Comunicati ufficiali

Campionati Italiani Fondo

Italiano Fondo Cicloturistico

Italian Off Road

Stella Alpina

Brevetti – raid – randonnèe su strada e mtb

Ciclismo Femminile

Coordinamenti regionali

Comitati provinciali

 

ottobre: 2017
L M M G V S D
« set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

PIEMONTE: Regionale Cronometro 15.10.2016

CAMPIONATO PIEMONTESE CRONOMETRO INDIVIDUALE 2016

Matteo Moisello, Leonardo Mona, Denis Franco Carlevero, Michel Chocol, Marco Cagnone, Piero Piana, Gualtiero Capellino, Antonio Pucciarelli, Tiziano Mavestio, Antonio Vidale e Antonella Vernile indossano la maglia

 

 Buronzo (Vc), 15 ottobre 2016 – Siamo quasi arrivati al termine della stagione cicloamatoriale Strada e ormai è ora di tirare le somme, campionati di qua, campionati di là, ognuno ha i suoi campioni, ma ne manca uno quello Regionale Cronometro Individuale, che incorona i protagonisti delle corse contro il tempo, facendogli indossare la maglia di Campione Piemontese Cronometro 2016.

La manifestazione era prevista sempre qui a Buronzo, domenica scorsa, 9 ottobre, ma un bruttissimo tempo che precludeva le condizioni di sicurezza sul percorso ha costretto gli organizzatori del Pedale Cossatese, il Comitato di Novara che gestisce la gara e il Comitato Regionale a spostarla a oggi.

La giornata che si presenta non è delle migliori, ma almeno non piove da questa notte e le strade stanno asciugando.

Il ritrovo per le operazioni preliminari è fissato presso l’Area Mercatale del Comune e l’affluenza sembra discreta.

Il tracciato di gara, che si snoda tra i comuni di Buronzo e Balocco, misura 16 chilometri ed è veramente un bel percorso, dove potere sviluppare velocità ma anche misurarsi con un tratto di salita e un successivo falsopiano spaccagambe che mette alla prova l’esperienza e la resistenza dei concorrenti.

Il Pedale Cossatese, che si è fatto carico di organizzare la manifestazione, senza badare a spese, ha provveduto a coprire completamente tutte le intersezioni di altre strade sul percorso di gara, mediante l’ausilio di 25 volontari a piedi, tra i quali anche il sindaco di Buronzo, signor Emiliano Giordano e scortare tutti i ciclisti in gara mediante l’ausilio di ben 16 mezzi motorizzati, moto e auto, assicurando così a tutti la sicurezza assoluta e necessaria.

La partenza è prevista alle 14,30 e l’Area Mercatale si affolla di ciclisti che si riscaldano sui rulli prima dell’imminente partenza. Uno di questi è il senior Michel Chocol, che partirà con il pettorale numero 1 e che dovrò scappare al lavoro subito terminata la gara.

Ci portiamo alla striscia di partenza, dove il responsabile del settore Acsi Ciclismo di Novara, Alberto Filippini, scandisce gli ultimi secondi che precedono il via. Chocol, preceduto dalla moto di scorta e dall’auto inizio gara, parte fortissimo e, poco dopo, quasi ci sorprendiamo quando ci comunicano che sta già arrivando al traguardo.

Ci spostiamo sulla linea d’arrivo, dove puntualmente vediamo transitare l’atleta dell’ASD Free Bike Cycling di Biella, con il tempo di 20’03”96, che equivale alla media di 47,842 km/h. Un tempo sicuramente difficile da battere.

Il quarto concorrente è il supergentleman B cossatese, tesserato a Pavia, specialista delle gare contro il tempo, Dino Andreotti. Dino ha 30 anni in più di Michel, ma ci si aspetta lo stesso da lui una prestazione eccellente. Andreotti non delude le attese e termina la gara con il tempo di 22’13”12, a 2’09” dal provvisorio capoclassifica. La sua media è di 43,207 km/h.

Sulla linea di partenza si alternano specialisti del cronometro e cicloamatori che amano misurarsi con i migliori e contro se stessi e tutti s’impegnano per il migliore risultato. Tra i più titolati c’è il bargese Gualtiero Capellino, che parte con il numero 15, già vincitore del titolo regionale categoria Gentleman, nel 2013. Capellino impiega 22’20”02 e si colloca immediatamente alle spalle di Andreotti.

Il primo che riesce a superare Dino Andreotti è il numero 23, il senior mantovano della Jolly Wear, Luca Parmigiani che transita con il tempo di 21’25”57 e si piazza in seconda posizione, a 1’21” da Chocol.

Si susseguono le partenze, al ritmo di una ogni due minuti, non necessariamente corrispondenti allo stesso distacco negli arrivi, ma per vedere un miglioramento bisogna aspettare il concorrente numero 43, il veterano torinese, tesserato presso la racconigese G.S.C. Racconigi Cicli MC, Piero Piana, che vince il titolo piemontese, quasi ininterrottamente, dal 2009, mancandolo solo nel 2010.

Piana fa segnare il secondo miglior tempo: 20’31”61, a 27” dal leader della classifica provvisoria.

Tra i “grandi” cronoman manca solo il senior Denis Carlevero, che parte con il numero 47. Seguiamo la sua prestazione in auto e ci accorgiamo delle difficoltà tecniche del circuito che il canalese Carlevero aggredisce da par suo, pagando nel finale, il forse troppo impeto nell’affrontare la salita iniziale. Il suo tempo, 20’46”04 è di 15” superiore a quello di Piana e gli permette di classificarsi provvisoriamente “solo” al terzo posto.

Ormai manca appena qualche decina di concorrenti, nessuno dei quali riesce a scendere sotto i 21’, come hanno fatto i primi tre della classifica provvisoria. Ma se non si lotta per la vittoria assoluta, lo si fa per conquistare la maglia regionale, e quest’anno, con le nuove “sottocategorie”, ce n’è per tutti. Ben 12 titoli regionali, da assegnare ad altrettante assurde categorie, ma sicuramente questo non è colpo dei concorrenti che onorano la manifestazione, ma soltanto di chi ha deciso di sminuire il titolo del primato, spezzettando le già più che sufficienti categorie, in un numero superiore di sottocategorie, senior 1, senior 2, veterani 1, veterani 2, gentleman 1, gentleman 2, che avrebbero forse ragione di esistere solo dove l’enorme numero dei partenti, tipo le Granfondo, lo richiedesse.

Quando la corsa finisce e transita anche l’ultimo concorrente, la donna B del Pedale Cossatese, Angela Nardiello, si mettono via i cronometri e ci si dedica alla classifica definitiva.

Il vincitore assoluto è sempre Michel Chocol, seguito da Piero Piana e Denis Carlevero, tutti vincitori di un titolo regionale e tutti al di sotto dei fatidici 21’.

Quarto è il senior Parmigiani, seguito dall’sgB Andreotti, dal gentleman Capellino, dal veterano Baroli, dal 1° sgA, il pavese Enrico Orsini e poi ancora, Dovana, Fassone, Fendone, Costa, Borlini, Costenaro e Mona, naturalmente seguiti da tutti gli altri, tra i quali c’è il debuttante Matteo Moisello che termina la prova con il tempo di 24’36”69 e le tre donne B, prima delle quali, Antonella Vernile che, con il tempo di 28’00”73, precede Simona Mastarone e Angela Nardiello.

Mentre i giudici di gara lavorano per esporre le classifiche, i corridori possono rifocillarsi con il pizza/crostata party, offerto dall’organizzazione diretta dal signor Fausto Dondi presidente del Pedale Cossatese.

Ma veniamo ai titoli di Campione Regionale Cronometro 2016: se lo aggiudicano: debuttanti, Matteo Moisello, Bike Team a Ruota Libera; junior, Leonardo Mona, Velo Valsesia, che per soli 9” supera il cuneese Luca Carlini; senior 1, Denis Carlevero, Pedala Sport Canale; senior 2, Michel Chocol, Free Bike Cycling; veterani 1, Marco Cagnone, Pedale Cossatese; veterani 2, Piero Piana, G.S.C. Racconigi MC; gentleman 1, Gualtiero Capellino, Team Bike Pancalieri; gentleman 2, Antonio Pucciarelli, Team F.lli Oliva; sgA, Tiziano Mavestio, Bassotoce; sgB, Antonio Vidale, G.A.C. Valdengo; donne A, assenti; donne B, Antonella Vernile, Ciclistica La Loggia.

Gli 11 titolati sono chiamati a indossare le maglie del primato, fotografati insieme al sindaco di Buronzo.

Subito dopo si passa alla premiazione di tutte le categorie, preceduta dal podio con i migliori tre della giornata, il primo dei quali Chocol, come già annunciato, ha dovuto assentarsi per motivi di lavoro.

Un bel vasetto di coloratissimi ciclamini è distribuito a tutti i primi delle dodici categorie, insieme ai cesti per i primi tre e borse per tutti gli altri.

Ma c’è ancora la coppa, che il sindaco consegna agli atleti della 1ª società classificata, il Velo Valsesia di Varallo.

Piano piano l’Area Mercatale si svuota e il cielo volge all’imbrunire, segno che è ora di tornare a casa, grati al tempo che ci ha permesso di terminare al meglio l’importante manifestazione Regionale.

Le foto della gara e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento: https://goo.gl/photos/nvdgYi3vDwjiEmX87

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

Classifica Regionale Cronometro 15.10.2016

Comments are closed.