Coordinamenti CSAIn

Coordinamenti Acsi

 

settembre: 2020
L M M G V S D
« ago    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Archivio notizie

Cuneo: Carmagnola 2.6.2013

13° MEMORIAL CARLO MASSANO

Andrea Gallo e Masimo Grappeja ancora imbattibili

Carmagnola, 2 giugno 2013 – Finalmente, con il caldo che si addice alla stagione in corso, siamo qui a raccontare del 13° Memorial Carlo Massano, che si corre oggi a Carmagnola sotto l’egida ACSI settore Ciclismo Cuneo e con l’organizzazione dell’ASD Pedale Carmagnolese.

Il percorso, veramente accattivante e ondulato il giusto, inasprito da una leggera brezza birichina in una giornata così piacevole, attira ben 152 concorrenti piemontesi, lombardi e liguri da distribuire in due partenze distinte per età. Si dovrà percorrere 3 volte un circuito di 28 km, con il trasferimento andata e ritorno da Carmagnola, nel cui centro, ben pattugliato e transennato dalle forze municipali e volontarie, è posto il traguardo, dopo ben 92 km di corsa.

Dopo il trasferimento alla periferia di Carmagnola, partono per primi i 74 cicloamatori delle categorie cadetti, junior, senior e veterani.

L’avvio è come sempre rapido e dopo pochi km di gara nasce una la fuga che condizionerà la corsa. Ne sono protagonisti Crivello, Agù, Domenino, Gallo, Moussa e Geraci. I sei vanno subito d’accordo ma perdono presto Agù, a causa di un problema tecnico. Il loro vantaggio sale, in pochi chilometri, oltre il minuto e si assesta oltre i 2′ a metà gara, nonostante le tirate dei vari Villano, Maran, Agù, Mondo, Turco, Pacchiardo, Venezia e altri ancora, che non riescono però a ridurre il distacco. Con la cronaca ci spostiamo a 15 km dall’arrivo, con Gallo che forza decisamente l’andatura, producendo uno strappo che il solo Omar Moussa riesce a contenere. I due marciano verso il traguardo di Carmagnola inseguiti dai restanti tre fuggitivi, ormai spossati. Ai meno 1,5 km, Gallo allunga ancora e questa volta Moussa è costretto a lasciarlo andare a vincere in solitaria la sua ennesima corsa stagionale.

Anche Moussa arriva da solo, a 28“ dal vincitore mentre, a 1’40” tagliano il traguardo, Domenino, Crivello, che abita qui a Carmagnola e Geraci. A 3’ arrivano i primi inseguitori, Fracassi, Travellini, Mondo e Tira poi, con distacchi vari seguono, Bosio, Trucco, Capra, Gambaruto, Venezia, Martucci, Pacchiardo, Maran e altri. Il gruppo, il cui sprint, vale la 35ª posizione, è vinto da Muscheri su Finotto e Vitale, arriva dopo quasi otto minuti. La media della corsa è di 40, 390 km/h.

Il gruppo dei 78 gentleman, super e donne, partito poco dopo la prima corsa, procede per la prima ora senza grossi scossoni, se si esclude l’uscita di Grandis, Moleri e altri due corridori, che dura diversi chilometri. Le cose cambiano al secondo passaggio sul leggero strappo dei Virani, affrontato dal versante meno duro, quando Olivero attacca con decisione. Prima, Giletta e poi Grappeja, si fanno sotto e iniziano, con Olivero, la fuga che durerà fino alla fine. Il vantaggio non supererà mai i 40”, nonostante le tirate di Martinello, Borgarelli, Caramellino e altri, che cercano invano di ridurre lo svantaggio, ma i fuggitivi non saranno più ripresi.

I tre battistrada raggiungono insieme la periferia di Carmagnola. Quando manca circa un chilometro, Grappeja prova a scattare ma, mentre Giletta non ce la fa a reagire, Olivero si riporta subito a ruota. Prima dell’ultima curva, posta a 300 metri dalla linea d’arrivo, Grappeja scatta ancora e Olivero non molla. Rimane li ma non ce la fa più a contrastare lo sprint del compagno d’avventura, che vince con una bici di vantaggio, la sua seconda corsa, a sole 20 ore dalla splendida vittoria di Roreto di Cherasco. A 5” arriva Giletta mentre, a soli 17”, arriva solitario, il lombardo Caraci.

La coppia Martinello/Isaia si presenta a 36” dal vincitore, che ha coperto i 92 km del percorso alla media di 37,810 km/h, mentre lo sprint dell’intero gruppo è vinto da Dardi su Schembri, Mantino e Marletta, che risulta così il 1° sgA, subito seguito dal pari categoria, Albiero. Tra gli sgB, Peruzzo supera Ariagno, Giuliano, Calvarese e Calvo mentre, tra le donne, la bravissima Olga Cappiello è davanti, oltre che a tanti maschi, anche all’altra rappresentante femminile, Maria Budasu.

Le classifiche sono presto fatte e i famigliari di Carlo Massano, sempre presenti a questa manifestazione per ricordare il loro caro estinto, danno inizio alla premiazione per tutti i classificati delle varie categorie, come previsto dalla locandina informativa.

Foto, premi, strette di mano e saluti, chiudono la manifestazione, ma non prima di essersi dati appuntamento a giovedì sera, 6 giugno, a Baldissero d’Alba, dove sui correrà il Memorial Gino Maletto e Luciano Cane.

 

Le foto della gara e della premiazione finale sono consultabili cliccando sul seguente collegamento:

https://picasaweb.google.com/110336262776895138773/Carmagnola2Giugno201313MemorialCarloMassano#

                                                                                                          Valerio Zuliani

Class.Carmagnola 2.6.2013 

 

Comments are closed.