Comunicati ufficiali

Campionati Italiani Fondo

Italiano Fondo Cicloturistico

Italian Off Road

Stella Alpina

Brevetti – raid – randonnèe su strada e mtb

Ciclismo Femminile

Coordinamenti regionali

Comitati provinciali

 

novembre: 2017
L M M G V S D
« ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

TORINO: NOVALESA-MONCENISIO 12.08.2017

E’ ANCORA PRANDI IL RE DELLA MONTAGNA

Vince anche la cicloscalata Novalesa – Moncenisio

 

Novalesa (To), 12 agosto 2017 – Probabilmente molti dei lettori di queste sintetiche e stringate righe avranno percorso la strada che porta al valico del Moncenisio, passo storico tra la Francia e l’Italia e molti ancora lo ricorderanno anche per la lunga fuga di Chiappucci, in maglia a pois del Tour del 1992, che passò solitario sul Moncenisio e andò a trionfare al Sestriere. Ma pochi conoscono la strada secondaria che in 6,5 chilometri, supera 632 metri di dislivello e ti porta alla sede comunale di Moncenisio. Una strada bella e insidiosa con tratti di pendenza al 20%, che regala la soddisfazione di avere percorso una salita autentica in un posto quasi da favola.

E’ la Novalesa – Moncenisio, la cicloscalata inserita nel trittico della sfida al campione, dove il campione di turno è Diego Rosa. E’ una gara nata così dagli amici del G.S. Moncenisio, che hanno voluto riprendere il percorso di una cronoscalata che si faceva già parecchi anni fa e che sarà ripetuta il 9 settembre come penultima prova di Campionato Regionale della Montagna.

Ad attivarsi personalmente per la realizzazione della gara ci sono ben tre sindaci di altrettanti paesi della Valle di Susa: quello di Novalesa, quello di Moncenisio e quello di Caprie, gente schietta e altruista, plasmata dalla dura vita tra i monti.

Ma veniamo alla gara. Ben 66 sono coloro che, arrivando da Piemonte, Lombardia, Liguria, Toscana e anche dalla Francia, s’iscrivono alla corsa. Il paese di Novalesa è piccolo ma è carino e accogliente e nonostante la tensione che accompagna sempre ogni gara, l’atmosfera è allegra e festosa. Alle 10,30 di questo sabato d’agosto la comitiva prende il via percorrendo lentamente la stretta strada centrale, rasentando i muri delle case, salutata da abitanti e villeggianti poi, appena fuori del centro abitato, è dato il via effettivo e noi facciamo partire il cronometro.

La dura ascesa impone immediatamente la selezione naturale degli atleti, lasciando in avanscoperta i più preparati. Balzano subito davanti Codebò, Cairoli, Prandi, Testino, Bordone, Raison, Foglia e Fendoni. Tutti quanti devono fare i conti con il ritmo asfissiante che impone alla corsa Codebò. Il forte veterano pisano del Bicistore si mantiene in testa i primi 3 chilometri e con lui rimane solo il compagno di squadra Prandi, già vincitore sabato scorso al Colle delle Finestre. Cairoli avverte il pericolo e si riporta sotto, insieme a Bordone, Testino e Vergnano.

Adesso è Cairoli a scandire il ritmo. Lui conosce bene la salita, avendone vinto la cronoscalata nel 2004. Ma non conosce bene Brandi che gli rimane fisso a ruota mentre tutti gli altri si sfilano. E proprio Stefano Prandi, più vecchio di lui di 3 anni, quando mancano 3 chilometri al traguardo, passa in testa. Cairoli accusa il colpo e dopo un po’ è costretto a cedere, così il veterano2 Stefano Prandi (Bicistore) si presenta solitario al traguardo di Moncenisio, dopo avere percorso i 6400 metri di salita alla media di 15,630 km/h, con il tempo di 24’34” e con una VAM di 1544 m/h (il record di Rosa rimane imbattuto).

Il paese di Moncenisio è piccolo, ma molta è la gente che è qui per villeggiatura, per turismo o semplicemente per vedere i protagonisti della nostra corsa in bici. Così, passato il momento di sorpresa quando è transitato il primo, sono tutti pronti ad applaudire il secondo, Cairoli, che puntualmente arriva dopo soli 26”. Il terzo è il giovane Bordone, a 1’16”, seguito a pochissimo da Testino e Vergnano, mentre a 2’00” arriva il biellese Raison con quasi attaccati il coraggioso Codebò e Giraud. E’ poi la volta di Fendoni, Girotti e Franchino. A 3’15” dal vincitore assistiamo allo sprint tra i due gentleman Acuto e Laurenti, arrivati nell’ordine e separati da un solo secondo. 16° assoluto è il debuttante Gasperin (28’34”). Il primo sgA è Monteleone mentre il primo sgB è Isoardo.

Tra le donne, Martina Fiorentino (31’44”) precede la bentornata Simona Massaro (era stata tanto tempo lontana dalle gare), Federica Ferrari, Francesca Favaro, Ilenia Monno e Rita Davico.

Terminate le operazioni di restituzione numero e recupero tessere ci spostiamo presso l’Ecomuseo Terre al Confine, all’interno della Casa Comune, dove i tre sindaci si preparano a distribuire i premi a tutti i classificati. I saluti ai partecipanti sono d’obbligo e, prima il sindaco di Moncenisio, Bruno Perotto, poi quello di Novalesa, Tullio Faletti e infine quello di Caprie, Paolo Chirio, assolvono egregiamente il loro compito, salutamdo e complimentandosi con i corridori..

Infine sono chiamati tutti i premiati, fotografati e applauditi a dovere.

Lasciamo l’Ecomuseo e la Casa Comune ma torneremo presto, sabato 9 settembre per la penultima prova del Campionato Regionale Montagna e vedremo se qualcuno riuscirà a fare meglio di oggi.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://goo.gl/photos/yxfQoCa7pKBRuAZaA

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

classifica Novalesa Moncenisio 12.08.17

Comments are closed.