Coordinamenti CSAIn

Coordinamenti Acsi

 

luglio: 2020
L M M G V S D
« apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Archivio notizie

CUNEO: Polonghera 23.7.2015

1° MEMORIAL SIMONE CARATTO

Roberto Ostorero e Alessandro Nervo i più veloci

CHIUDE LA KERMESSE DELLE “5 SERE”

Venezia, Desco, Ferracin, Ostorero, Longo e Cren indossano il primato

Polonghera (Cn), 23 luglio 2015 – Arriviamo a Polonghera con il caldo torrido che ci corre dietro, per disputare l’ultima delle “5 Sere di Cuneo”, quella che assegnerà le maglie ai vincitori delle varie categorie e ne premierà i primi tre nella classifica finale.

Polonghera è un piccolo paese al confine tra la provincia di Cuneo e quella di Torino. Piccolo è il paese, ma grande il cuore sportivo dei suoi abitanti che, con l’ASD Ciclo Polonghera, organizzano parecchie manifestazioni ciclistiche, una delle quali è proprio il classico circuito serale che vedremo questa sera e che tutti gli anni si ripete sulle strade cittadine, percorrendole una quindicina di volte, per un totale di 42 km. Il circuito misura 2800 metri e non presenta brutte curve né difficoltà altimetriche.

La manifestazione odierna serve anche a ricordare Simone Caratto, un corridore della Ciclo Polonghera che un male incurabile si è portato via poco più di un anno fa. Gli sportivi organizzatori l’hanno voluta denominare “1° Memorial Simone Caratto”. E a tenerne vivo il ricordo questa sera è presente anche la moglie di Simone.

Completiamo le iscrizioni presso il Salone Pro Loco Mimmo Ghiffa e poi ci spostiamo in centro paese, dove sarà dato il via alla prima delle due gare in programma.

Alle 18,45 partono i 49 concorrenti della seconda fascia d’età.

Li vediamo transitare al primo passaggio sulla linea del traguardo guidati da Adriano Bungaro, Panepinto e Nigro.

Nella tornata successiva c’è già il primo tentativo di fuga, operato da Bungaro, Gomba e Nigro. I tre passano sulla linea del traguardo, inseguiti a 100 metri da Marletta, Panepinto, Pautasso e Piacenza. L’avventura dura poco e il giro dopo sono di nuovo tutti insieme.

Al quarto giro notiamo una breve fiammata di Piacenza. All’8°, un tentativo d’evasione, con Adriano Bungaro, Gaule, Panepinto, Bria, Allasia, Girotto e un altro concorrente. Al 9° sono Adriano Bungaro, Lavezzo, Gecchele, Beoletto e Allasia a provare la via di fuga. All’11°, Nigro. Tutti questi tentativi d’evasione che abbiamo registrato non riescono mai a durare più di 2 chilometri. Il gruppo, alla testa del quale vediamo spesso Dana, Bria, Antonio Bungaro, Isoardo, Alparone, Piacenza, Bosticco, Allasia, Grappeja e Batilde, non lascia ulteriore libertà.

Assistiamo all’ultimo tentativo di fuga al suono della campana, con Bosticco, Alparone e Olivero che vengono rilevati nella tornata conclusiva. Niente da fare, aspetteremo la volata.

Vediamo spuntare il gruppone in fondo al rettilieo d’arrivo e, poco dopo, stagliarsi la sagoma di Roberto Ostorero, che balza davanti a tutti e taglia il traguardo braccia al cielo alla media di 43,090 km/h, davanti ad Allasia, Bosticco, Nigro, Romagnoli, Perucca, Marletta (1° sgA), Adriano Bungaro, Lorenzoni (2°sgA), Dana, Girotto, Traversa (1°sgB) e Cren (2° sgB). Poi ancora, Gaule, Batilde (3° sgA), Maritan (3°sgB) e Gecchele, seguito da Roberto Dall’Osto e tutti gli altri.

Finita questa corsa, inizia subito dopo quella della fascia d’età più giovane, con 36  concorrenti al via.

La prima tornata è solo un assaggio, ma il gruppo è già allungato, con in testa Sergio Fissore seguito da Marco Morra.

In quasi tutte le altre tornate assistiamo a tentativi di fuga di Geraci, Luca Carlini e Milanesio, poi Davide Carlini e ancora Luca Carlini, Bruna, Morra e Sosnovshchenko. Il più corposo è quello dell’ottavo giro, con Riva, Ferracin, Sosnovshchenko, Davide Carlini, Desco e Michielon. Poi prova ancora Diego Dall’Osto ai meno 5, ma l’episodio risolutivo avviene al terzultimo giro, quando vanno via Venezia, Finotto, Davide Carlini, Ferracin, Nervo e Milanesio. I sei nuovi battistrada vanno d’accordo e riescono a guadagnare fin a 300 metri, che mantengono fino al suono della campana.

L’inseguimento è tirato da Geraci e il distacco si riduce sempre più. Se ne accorge Ferracin che, prima di entrare nell’ultimo rettilineo, prova ad anticipare la volata. Un’ottantina di metri più indietro sta rinvenendo forte Geraci, con Riva e tutto il gruppo a ruota.

Davanti, la sparata di Ferracin inizia ad accusare la stanchezza e passa in testa Alessandro Nervo. Siamo in pieno sprint. Nervo taglia per primo il traguardo seguito da Ferracin, Finotto e Venezia, ma Riva, uscito dalla scia di Geraci, riesce a superare Carlini e Milanesio, mentre Geraci si deve accontentare dell’8° posto, seguito da Giancarlo Ferrero, Sosnovshchenko, Michielon, Altare, Bruna, Conte, Mondo, Dall’Osto e Bessone. Buona la media del vincitore: 45,710 km/h.

Ci spostiamo nuovamente presso il Salone Pro Loco per la premiazione, che inizia con la vestizione delle maglie per i primi di ogni categoria della 5 Sere.

Dopo qualche commossa parola per ricordare l’amico corridore Simone Caratto, alla presenza della vedova, si chiamano i vincitori: Venezia, Desco, Ferracin, Ostorero, Longo e Cren, che indossano la maglia appositamente disegnata per ricordare le sere d’estate, con la luna che fa capolino.

Le categorie premiate sono: junior, senior, veterani, gentleman, sgA e sgB. Per i primi tre classificati di ognuna di esse c’è un bel cesto e una bottiglia di vino, che serve sempre a fare allegria.

La premiazione prosegue con i classificati della gara di questa sera. Si formano i podi assoluti e delle varie categorie con cesti, borse e foto in abbondanza. Ma dopo non si va via, ci spostiamo nell’adiacente salone, dove ci sono i tavoli apparecchiati e la pasta al sugo pronta da mangiare. C’è anche della gustosissima crostata. Il tutto è offerto, a corridori e non, dalla Ciclo Polonghera di patron Osella e degli indaffaratissimi suoi tesserati, che vediamo muoversi tra un tavolo e l’altro, camerieri improvvisati ed esempio di amicizia e spirito di squadra.

Le foto della corsa e premiazione finale sono consultabili cliccando sul seguente collegamento:

https://picasaweb.google.com/110336262776895138773/1MemorialSimoneCarattoPolonghera23Luglio2015

Valerio Zuliani

 Classifica Polonghera 23.7.2015

Comments are closed.