i famigliari di Linda e Serafino Maffeis provvedevano alla consegna dei riconoscimenti ai protagonisti della bella e importante manifestazione, dando a tutti l’arrivederci al 2018.

                                                                                                       G.Fanton

ORDINI di ARRIVO: ASSOLUTA: 1. Pietro Lanfranchi (Crazy Bikers Orezzo); 2. Davide Dentella (Becycle); 3. Glauco Maggi (Team Morotti); 4. Roberto Guidi; 5. Simone Capelli. ARRIVI di CATEGORIA; JUNIOR: 1. Glauco Maggi (Team Morotti); 2. Simone Capelli (Racyng); 3. Fabio Cremaschi (Team Morotti); 4. Andrea Lanfranchi; 5. Matteo Avogadro; 6. Alberto Maffessanti; 7. Carlo Curnis. SENIOR. A) 1. Flavio Del Prete (Team K2). SENIOR. B) 1. Pietro Lanfranchi (Crazy Bike Orezzo); 2. Davide Dentella (Bicycle); 3. Alessio Curnis (Bycicle); 4. Tommaso Lando; 5. Bernando Belleicini; 6. Daniele Pendezza; 7. Marco Rota. VETERANI. A) 1. Marcello Bondioli (La Recastello); 2. Davide Carrubba (Club Brianza); 3. Clemente Rossi (Crazy Bikers Orezzo); 4. Luca Picinali; 5.Luca Forzatti; 6. Patrizio Coter; 7. Marco Ferrari. VETERANI. B) 1. Roberto Guidi (Crazy Bikers Orezzo); 2. Stefano Merelli (La Recastello); 3. Stefano Ripamonti (Bike Store); 4. Stefano Scandell; 5.Ivan Carminati; 6. Angelo Paladini; 7. Remo Colombi. GENTLEMEN. B) 1. Walter Montanelli (Perego); 2. Giovanni Merelli (Crazy Bikers Orezzo); 3. Marco Cipolli (Coop Reggio Emilia); 4. Ismaele Gatti; 5. Pietro Izzo; 6. Andrea Pozzoni; 7. Claudio Gervasoni. GENTLEMEN. B) 1. Claudio Zanoletti (Bike Store); 2. Angelo Pesenti Compagnoni (La Recastello); 3. Dario Contessi (Bardy Cycling); 4. Raffaello Noris. SUPERG. A) 1. Dario Villa (Jerago); 2. Lorenzo Ghilardelli (Bardy Cycling); 3. Gianluigi Andreini (Zapp. Bike Team); 4. Pietro Zanoletti; 5. Renato Bettiga; 6. Alessandro Caslini; 7. Vittorio Rota. SUPERG. B) 1. Dario Bertocchi (F.lli Casali); 2. Alessandro Lazzaroni (MTB Suisio); 3. Santo Brumana (MTB Suisio); 4. Virgilio Perletti; 5. Enzo Mapelli. SUPERG. C) 1. Giuseppe Quadri (Barcella Giuliano); 2. Mario Tintori (Barcella Giuliano);  3. Ivano Baratti (Club Brianza); 4. Giacomo Mora. DONNE: 1. Chiara Siboldi (Barcella Giuliano); 2. Giorgia Penna (Avesani Luca); 3. Clelia Ripamonti (Team Colpak); 4. Pieranmgela Fumagalli; 5. Clara Perletti. SOCIETA’: 1. La Recastello Due Erre; 2. Crazy Bikers Orezzo; 3. Barcella Giuliano. GIURIA: Benigni Renato, Maura Tiraboschi, Fardella Barbara, Bruna Gervasoni

 …

[...]

CUNEO: 27.08.2017 10° MEMORIAL ALDO MILESI

10° MEMORIAL ALDO MILESI

Fughe da lontano per Pacchiardo e Monti a Baldissero d’Alba

 

Baldissero d’Alba (Cn), 27 agosto 2017 – Abbiamo ancora negli occhi i colori bianco rossi delle maglie vinte poco più di un’ora fa ad Alba dai neocampioni cuneesi MTB, colori che adesso si confondono con le maglie degli stradisti che giungono, come noi, a Baldissero per disputare il 10° Memorial Aldo Milesi, sul classico circuito dei Castagni, da fare 7 volte per un totale di 83 chilometri.

Ci prepariamo alle due partenze, divise per fasce d’età. In realtà i corridori non sono molti, 62 in tutto, ma quelli che ci sono, alcuni provenienti anche da lontano, esprimono il meglio del ciclismo amatoriale dell’Italia Nordoccidentale.

Si parte alle 15,30 con il sole che picchia e scalda anche le suole delle scarpe. Ma i corridori si buttano a capofitto con passione nella loro avventura e non sentono altro che l’aria che ostacola la marcia poi, un sorso dalla borraccia ogni tanto e i chilometri scorrono sotto le ruote come sempre.

Al primo passaggio da Baldissero assistiamo al tentativo di fuga di Most, Magnaldi, Maserati e un’altra decina di corridori, inseguiti da vicino da Aynaudi, Pacchiardo e la rimanente parte del gruppo che passa molto sfilacciato.

Al passaggio successivo troviamo in testa Mattia Magnaldi, Piva, Monti e Giacomo Benedetto, seguiti da una decina di corridori e questa volta la fuga sembra prendere consistenza.

Infatti è così, ma i battistrada non viaggiano in armonia e cercano la fuga nella fuga. Al terzo passaggio vediamo transitare nell’ordine, Piva, Roberto Monti, Nastasi, Maserati, un po’ avvantaggiati sugli immediati inseguitori, l’ultimo dei quali è il sornione Ferracin.

Fa caldo e le riserve idriche tendono a esaurirsi. I gruppi si frazionano sempre più e davanti rimangono in 9 a giocarsi la vittoria allo sprint.

Aspettiamo di vedere spuntare i battistrada dall’ultima curva ed eccoli là, mancano solo 150 metri ma il caldo e l’arrivo in salita ci tengono con il fiato sospeso. Pacchiardo non lascia scampo agli avversari. Esce dall’ultima curva con il veterano Ferracin a ruota, che ce la mette tutta fino all’ultimo metro, per passarlo, ma Pacchiardo fa ancora in tempo ad alzare le braccia in segno di vittoria, alla media di41, 830 km/h, superando proprio Ferracin, Mostaccioli, Maserati, Monti, Piva, Desovanni e Benedetto. Dopo un minuto arriva Alessandro Nervo, solitario e, a 4’, Nebiolo precede Nastasi, Accornero, Percelsi e poi, un po’ alla volta gli altri rimasti dei 19 arrivati su 32 partiti.

La corsa degli “over 50” parte subito dopo, con 30 concorrenti che non tardano a darsi battaglia e, infatti, al primo passaggio da Baldissero registriamo cinque fuggitivi, Morato, Merlo, Panepinto, Assom, e Pizzoco, dietro i quali, Taddio, Foravalle, Ghibaudo e Calvarese, cercano di farsi avanti.

Poco dopo il gruppo torna compatto ma subito evedono, Ragazzini, Monti, Benedetto, Merlo e Foravalle, che transitano al passaggio inseguiti da Morato, Caruso, Nervo e il gruppo sfilato un po’ indietro.

Nel finale di corsa i tre inseguitori riescono a riportarsi sui fuggitivi, i ma è già ora di prepararsi allo sprint finale, dove Monti fa valere le sue doti di maggior freschezza, tagliando il traguardo braccia al cielo alla media di 38,480 km/h, davanti a Merlo, Ragazzini, Foravalle, Morato, Benedetto, Caruso e Maurizio Nervo, un po’ staccato. A 2’ dal vincitore arriva Fausone (1° sgA), che precede Bossi, Calvarese e De Ponti (1° e 2° sgB) e poi gli altri rimasti, fino a completare i 21 che hanno tagliato il traguardo, tra i quali c’è anche la bravissima Samanta Bellinzona, unica donna presente oggi.

Facciamo ritorno al Bar Roma, dove il personale fatica a stare dietro alle esigenze degli accaldati e assetati corridori che tornano per ristorarsi. La classifica è presto fatta e la premiazione può avere inizio, non senza avere prima ricordato, tra gli applausi, la figura di Aldo Milesi e anche quella di sua nipote Maela. Un momento di commozione generale che lascia giustamente presto il posto all’allegria dei vincitori e vinti, premiati e fotografati a dovere.

Baldissero d’Alba ci troverà ancora qui il 24 settembre con l’8° Trofeo Roero Speed Bike e questa volta i giri da fare saranno 6, ma nell’ultimo si affronterà la variante del “Piccolo Stelvio”, lo strappo breve e arcigno che potrebbe fare da trampolino di lancio per chi vuole evitare gli arrivi allo sprint.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://photos.app.goo.gl/7DuyMnOd8iwjlHEx1

 

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

classifica Baldissero

[...]