Campionati Italiani Fondo

Italiano Fondo Cicloturistico

Italian Off Road

Stella Alpina

Brevetti – raid – randonnèe su strada e mtb

Coordinamenti regionali

Comitati provinciali

 

novembre: 2018
L M M G V S D
« ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Archivio notizie

CUNEO: RACCONIGI 14.10.18

TAVANO E GRAPPEJA CHIUDONO LA STAGIONE STRADA CUNEO E TORINO

Nell’ultima prova del Criterium d’Autunno

 

Racconigi (Cn), 14 ottobre 2018 – In una domenica tipicamente ottobrina – a differenza del giorno prima a Pancalieri, era una fitta nebbia quella ci accoglieva a Racconigi; nebbia che poi lasciava il posto a un bel sole -, ci ritrovavamo in numero decisamente inferiore alla prova del giorno precedente, ma comunque sufficiente a permettere agli organizzatori di indire le due consuete partenze distinte per fasce di età.

L’avvio della corsa riservata ai più giovani era subito velocissimo: si portavano in avanscoperta dieci corridori sui quali rientrava, quando la fuga aveva ormai preso l’abbrivio, il solo Pacchiardo (Ciadit Cicli Sumin).

Venivano quindi percorsi due giri del circuito ad andatura elevata, ma, sul finire della terza tornata, l’armonia del drappello di fuggitivi terminava, lasciando spazio a scatti e tentativi di allunghi, volti, sostanzialmente, a tagliar fuori colui che era riconosciuto come il più veloce del gruppetto e perciò il più temuto in caso di arrivo in volata.

Strategia questa che determinava l’avvantaggiarsi di un plotoncino di quattro atleti, Tavano (ASD BeBikers), Rosazza (RDR Italia Factory Team), Melis (Brunero Redil Matergia) e Magnaldi (Team De Rosa Santini). Restavano tagliati fuori proprio i fautori dell’atteggiamento poco sportivo applicato, sicuramente contrario allo spirito del ciclismo amatoriale, dove conta soprattutto divertirsi e spingere sui pedali, senza attuare troppe discriminazioni per chi, in quel momento ha qualcosina in più nelle gambe e nel cuore.

I quattro si presentavano quindi all’arrivo per disputarsi la vittoria, vittoria che era conseguita da Tavano su Rosazza, Melis e Magnaldi.

La volata fra i superstiti della fuga iniziale a undici, era di Pacchiardo su Sanetti (ASD Sanetti Sport), Zaninetti (US Vallese), Prot (RDR Italia Factory Team), Debernardi (Team Valli del Rosa), Carlini (Arredamenti Berutti), Davi (Team Bike Pancalieri) – quest’ultimo era stato prossimo, in solitaria, a ricongiungersi ai quattro, ma una foratura lo aveva messo fuorigioco.

A seguire, Nervo (Roero Speed Bike) sprintava e regolava il gruppo.

Diverso l’andamento della seconda partenza: tanti, e senza esito, i tentativi di avvantaggiarsi sul gruppo, poiché molti, come ad esempio la “ASD Fornasari Auto”, avevano tutto l’interesse a portare il proprio velocista allo sprint finale.

La corsa quindi si svolgeva fra continui, ma infruttuosi ed estenuanti rilanci fino a che, ormai prossimi all’arrivo, prendeva origine l’azione che cambiava le sorti della corsa: su impulso di un generoso Guglielmino (Team De Rosa Santini), prontamente seguito da Ercole (Giusta Bike) si creava una frattura di una manciata di preziosi secondi fra i due e il resto del gruppo.

Quando sembrava ormai segnato l’esito della corsa, cioè saldamente in mano ai due avanguardisti, si riportava sul duo di testa, con un’accelerazione imperiosa, il coriaceo Grappeja (Team Bike Pancalieri).

Il terzetto andava quindi a disputare la volata per il primo posto; volata che vedeva prevalere Grappeja su Guglielmino ed Ercole.

A seguire, lo sprint del gruppo, appannaggio del veloce Borgarelli (ASD Fornasari Auto) su Perucca (Team Bike Pancalieri), Ferracin (Vigor Cycling Team), Ferrero (Cavallino Rosso), Bosticco (Ciclo Polonghera), Limone (Cavallino Rosso) e Cavallaro (Idem) a completare l’ordine di arrivo dei primi dieci, alle spalle dei quali, purtroppo, avveniva un contatto che spediva a terra alcuni corridori, fortunatamente senza gravi conseguenze.

Nel comparto femminile la Sensi (Progetto Ciclismo Santena) prevaleva sulla Semeria (UC Sanremo).

Ci si ritrovava quindi al “Bar Mario”, all’interno del quale avveniva la premiazione dei più meritevoli di giornata come pure la consegna delle originali

maglie di coloro che avevano primeggiato nelle quattro prove del “Criterium d’Autunno 2018” mentre per le foto di rito ci si trasferiva innanzi al suggestivo Castello di Racconigi.

I vincitori del Criterium d’Autunno 2018 sono: Lorenzo Barbieri, Walter Pacchiardo, Antonio Mostaccioli, Gabriele Davi, Roberto Cenci, Massimo Bosticco, Guido Ragazzini, Luciano Vierin, Claudio Calvarese e Stefania Cenci, rispettivamente nelle categorie junior, senior 1 e 2, veterani 1 e 2, gentleman 1 e 2, sgA, sgB e donne.

                                                                                                                                 Guido Ragazzini

classifica Racconigi 14.10.18

class Criterium Autunno 2018

Comments are closed.