Coordinamenti CSAIn

Coordinamenti Acsi

 

settembre: 2018
L M M G V S D
« ago   ott »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Archivio notizie

CUNEO: PANCALIERI 15.09.18

MOSTACCIOLI E FERRACIN NELLA CLASSICA DELLA MENTA

Corse veloci nel 7° Gran Premio Chialva Menta

 

Pancalieri (To), 15 settembre 2018 – In una calda giornata di settembre si è disputata a Pancalieri (To) – è valsa la pena effettuare il riscaldamento pre-gara girovagando per le vie del bel paese, punteggiato da costruzioni di un certo prestigio architettonico e storico -, la settima edizione del Gran Premio “Chialva Menta”  che si avvia meritatamente ad essere un’apprezzata e classica prova del ciclismo amatoriale piemontese, non ultimo per la calorosa partecipazione di un folto pubblico.

Tanti, finalmente, i corridori – richiamati dall’impeccabile organizzazione ACSI e dalla ricchezza dei premi -, a disputarsi il successo nei quasi ottanta chilometri di un percorso dall’altimetria non certo problematica, ma comunque impegnativo per via dell’esposizione alla costante sferza del vento come dell’agguerrito modo di interpretare la corsa da parte di alcuni.

Nella prima partenza riservata ai più giovani, appena si abbassava la bandierina del giudice di gara che dava ufficialmente il via alla competizione, vedevamo immediatamente portarsi in avanscoperta cinque corridori: Marchetta (Pedalando in Langa), Cuaz (Cicli Lucchini), Mostaccioli (Arredamenti Berutti), Carlevero (Pedala Sport), Pacchiardo (Ciadit Cicli Sumin).

L’armonia nel gruppetto di avanguardisti durava per un paio di tornate fino a che, decaduta la “pax armata” fra i cinque, questi si producevano in una serie di scatti che consentivano a dieci inseguitori di ricongiungersi a loro.

Si formava quindi un plotoncino di quindici elementi che, come il precedente, non riusciva a stabilire una collaborazione per andare all’arrivo ed immancabilmente il grosso del gruppo si faceva nuovamente sotto fino a riprendere i fuggitivi.

E qui avveniva l’azione che avrebbe determinato l’esito della corsa: appena ripresi i quindici dal gruppo, in tre si riportavano immediatamente in avanscoperta.

Essi erano i già sopra nominati Cuaz, forte e poliedrico corridore, ed il tenace velocista Mostaccioli sui quali lesto si portava l’astuto Sosnovcenko (Progetto Ciclismo Santena), atleta che raramente si sbaglia nel leggere la corsa.

I tre, conquistata una manciata di secondi di vantaggio sugli immediati inseguitori, si lanciavano in un’accesa volata che si risolveva a favore di Mostaccioli su Sosnovcenko e Cuaz.

Nel frattempo si erano messi all’inseguimento dei tre, due tetragoni passisti quali sono Carlevero e Stocchino (Team Bike Pancalieri), azione che non andava a buon fine, ma che permetteva loro di anticipare il plotone principale e di conquistare rispettivamente la quarta e quinta piazza assoluta.

Seguiva quindi il gruppo che veniva regolato dal potente Pacchiardo.

Ultima nota di natura tecnica: la corsa è stata disputata alla ragguardevole media di 44.9 km/h e ciò la dice lunga sullo spessore atletico e la combattività dei partecipanti.

La seconda partenza, tradizionalmente riservata ai meno giovani, vedeva svolgimento analogo a quella che l’aveva preceduta: “pronti, via” e Ferracin (Vigor Cycling Team), conscio di star vivendo un ottimo momento di forma, partiva subito all’attacco, deciso a frantumare il gruppo.

Si formava così, nella scia dell’alfiere della “Vigor”, un estemporaneo drappello di fuggitivi che continuamente si scomponeva e ricomponeva, senza però mai giungere ad avere una distanza di “sicurezza” dal gruppo che seguiva a poca distanza, deciso a non farsi tagliare fuori nel principio di gara.

Si susseguivano quindi una serie di scatti che trovavano un loro esito percorrendo le veloci curve e contro curve nell’attraversamento di Virle.

Qui si raccoglievano e si avvantaggiano in nove: il summenzionato Ferracin, Perucca (Team Bike Pancalieri), Dall’Osto (ASD Pessionese), Bosticco (Ciclo Polonghera), Piacenza (Cavallino Rosso), Bet (Cicli Dedonato), Ostorero (Team Santysiak), Bertolini (Arredamenti Berutti) e Bonato (Team Santysiak).

Nascevano effimeri drappelli di inseguitori che riuscivano a portarsi in prossimità del drappello di testa – la cui velocità veniva tenuta alta dalle progressioni di Ferracin -, pur senza mai dare la sensazione di potersi ricongiungere a questi.

Nel finale di corsa provava ad avvantaggiarsi sui compagni di fuga Dall’Osto sul quale prontamente si riportava Ferracin seguito da Piacenza.

Al trio formatosi si univano Perucca e Bosticco.

Si costituiva così un quintetto che sarebbe andato a disputarsi la volata per il primato, primato che veniva colto da Ferracin su Perucca e Dall’Osto, Bosticco e Piacenza nell’ordine.

A seguire, di poco distanziati, gli altri originari componenti della fuga.

La volata del gruppo veniva vinta dal veloce Ferrero (Cavallino Rosso), sugli altrettanto veloci Muscheri (S.C. Bike Delu Mapei) e l’inossidabile Mantino (G.S. Moncenisio).

Rimarchevole, come per la gara dei più giovani, la media della corsa, disputata a quasi 43km/h, segno questo di quanto sia stata combattuta ed alto il livello dei partecipanti.

La corsa festosamente si concludeva con le premiazioni, tenute presso l’ospitale “Bar Filanda” in clima ilare e divertito, con l’augurio di ritrovarci su detto percorso sempre più numerosi come detta competizione meriterebbe.

                                                          Guido Ragazzini

class Pancalieri 15.09.18

[...]

NOVARA: Campionato Provinciale Novara – VCO 2018 – XP dopo Galliate

CAMPIONATO PROVINCIALE NOVARA- VCO 2018 XP (dopo Galliate )

[...]

Il G.S. Borgaro si laurea Campione Nazionale di Cicloturismo C.S.A.In

Borgaro Torinese (TO) – Il cicloturismo, la specialità che meglio esprime l’essenza del ciclismo amatoriale: è il piacere di una passeggiata in bicicletta in compagnia, godendo dei paesaggi e dello spettacolo che la natura ci offre nel corso delle stagioni. La promozione del territorio, quella genuina e legata al turismo enogastronomico, passa attraverso quello che il cicloturismo, in ogni sua forma, offre agli appassionati delle due ruote.
Ed in questo sabato di metà settembre l’evento clou della stagione cicloturistica targata C.S.A.In, il Campionato Nazionale di Cicloturismo a squadre, ci porta nella bella città di Borgaro Torinese alle porte del capoluogo piemontese che fu prima capitale d’Italia. Qui, presso la carrozzeria Pasqualetto, ci accoglie lo staff del Gs Borgaro, l’associazione appena entrata nella grande famiglia C.S.A.In ma già pienamente in sintonia con quelli che sono i nostri principi e che nella stagione 2018 si sta distinguendo per partecipazione e impegno organizzativo: a rispondere all’appello accanto ai cicloturisti dalla presenza costante si presentano anche squadre più dedite alle specialità agonistiche delle gare in circuito e granfondo, tutti uniti per trascorrere una serena giornata di sport, puntando al contempo al podio tricolore.…

[...]

DALMINE FINALE CAMP. PROVINCIALE STRADA Per le Foto Clicca quì

Acsi Bergamo

   A Dalmine, ha avuto svolgimento in una splendida mattinata di sole il Memorial Elisa e Ottavio Maffioletti, manifestazione promossa dall’ACSI bergamasca con il supporto della Cicli Mora, ottima l’organizzazione la quale si è valsa del supporto di oltre quaranta Persone dislocate nei sei chilometri del percorso, dando così un’ottima sicurezza ai partecipanti, alle premiazione sono intervenuti i figli dei Coniugi Maffioletti, Claudio e Giovanna, il via alla primo confronto con Gentlemen e Supergentlemen son poco più di sessanta i partenti, gara alquanto veloce, con continui allunghi che venivano smorzati velocemente, e solo a tre giri dal termine che un drappello di una decina di atleti riusciva a guadagnare una trentina di metri sufficienti per disputare poi la volata dove su tutti aveva la meglio la veloce ruota di Davide Cantù davanti a Arpaia e Scortechini, poi la Giuria chiamava all’appello le rimanenti Categorie, Junior, Senior e Veterani, anche questo confronto è altamente competitivo, con continui allunghi ma il gruppo riesce sempre ad intervenire velocemente, negli ultimi giri però in sette che riescono a staccarsi dal gruppo per poi disputarsi la vittoria che vede emergere su tutti Andrea Volpi davanti a Samuele Merli, Andrea Algeri, Roberto Cadei, Andrea Manzini e poi via-via tutti gli altri, la manifestazione si conclude con le interminabili premiazioni, dando l’arrivederci al prossimo anno.                                                                                                                                           G.Fanton

Campioni Provinciali 2018: Mirko Piccini; Michele Mazzoleni; Stefano Simoni; Gianpaolo Marchesi; Andrea Locatelli; Ambrogio Colleoni; Sergio Carrieri; Alessandro Marcandalli; Mario Mutti.

Ordini di Arrivo: JUNIOR: 1. Samuele Merli (Pedale Arquatese); 2. Federico Padrazini (Valtellina); 3. Andrea Biffi (Seven Club); 4. Mattia Bianchi; 5. Mirko Piccini; 6. Simone Romani; 7. Riccardo Mazzoleni. SINIOR: A) 1. Federico Brevi (Alta Valtellina); 2. Matteo Gamba (Cicli Gamba); 3. Giordano Giuliani (Lundici Sarco); 4. Roberto Carenini; 5. Michel Mazzoleni; 6. Riccardo Rizzi; 7. Stefano Arigoni. SENIOR. B) 1. Andrea Algeri (Lundici Sarco); 2. Roberto Cadei (Cicli Gamba); 3. Marco Rota (Lundici Sarco); 4. Aldo Rocchi; 5. Giacomo Terzi; 6. Stefano Simoni; 7. Giulio Magri. VETERANI: A) 1. Andrea Volpi (Team Isolmant); 2. Gianpaolo Marchesi (Cycli Classic); 3. Luca Motta (Pro Bike); 4. Alessandro Bizzioli. VETERANI: B) 1. Andrea Manzini (Pro Bike); 2. Andrea Locatelli (Pro Bike); 3. Paolo piazza (Bicycle); 4. Juri D’Andrea; 5. Marco Gotti; 6. Luca Rotolo; 7. Cristian Scaccabarozzi. GENTLEMEN: A) 1. Davide Cantù (Ruotamania); 2. Antimo Arpaia (Asnaghi); 3. Marco Scortichini (Pedale Senegalese); 4. Giovanni Ciardo; 5. Angelo Panzera; 6. Gianpietro Assi; 7. Marco Cadei. GENTLEMEN: B) 1. Ferrante Galmozzi (System Cars); 2. Sergio Carrieri (Cicli Gamba); 3. Mario Avogadri (Marcobontempi); 4. Francesco Chiofalo; 5. Francesco Bitetti; 6. Roberto Stagnoli; 7. Fabrizio Mazzola. SUPERG. A) 1. Bruno Borra (Maleo); 2. Alessandro Marcandalli (ACSI Bg); 3. Pietro Ghertani (Cicli Class); 4. Dario Contessi; 5. Claudio Ubiali; 6. Massimo Bernasconi; 7. Antonio Villa. SUPERG. B) 1. Mario Mutti (F.lli Lanzini); 2. Elio Foglieni (Breviario); 3. Dionisio Ghezzi (Cicli Graziani). SOCIETA’: 1. Team Senen Club; 2. Pro Bike; 3. Alta Valtellina. GIURIA: Michele Borali, Gianmichele Fanton; Simone Cividini; Alberta Bellini; Maura Tiraboschi.

 

 …

[...]

SABATO 15 SETTEMBRE A GAZZANIGA-GANDA -FINALE SCALATORE – Per el Foto Clicca quì

Acsi Bergamo

 Gazzaniga /Ganda, ottimamente in portò la 21ma prova del Trofeo dello Scalatore Orobico, manifestazione promossa dalla Recastello Due Erre presieduta dal duo Luciano Merla e Cristiano Renzi ed è stata corsa nel ricordo di Linda e Serafino Maffeis, il via veniva dato alle quindici dal Piazzale della Stazione, sono poco più di un centinaio gli atleti  al via, al passaggio da Orezzo al comando sono in una quindicina  gli atleti che hanno un vantaggio di una ventina di secondi sul gruppo molto allungato in un lungo serpentone di atleti che cercano di non lasciare la presa, la gara è estremamente importante in quanto rappresenta l’ultimo atto dello scalatore Orobico, in palio ci sono le Maglie del maglificio Rosti, sia per i Prima che i Seconda Serie, per cui l’ultima prova è stata percorsa ad una andatura altamente competitiva, con Pietro Lanfranchi della Società organizzatrice che ha fatto la differenza, e taglia il traguardo dopo 23’015” ad una media di 23,062 precedeva di una quindicina di secondi Davide Dentella, poi Matteo Bordignon, da segnalare l’ottima prova di Mauro Galbignani atleta sempre nelle prime posizioni, anche se fa parte della categoria dei Veterani, con questa manifestazione si chiude il trofeo dello scalatore che anche quest’anno ha contribuito notevolmente a incentivare le Società ad organizzare le gare, questo comporta per l’avvenire un senso di responsabilità per le Società a continuare su questa strada tracciata da molti anni con risultati di partecipazione alquanto importanti.          

                                                                                                       G.Fanton

Vincitori dello Scalatore Orobico. Prima Serie: Glauco Maggi; Giorgio Vedovati; Daniele Pendezza; Robert Acerbis; Davide Carrubba; Walter Montanelli; Raffaello Noris; Gianluigi Andreini; Renato Bettiga; Giuseppe Quadri; Alice Donadoni; Clara Perletti. Seconda Serie: Andrea Ronzoni; Valentino Corti; Germano Rota; Stefano Passera; Emanuele Carrubba; Stefano Ismaele Gatti; Veniero Gatti; Dario Contessi; Virgilio Perletti; Ivano Baratti; Melissa Panzeri; Barbara Marangon

Ordini di Arrivo: Assoluta: 1. Pietro Lanfranchi (La Recastello) in 23’015; 2. Davide Dentella (Becycle); 3. Matteo Bordignon (Garda); 4. Roberto Massa; 5. Flavio Del Prete; 6. Mauro Galbignani; 7. Samuele Pizzoli. ARRIVI di CATEGORIA: JUNIOR: 1. Glauco Maggi (Team Morotti); 2. Carlo Curnis (Free Bike); 3. Simone Capelli (Composti); 4. Michael Cremaschi. SENIOR: A) 1. Flavio Del Prete (Team K2); 2. Alberto Maffesanti (Pianeta Bici); 3. Igor Zanotti (Zapp. Team); 4 Mattia Olivini; 5. Giorgio Vedovati; 6. Maurizio Gelmi. SENIOR: B) 1. Davide Dentella (Becycle); 2. Matteo Bordignon (Garda Lake); 3. Roberto Massa (Fiorenzo Magni); 4. Marco Rota; 5. Tommaso Lando; 6. Andrea Algeri; 7. Paolo Gamba. VETERANI: A) 1. Pietro Lanfranchi (La Recastello); 2. Mauro Galbignani (Aurora 98); 3. Emanuele Cairo9li (Club Makako); 4. Giovanni Spatti; 5. Bernardo Bellicini; 6. Marcello Bondioli; 7. Dario Maldarelli. VETERANI: B) 1. Stefano Merelli (La Recastello); 2. Davide Carrubba (Club Brianza); 3. Cristiano Renzi (La Recastello); 4. Emanuele Carrubba; 5. Paolo Caslini; 6. Paolo Zanardi; 7. Stefano Scandella. GENTLEMEN: A) 1. Ivan Carminati (Free Bike); 2. Giuseppe Zago (Solora); 3. Francesco Savoldi (Becycle); 4. Walter Montanelli; 5. Ismaele Stefano Gatti; 6. Andrea Pozzoni; 7. Marco Cipolli. GENTLEMEN: B) 1. Davide Cortesi (Città Treviglio); 2. Sergio Roverselli (Guidizzoli); 3. Enrico Ghisalberti (Team Viscardi); 4. Riccardo Gavazzeni; 5. Luigi Cremaschi; 6. Raffaello Noris. SUPERG. A) 1. Angelo Compagnoni Pesenti (Izata Team); 2. Gianluigi Andreini (Zapp. Bike); 3. Alfredo Zanoletti (Cicli Peracchi); 4. Dario Contessi; 5. Vanni Oliva; 6. Sandro Bellucci; 7. Carlo Vezzoli. SUPERG. B) 1. Ruggero Gialdini (Guidizzoli); 2. Dario Bertocchi (Zapp. Team); 3. Renato Bettiga (Team Mandello); 4. Gabriele Carraro; 5. Enzo Mapelli. SUPERG. C) 1. Giuseppe Quadri (Barcella Giuliano); 2. Alessandro Lazzaroni (MTB Suisio); 3. Santo Brumana (MTB Suisio); 4. Mario Tintori; 5. Ivano Baratti; 6. Sergio Bossi; 7. Gianpietro Pendola; 7. Giacomo Mora. DONNE: 1. Katia Mennea (Barcella Giuliano); 2. Francesca Saottini (Garda Lake); 3. Clara Perletti; 4. Martina Personeni. SOCIETYA’: 1. La Recastello Due Erre; 2. Barcella Giuliano; 3. Izata Team. GIURIA: Renato Benigni, Vincenzo Bertato, Maria Anna Brioni; Maura Tiraboschi; Barbara Fardella, Bruna Gervasoni.

[...]

Campionato Nazionale Endurance mtb CSAIn

Patti (ME) – Una splendida giornata di sole, con caldo oltre la media stagionale, è quella che accoglie la centuria di bikers che si presentano a Porticella di Patti per la disputa della 6ª 6 ore di Porticella, prova unica del Campionato Nazionale Endurance CSAIn e 4ª tappa del Campionato Regionale.
Il percorso profondamente rinnovato nella sua prima parte e pulito alla perfezione dalle maestranze dell’Azienda Agrituristica, risulta molto veloce e spettacolare.
Alle 10,00 in punto la partenza dopo le ultime raccomandazioni dell’organizzatore, ed è subito spettacolo; infatti dalla terrazza del ristorante si vede buona parte del percorso, specie la prima parte, ed è magnifico vedere il serpentone multicolore che solleva un enorme polverone nel lunghissimo rettilineo dopo la partenza.
Al primo passaggio se delinea subito quella che sarà la classifica finale della manifestazione; transita per primo Cicciari del Team The Losers, una squadra composta per l’occasione da 4 amici tesserati con 3 diverse Asd e 2 EPS, non partecipano al Campionato Nazionale ma, al contrario di ciò che dice il loro nome, vogliono primeggiare, e così sarà, guidati dall’esperienza del “vecchio” Antonino Cannone (43 anni, ma tanti anni di mtb9 la loro supremazia non è mai stata messa in discussione; Cicciari transita in 10,27 un tempo spettacolare, per vedere passare il secondo concorrente bisogna aspettare ben “50, Germanò della Cicloamatori Gulfi, poi transita Ilardo, Team Longano e Prestandrea della Enerwolf 1, mentre in quinta posizione transita Triscari della Tyndaris.
Il primo dei solitari in 8ª posizione è Bonaccorso seguito a ruota da Campailla mentre più indietro vi è Giampiero Calì.
Dopo un’ora e dieci queste le posizioni fra le squadre: 1ª The Losers con 6 giri; e poi nell’ordine Enerwolf 1, Enerwolf 2 Ciclo Tyndaris e Team Longano. Fra gli individuali è un testa a testa fra Campailla e Bonaccorso entrambi sono a 5 giri con poco distacco ora a favore dell’uno o dell’altro; sempre a 5 giri ma con oltre 6’ di ritardo Danilo Piccione, Federico La Malfa e Danilo Cacopardo.
A metà gara conferma delle posizioni fra le squadre con The Losers a 17 giri così come Enerwolf 1 a circa 6’ ed Enerwolf 2 a circa 10’; tutte le altre squadre a 1 giro nell’ordine Cicloamatori Gulfi, Team Longano 1, Akraion 1, Ciclo Tyndaris; a distacchi maggiori le altre squadre. Fra gli individuali balza decisamente in testa Davide Campailla con Bonaccorso a circa 5’, mentre La Malfa e Piccione perdono 1 giro. Cambia poco nella seconda metà della gara se non i distacchi che si dilatano sia per le squadre che per gli individuali con il tempo record, nel nuovo percorso, di Cicciari in 10.23.159, il suo 4° giro.

[...]