Comunicati ufficiali

Campionati Italiani Fondo

Italiano Fondo Cicloturistico

Italian Off Road

Stella Alpina

Brevetti – raid – randonnèe su strada e mtb

Ciclismo Femminile

Coordinamenti regionali

Comitati provinciali

 

ottobre: 2017
L M M G V S D
« set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

CUNEO: ALBA 28.05.2017

MOSTACCIOLI E ALPARONE ENTRANO NELL’ALBO D’ORO

NEL 47° GRAN PREMIO BERRUTI ARREDAMENTI

 

Alba(Cn), 28 maggio 2017 – E’ quasi mezzo secolo che la famiglia Berutti organizza corse in bici. Una famiglia di appassionati che con la propria passione ha permesso lo sviluppo di questo bellissimo sport che una volta era appannaggio solo dei veri campioni. Invece questi pionieri delle corse cicloamatoriali, i fratelli Pietro, Giuseppe e Giovanni Berutti hanno permesso che, anche coloro che non avevano la fortuna di poter competere con i campioni, avessero almeno la possibilità di gareggiare tra di loro o con qualche campioncino che ormai aveva terminato la sua carriera tra i dilettanti o i professionisti.

E siamo arrivati al 47° Gran Premio Arredamenti Berutti, una corsa che ormai da molti anni si sviluppa su un circuito pianeggiante quasi cittadino, ma sempre ricco d’insidie e adatto a chi ha voglia di attaccare. Sviluppa 10650 metri che, percorsi 8 volte, fanno la bellezza di 85 chilometri.

E’ domenica mattina, l’ultima di maggio e, sebbene ci siano altre corse nel calendario cicloamatoriale, 98 concorrenti sono presenti qui, nel cortile del mobilificio, per prendere il numero e iscriversi alla gara.

Alle ore 10, tutti sono pronti a partire. Le scorte tecniche e la polizia municipale fermano il traffico e…via ai 49 concorrenti fino a 49 anni.

Nella prima tornata non succede niente di particolare ma nella seconda c’è già qualcuno, come Mostaccioli e Lavagna, che cercano un po’ di libertà e transitano sul traguardo con un centinaio di metri sul gruppo, dove Pera, compagno di Mostaccioli piomba sulle ruote di tutti quelli che vogliono andarli a prendere.

Il giro successivo Mostaccioli è ancora davanti, questa volta in compagnia di Gratarola. Stesso vantaggio del giro prima, Ad inseguire c’è Fabio capello, seguito da Bertagna, Rodolico e Lavagna.

La corsa è molto controllata e i tentativi d’evasione che si susseguono non danno frutti. Il gruppo è quasi sempre compatto, nonostante un bel tentativo di evasione di Corino e Giaccardi, quando ormai sta per suonare la campana dell’ultima tornata. Corino insiste e con lui vanno Mostaccioli, Segnati e Giordano. Questa volta la fuga va perché al suono della campana, il vantaggio sugli immediati inseguitori, Stocchino, Pera e Carlini, è di 1’25”.

Infatti, i quattro battistrada vanno a giocarsi la vittoria in volata, dove ha la meglio il senior Antonio Mostaccioli, che vince alla media di 41,940, precedendo Giordano, Corino e Segnati. Poco dopo, Conti, Pera, Vassallo, Mondo (1° veterano), Davide Carlini, Zavattero e Milano, arrivano alla spicciolata, mentre Rivetti si prende la briga di precedere tutto il gruppo, davanti a Limone, Ferrero e Michelon.

Molto più semplice da seguire la corsa degli altrettanti 49 over 50, tra i quali c’è anche Valentina Natali. Infatti, nel corso della prima tornata nasce la fuga di sei elementi che non lascerà gloria a nessun altro. Il vantaggio del sestetto formato da Bertolino, Bertolini, Gioachin, Alparone, Rovera e Vallerga si aggira sempre sul minuto e, nonostante i tentativi di inseguire più tenacemente, operati da Baietto, Costantini e qualcun altro, la fuga va in porto e, dopo 85 chilometri, percorsi a 39,370 km/h, i sei si trovano a disputare lo sprint che vale la prestigiosa vittoria e la scrittura sull’albo d’oro di questa rinomata classica.

La spunta Alparone su Gioachin e Vallerga, poi Bertolini, Rovera e Bertolino. A 25” irrompe Bosticco solitario, seguito 15” dopo da Ercole e poi ancora, Giletta, Gnoatto (1° sgB), Noli, Grasso Francesco Capellino, Assom, Batilde (1° sgSA), Baietto e Dana. Anche Valentina Natali arriva in gruppo.

Si rientra tutti nel cortile del Mobilificio, anche perché la famiglia Berutti ha preparato un ricchissimo “aperipranzo”, un rinfresco con tranci di pizza, rossa, bianca, crostatine, biscotti e dolcetti vari, oltre a bevande fresche che, con il caldo che fa oggi, sono graditissime. E per chi vuole c’è anche il caffè.

Si passa presto alla premiazione preceduta dalle gentili parole di una signora, consigliere dell’Amministrazione Comunale Albese e da quelle di Giovanni Berutti, che ringrazia tutti i partecipanti per avere ancora una volta dato lustro a una manifestazione semisecolare che costa sacrifici, ma che si vuole assolutamente portare avanti.

Si chiamano poi tutti i premiati per le foto di rito, alcuni dei quali indugiano ancora un po’ prima di andare via, per salutare come si deve gli amici che era tanto che non s’incontravano. Questo è lo spirito primario che ha mosso una cinquantina di anni fa, Giovanni, Pietro e Giuseppe Berutti: realizzare delle competizioni ciclistiche in tutta amicizia con il piacere di gareggiare e poi andare a bere un bicchiere ancora in compagnia.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://goo.gl/photos/GYsXzvKnbm6XpRvw8

 

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

 classifica Alba 28.05.2017

Comments are closed.