Comunicati ufficiali

Campionati Italiani Fondo

Italiano Fondo Cicloturistico

Italian Off Road

Stella Alpina

Brevetti – raid – randonnèe su strada e mtb

Ciclismo Femminile

Coordinamenti regionali

Comitati provinciali

 

giugno: 2017
L M M G V S D
« mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

PIEMONTE: MTB CAMPIONATO REGIONALE

UNA PEDALANGHE DA RECORD

Record di presenze al Campionato Piemontese MTB

I Campioni 2017: Grechi,  Verdoja, Corino, Crivello, Perona, Ferrari, Garroni, Tosetto, Valsesia, Garlaschè, Giuliano, Nardi e Di Prima

 

Cossano Belbo (Cn), 14 maggio 2017 – Record di presenze alla 4ª edizione della Pedalanghe, prova unica di Campionato Piemontese MTB, anche valida per quello Provinciale di Torino e Cuneo, organizzata dall’ASD Dynamic Center.

Dice il proverbio: “Chi si loda s’imbroda” e noi ci imbrodiamo perché una parte del successo che adesso andremo a raccontare è anche nostro, del Comitato Acsi Ciclismo Cuneo, che ha consigliato, accudito e coccolato l’ASD Dynamic Center affinché la sua manifestazione riuscisse a fare il salto di qualità degno di un Campionato Regionale. E la Dynamic Center, con la preziosa regia del suo vicepresidente, Luca Garelli e del presidente, signora Graziella Pace, facendo le opportune modifiche e ottimizzazioni di percorso, è riuscita a segnare su queste colline delle Langhe Orientali, tre bellissimi, tecnici e panoramici tracciati, uno di 30 chilometri, uno di 22 e uno di 10, adatti a tutte le categorie in corsa. I tratti di gara, che nel complesso interessano i comuni di Mango, Cossano e Rocchetta Belbo, sono tutti rigorosamente indicati da apposite frecce e presidiati da personale delle Pro Loco. La calda e bella giornata ha fatto il resto, facendo confluire al tavolo delle iscrizioni ben 214 concorrenti, numero mai visto nei mie ultimi 15 anni trascorsi alla presidenza del Comitato Regionale Piemonte.

Ci troviamo a Cossano Belbo, nella terra che diede vita a Cesare Pavese, prima delle 7,30 per disporre le nostre cose in tutta tranquillità, ma notiamo già qualcuno che si aggira cercando il luogo del ritrovo, fissato nei pressi della piazza del municipio. Le operazioni d’iscrizione procedono celermente ma la fila si allunga moltissimo lasciando presagire una notevole partecipazione.

Quando è ora di partire, alle 10, tiriamo le somme e i numeri sono quelli che abbiamo già detto.

I corridori sono radunati ordinatamente sotto l’arco rosso gonfiabile e il vigile della locale Polizia Municipale blocca ogni tipo di traffico per lasciare partire coloro che faranno il giro dei 30 chilometri. Sono 155 concorrenti delle categorie dai 19 ai 54 anni che lasciano il posto sulla linea di partenza ai 55 delle categorie gentleman 2, supergentleman, donne e debuttanti (si fa prima a dire le categorie che definire le età). Partiti questi, tocca ai 4 giovanissimi della categoria primavera che, pur avendo età quasi identiche, presentano condizioni fisiche assolutamente diverse: c’è quello più sviluppato che sembra già un adulto e c’è quello che è ancora bambino e che ti verrebbe voglia di coccolare. Ma, si sa, l’adolescenza ha anche questa caratteristica di diversità provvisoria.

Essendo un giro unico per tutte tre le gare, non possiamo seguire la corsa da vicino ma solo dalle notizie che sporadicamente ci arrivano dal numeroso personale dislocato sul percorso.

Il traguardo è posto al termine di un rettilineo transennato all’interno della piazza del Municipio e attendiamo di vedere spuntare dall’angolo della chiesa, in fondo alla piazza, i primi concorrenti.

Il vigile, signor Roberto, soffia nel fischietto. Segno che i primi concorrenti stanno arrivando. Sono i più piccoli, quelli dei 10 km, che si presentano in due a disputare una volata dalla quale esce vincitore il biellese Gabriele Grechi, dell’ASD Fulvia Pagliughi. Il secondo è Leonardo Cerutti del Team MTB Omegna Lago d’Orta. Poco dopo arrivano anche i cuneesi Manuele Fenocchio e Francesco Rogati. Media del vincitore 14,050 km/h.

E’ poi la volta di quelli dei 22 chilometri, in testa ai quali si presenta ancora un atleta della Fulvia Pagliughi. Si tratta del debuttante Eric Paolo Verdoja, che copre la distanza alla media di 19,650 km/h. In seconda posizione ancora un debuttante, Fabio Bianco, seguito dal gentleman 2 Massimo Valsesia che conquista così la sua ennesima maglia di Campione (ne ha vinte tante di tutti i Campionati). Seguono, Rinaldo Viglione, Garroni, De Luca (entrambi debuttanti), Balocco, Mirco Bianco, Miazza, Stroppiana e Marco Campesato. Il primo sgA, Campione Regionale è Giuliano Garlaschè e il primo sgB, anch’egli Campione, Marino Giuliano da Carrù (Cn). Poco più indietro la prima donna 2, Daniela Di Prima e infine la torinese donna 1, Elisa Nardi.

Non si fanno attendere tanto neanche quelli della 30 chilometri, dei quali sappiamo che Pietro Castellino ha fatto presto il vuoto, staccando un bel po’ il nostro prossimo Campione Regionale, il leynicese Massimiliano Perona.

Al traguardo i due arrivano nell’ordine segnando la media della corsa a 20,220 km/h. Terzo è “l’enfant du pais”, il senior Alessandro Noè (abita a pochi metri da qui) che non vince la maglia perché Perona è della stessa categoria senior 2. Quarto arriva Gotta e subito dopo il primo gentleman 1, il torinese Andrea Tosetto Campione Regionale, seguito da Cortese, Reynaudo e Stefano Corino, che conquista la maglia degli junior per la gioia dell’Arredamenti Berutti di Alba. Lo seguono Paolo Viglione, Marco Pasquero e Alessio Crivello, nuovo Campione senior 1.

L’ultimo ad aggiudicarsi il titolo regionale è il biellese Paolo Garroni, anch’egli della Fulvia Pagliughi, un’ASD che ha lavorato molto sulle nuove leve (e si vede) senza trascurare il divertimento e la sete di risultati delle altre.

I concorrenti, dopo a una bella doccia calda nei locali comunali e un eventuale massaggio presso uno stand mobile, possono gustare un molto apprezzato rinfresco e hanno anche il piacere di ricevere un sicuramente gradito omaggio alla riconsegna del pettorale, consistente in un pacco gara con prodotti locali, vino, farina del mulino a legna e il famoso salame cotto Piemonte della Valle Belbo, una delle valli più profonde delle Langhe, che si estende dalla Liguria fino alla provincia di Asti ed è ricca di prodotti locali come quelli citati e i noccioleti che, uniti a boschi e vigneti, ne caratterizzano il territorio.

Attendiamo un bel po’ che arrivino tutti e poi ci prepariamo per la premiazione davanti al municipio ,che inizia dopo alcune parole di ringraziamento e complimenti agli atleti partecipanti da parte del sindaco Mauro Noè e dell’assessore Luca Luigi Tosi.

I primi a essere chiamati sono i 13 nuovi Campioni Regionali che si radunano nei pressi del podio indossando le fiammanti maglie bianche, cerchiate giallo blu, del primato conquistato.

Vestono la maglia, Gabriele Grechi (Bi/Vc), Eric Verdoja (Bi/Vc) , Stefano Corino (Cn), Alessio Crivello (Cn), Massimiliano Perona (To), Fabio Ferrari ((Cn),Paolo Garroni (Bi/Vc),  Andrea Tosetto (To), Massimo Valsesia (No), Giuliano Garlaschè (No), Marino Giuliano (Cn), Elisa Nardi (To) e Daniela Di Prima (No).

Si scattano foto a raffica tra l’allegria generale e poi si passa alla premiazione di giornata per i quattro podii, quelli delle tre gare e quello esclusivamente femminile. A turno, i chiamati salgono sui tranci di botte di diversa altezza, per il 1°, 2° e 3°, appositamente costruiti e sistemati dal personale della Pro Loco.

Si premiano tutte le categorie che, con il nuovo ordinamento sono ben 14 e che, oltre a essere più dispendiose a livello di premi, lo sono anche per il tempo che ci s’impiega a premiare, chiamando i concorrenti che, un po’ perché sono stanchi e affamati un po’ perché sono stufi di aspettare, si lamentano (ma oggi neanche tanto) dell’attesa.

La premiazione va avanti fino alle 13 e termina con le 3 ASD più numerose, Tecnobike Bra, Roero Speed Bike e Bikers Team, cui vanno alcune confezioni di ottimo vino locale. Per dovere di cronaca citiamo anche alcune delle società che seguono in questa classifica: Magicuneo, Cusati Bike e Fulvia Pagliughi.

Terminate le premiazioni ci spostiamo nella zona pranzo dove, a prezzo concordato di 15 €, sono apparecchiati i tavoli. Si mangia insalata russa, pasta al sugo, carne, verdura e un dolce “tartufo” semifreddo squisitissimo, il tutto “annaffiato” con vino bianco, rosso e freschissimo moscato. Tutto buono ma poi, vista la levataccia di stamattina e la stanchezza nelle gambe dei concorrenti che si sono fermati con le loro famiglie, adesso bisognerebbe andare a dormire. Invece salutiamo chi rimane e ci avviamo tranquillamente verso casa contenti di avere assistito a una competizione senza incidenti e avere ricevuto complimenti per il percorso, l’organizzazione e la velocità nello stilare le classifiche. La maggior parte del merito è di Dynamic Center ma un pochino crediamo di meritarcelo anche noi, Andrea, Francesca, Valerio e…Maela.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://goo.gl/photos/N2rFqPURRJcusNbU9

 

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

 Classifiche Reg. MTB 14.05.2017

Comments are closed.