Campionati Italiani Fondo

Italiano Fondo Cicloturistico

Italian Off Road

Stella Alpina

Brevetti – raid – randonnèe su strada e mtb

Coordinamenti regionali

Comitati provinciali

 

settembre: 2018
L M M G V S D
« ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Archivio notizie

Il Ciclismo CSAIn “…una storia che continua con rinnovato vigore”

Editoriale di Biagio Nicola Saccoccio apparso su “TempoSport” di settembre

Il ciclismo CSAin nel 2012 inizia il suo nuovo percorso

Con la riproposizione della storica testata “Temposport” – voce ufficiale di CSAIn – si ritiene appropriato fare un tracciato della recente storia del Ciclismo CSAIn, nonché prepararci con rinnovato slancio ed entusiasmo al 2019, anche attraverso un congresso sugli stati generali del ciclismo che in autunno andrà a coinvolgere tutti gli addetti del settore, in un contesto di idee e progetti nell’ottica solidale tra centro e periferia su cui si basa la struttura.
Chi conosce gli avvenimenti del nostro ciclismo sa che CSAIn è dal 2012 che cura direttamente questo settore, riflettendo le indicazioni previste dall’ordinamento sportivo, ponendosi da protagonista assoluto nel panorama nazionale del ciclismo amatoriale/dopolavoristico.
Non è stato facile intraprendere un cammino ex novo ma, pur con umiltà, possiamo parlare di una “Scommessa riuscita”. Partiti da quello che sembrava essere un ristretto numero, grazie anche ad un motivato gruppo dirigenziale sparso sul territorio, il ciclismo di CSAIn è cresciuto sempre di più, divenendo in questi anni un concreto aggregativo in continuo e significativo incremento, sia in associati che in eventi organizzati – il sito di settore www.csainciclismo.it e social network ne danno una ampia testimonianza – la strada percorsa è sicuramente da ritenere positiva, ma siamo consci che ancora molta è la strada da fare. Non nasce per caso il motto: “… una storia che continua con rinnovato vigore”che risalta anche sulla storica testata de “Il Ciclismo Amatori”, già organo ufficiale della precedente aggregazione tra “CSAIn ed Udace”, tornato ad essere portavoce del nostro ciclismo su carta stampata. In questi sette anni le difficoltà non sono mancate ma, con orgoglio, possiamo affermare che la nostra attività sportiva, sociale, aziendale e del tempo libero, in cui ogni associato CSAIn si riconosce, ci ha posti nell”universo del ciclismo come una concreta realtà, anche in un crescente impegno solidale proiettato nel futuro e pronti anche ad accogliere quanti intenderanno aderire alla già significativa famiglia del ciclismo CSAIn.
È tra i principali obiettivi CSAIn soddisfare le aspettative degli associati condividendo gli intenti con gli altri organismi convenzionati nella pluralità dello sport sociale, basandosi sui saldi principi dello sport per tutti, sinonimo di sport confindustriale, impegno sociale e tempo libero dei 64 anni di storia di CSAIn. Quei saldi principi di univocità sui quali noi di CSAIn lavoriamo da sempre e che, riteniamo, vadano affermati anche con una maggiore incisività normativa da parte di tutti gli enti convenzionati. L’auspicio è che la commissione FCI/EPS, di cui CSAIn fa parte, possa produrre, a breve termine, una incisiva regolamentazione tecnica e organi di giustizia unificati.
Una storia quella di CSAIn-Ciclismo che con rinnovato vigore, vuole sempre più connaturarsi in una simbiosi tra tutte le parti in causa, in quelli che sono i valori e le finalità dello sport dilettantistico, dopolavoristico e sociale.
Il congresso sugli stati generali di cui si parlava in apertura, vuole essere il mezzo ideale per mettere a confronto, in un generale un contesto di idee, l’intera struttura del ciclismo CSAin, affrontando non solo le tematiche relative alla nuova stagione sportiva ma, considerare incisivamente i ruoli tecnici di ognuno nel contesto generale dell’Ente, le normative e sue evoluzioni, nonché analizzare gli obiettivi in una sinergia operativa, facendo rete attiva.
Obiettivo principale è quello di proiettare sempre più il nostro fare ciclismo ricreativo al conseguimento dei benefici fisici e sociali. Spirito agonistico certo, ma, integrato in un ciclismo “dosato” secondo le portata e le possibilità di ognuno.
Principio ben visibile e rispettato nella natura multidisciplinare dell’Ente.
Non è difficile, allora, pensare alla pratica sportiva come efficace strumento di corretti stili di vita: nel nostro caso, tramite l’incentivazione dell’uso della bicicletta nella società e nelle aziende oltre che stimolando il cosiddetto turismo sportivo
Tutto questo da raggiungere in un contesto ricreativo anche di carattere internazionale, tramite le organizzazioni cui CSAIn è parte attiva e protagonista.

Comments are closed.