Coordinamenti CSAIn

Coordinamenti Acsi

 

ottobre: 2019
L M M G V S D
« set    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Archivio notizie

TORINO: GIVOLETTO 6.10.2019

MAGNALDI E FERRERO A GIVOLETTO

Nell’ultima prova Campionato Strada Torino

 

Givoletto (To), 6 ottobre 2019 – In una domenica assolata, ma ormai fresca, ci si trovava in pochi sul bel “triangolo” di Givoletto – La Cassa – San Gillio – Givoletto, circuito adatto alle caratteristiche di qualsiasi tipologia di corridore, com’è ben dimostrato dal fatto che la gara dei più giovani sia stata vinta da uno scalatore come lo è Mattia Magnaldi (Team De Rosa Santini) e quella dei più anziani da un corridore noto per il proprio spunto veloce, Giancarlo Ferrero (Cavallino Rosso).

Come sempre l’avvio della corsa delle categorie fino ai Veterani era da subito scoppiettante con molteplici attacchi prontamente rintuzzati dai più volenterosi. Si facevano notare fra i più attivi Magnaldi – suoi una serie di ripetuti scatti, seppur non risolutivi -, oltre al forte “mountain biker” Pollone (ASD Poison Bike Team) e al veterano Porro (Bicistore Cycling Team).

Tuttavia era solamente nel corso dell’ultimo dei sei giri previsti che riuscivano a prendere il largo in due e ciò avveniva nel falsopiano che da San Gillio riportava i corridori a Givoletto; essi erano: “un” Carlini (Arredamenti Berutti) – ci scusiamo per non essere riusciti a comprendere quale dei due gemelli Carlini fosse -, e Lorenzo Boccardo (Team Poirinese).

Il gruppo nicchiava consentendo al duo di guadagnare un discreto vantaggio che era annullato da una serie di scatti e successivamente da un allungo di Casale (Ciadit Cicli Sumin), ormai in prossimità della rotonda di Givoletto, volto a portare l’uomo veloce della propria squadra, Lenza, in posizione opportuna per disputare la volata ormai imminente.

Pur tuttavia dal parapiglia finale, nella breve rampa adducente all’arrivo, era Magnaldi a emergere, prevalendo su Melis (ASD Dilettantistica Tredici), Tommaso Boccardo (Team Poirinese), Albiero (ASD Dilettantistica Tredici), Calandra (AS Ciclismo), Lenza (Ciadit Cicli Sumin) e a seguire, tutti gli altri, distanziati di qualche metro.

L’andamento della corsa dei più anziani si svolgeva, per le prime tre tornate del percorso, in modo palesemente ozioso, tanto fosse esiguo il numero dei partecipanti. Massima era perciò l’indecisione nello sparuto gruppetto di corridori sul da farsi, indecisione che veniva rotta da un allungo dell’alfiere della “Cavallino Rosso”, il summenzionato Ferrero, prontamente seguito da Ragazzini (ASD Asnaghi Cucine).

L’estemporaneo duo formatosi procedeva di comune accordo per i tre giri del percorso rimanenti, concordia che s’interrompeva a un paio di chilometri dal traguardo nel momento in cui Ragazzini tentava infruttuosamente di liberarsi dello scomodo compagno di fuga.

Difatti questi, il Ferrero, pur prendendo la volata in testa, ormai in vista dell’arrivo, “scaricava” con irrisoria facilità il Ragazzini, vincendo meritatamente a braccia levate.

Il resto del “gruppo”, era regolato da Piacenza (Cavallino Rosso) che prevaleva su Benedetto (Polisportiva Pessionese), Foravalle (Equipe Cicli Capella) e Olivero (Team Santysiak). A seguire gli altri, fra i quali va menzionata, ancora una volta, Stefania Sensi (Progetto Ciclismo Santena), sempre attiva e partecipe.

Si passava quindi alle premiazioni e all’assegnazione delle maglie di “Campione Provinciale ACSI Torino” conseguite dai seguenti corridori: Diego Casale (Ciadit Sumin), cat. S2; Alessandro Agù (Cicli Castagnone), cat. V1; Silvio Lentini (PCS), cat. V2; Giorgio Foravalle (Equipe Cicli Capella) e Stefania Sensi (PCS), cat. Donne.

Prossimo appuntamento, riservato alla “seconda serie”, a Foresto di Caramagna, domenica mattina 13/10, per il Campionato Provinciale di Cuneo e Torino.

                                                                Guido Ragazzini

class Givoletto 6.10.19

[...]

TORINO:CLASSIFICA FINALE CAMPIONATO PROVINCIALE STRADA 2019

CLASSIFICA FINALE CAMPIONATO PROVINCIALE STRADA 2019

Provinciale Strada Torino 2019

[...]

Intervista a Biagio Nicola Saccoccio responsabile nazionale CSAIn Ciclismo

Biagio Nicola Saccoccio, recentemente presso la Federazione Ciclistica Italiana si è tenuto un incontro propedeutico al rinnovo della Convenzione 2020, che cosa possiamo anticipare alle società affiliate CSAIn e magari a coloro che pensano di farlo nella nuova stagione?
“Il nostro ente è da sempre attento all’evoluzione del mondo del ciclismo e in particolar modo alle norme e regolamenti che nel tempo si adeguano a tale evidente mutazione. CSAIn, nel rispetto delle norme CONI che regolano le attività sportive degli EPS, segue questi imprescindibili passaggi istituzionali e quindi, ci viene naturale adeguarci alle norme FCI cui il CONI rimanda. Sono queste le motivazione che ci animano, e in particolare per il rispetto e tutela verso coloro che scelgono il nostro ente per svolgere questa affascinante attività sportiva. Perché soltanto con un rapporto basato sul rispetto dei ruoli di ciascuna figura si può realmente far crescere il movimento con le giuste basi assicurandogli un futuro adeguato. Per ciò che riguarda la convenzione con FCI stiamo seguendo l’iter richiesto dalla stessa federazione, con la stessa condiviso, che oltre a prevedere la reciprocità, ovvero la partecipazione dei nostri tesserati alle gare organizzate da FCI e gli altri enti convenzionati, prevede anche altre peculiarità e aspetti sinergici. Pertanto, ci sentiamo di affermare che, chi per il 2020 sceglie il mondo del ciclismo CSAIn avrà garanzie di supporti concreti.
All’ultima riunione svoltasi presso la FCI non hanno partecipato Acsi, in quanto non invitata e la FCI ha dichiarato che attenderà l’esito dell’arbitrato del Coni prima di riprendere i rapporti e Asi assente ingiustificato.
“Guardi non mi permetto di giudicare l’operato di altri enti. Io voglio e devo pensare soltanto alla nostra attività e alla tutela di coloro che scelgono CSAIn per svolgerla. Lo faccio umilmente dando anche concreta continuità alla storia ciclistica già di CSAIn UDACE, nel rispetto e applicazione di quei principi in precedenza enunciati”.
Con il provvedimento del 30 aprile 2019 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Capo della Polizia Direttore Generale della Pubblica Sicurezza del Ministero degli Interni (pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie generale 142 del 19/06/2019) è stato emanato il nuovo Disciplinare Scorte Tecniche per le competizioni ciclistiche. Quali sono le iniziative di CSAIn per adeguarsi a tale norma?
“Il Disciplinare prevede, dal 1° gennaio 2020, tra gli obblighi degli EPS riconosciuti CONI, la necessità di avvalersi della figura del Direttore di Corsa certificata dalla FCI per ogni evento ciclistico su strada. CSAIn, e lo ha sottolineato la FCI nel suo ultimo comunicato, è stato l’unico ente che ha richiesto, e per ora ottenuto, la stipula di una convenzione per la formazione delle proprie figure del comparto sicurezza. Questo non vuol dire essere i primi della classe ma – continua Saccoccio – vuol dire rispettare tutti coloro che ci danno fiducia ogni anno sottoscrivendo affiliazione e tessera con noi, offrendo loro gli strumenti per svolgere una sana attività sportiva formalmente codificata nelle norme.
Pertanto, in attuazione delle modifiche apportate al “Disciplinare Scorte Tecniche”, CSAIn e FCI nel rispetto dei propri ruoli e compiti istituzionali, hanno stipulato un protocollo d’intesa per la formazione e aggiornamento delle seguenti figure per le competizioni ciclistiche su strada: – Responsabile del Servizio Scorta Tecnica di ciascuna manifestazione ciclistica identificato come Direttore di Corsa e Direttore di Organizzazione; – Addetti alle Segnalazioni Aggiuntive (A.S.A.); – Addetti ai Servizi Tecnici in Gara (A.S.T.C.).
Infatti entro il mese di novembre si terrà a Roma un corso di formazione per direttori di corsa e direttore di organizzazione, pertanto soltanto gli abilitati dai corsi CSAIn/FCI potranno avere la finalizzata licenza tecnica a ricoprire questo incarico nel contesto dell’attività CSAIn”.
Tra qualche settimana la stagione 2019 passerà agli archivi, come inquadra questo anno e quali sono le condizioni di tesseramento che CSAIn propone per il 2020?
“Per la stagione sportiva che si avvia alla sua conclusione possiamo dire, con soddisfazione, che si è trattato di un anno senz’altro molto positivo con una crescita generale sia in società affiliate , sia in tesserati che attività svolta ma, soprattutto tengo ad evidenziare l’oculata sinergia di intenti con tutto il territorio che ha dato tangibile corpo alle linee guida emanate dall’ente. Per l’attività 2020 ormai alle porte, si è al lavoro per la definizione dei crescenti calendari nazionali, regionali e provinciali, con il ciclocross che da primo attore è già brillantemente entrando in scena.
Per quanto riguarda le condizioni associative, queste sono rimaste invariate, riconfermando per il 2020 le quote di adesione già del 2019″.

Mirko D’Amato
radiocorsaweb.it…

[...]