Coordinamenti CSAIn

Coordinamenti Acsi

 

luglio: 2019
L M M G V S D
« giu    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Archivio notizie

L’imposta regionale sulle attività produttive nelle ASD

di Salvatore Spinella
È tempo, per le ASD, di calcolare, relativamente all’attività svolta nel 2018, l’lRAP da versare i cui termini scadono il primo luglio 2019, oppure entro i successivi 30 giorni pagando una maggiorazione dello 0,40%, ovvero rateizzando a partire dalle predette scadenze. È importante, nel caso di ASD, la cui attività principalmente è istituzionale ma talvolta anche commerciale, determinare correttamente la base imponibile su cui calcolare l’imposta. In relazione all’attività istituzionale l’Irap viene determinata secondo il cosiddetto “metodo retributivo”, mentre in relazione all’attività commerciale si determina applicando il “metodo del bilancio”.
È evidente che per applicare i diversi metodi occorre tenere ben distinte contabilmente le due attività (istituzionale e commerciale), imputando in misura proporzionale alle due attività i costi promiscui ed inoltre, ove, per l’attività commerciale svolta l’associazione opti per l’applicazione del regime forfetario di cui alla legge 398/1991, la base imponibile Irap viene determinata tenendo conto delle regole proprie di tale regime.
Sull’attività istituzionale non commerciale il metodo retributivo prevede che la base imponibile è determinata dalla somma delle retribuzioni spettanti al personale dipendente, dei redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, e dei compensi erogati per collaborazione coordinata e continuativa, nonché per attività di lavoro autonomo non esercitate abitualmente.
Restano escluse dalla base imponibile IRAP e quindi non vanno sommate le indennità e i rimborsi di cui all’articolo 67, comma 1, lettera m), Tuir.
Con riferimento ai compensi per rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, l’importo da sommare per la determinazione della base imponibile è dato esclusivamente dai compensi effettivamente corrisposti dal committente al collaboratore al netto dei contributi posti a carico del committente.
Sulla base di quanto detto, se una ASD ha corrisposto nel corso del periodo d’imposta 2018 euro 10.000 per collaborazioni coordinate e continuative, euro 4.000 per compensi di lavoro autonomo occasionale ed euro 40.000 per indennità ad istruttori ai sensi dell’articolo 67, comma 1, lettera m), Tuir, la base imponibile IRAP sarà pari ad euro 14.000. In caso di presenza di attività commerciale, oltre a determinare la base imponibile sull’attività istituzionale occorre determinare anche la base imponibile sull’attività commerciale.
Per far ciò occorre preliminarmente capire se l’ASD ha optato per la legge 398/91 ovvero ha applicato nell’anno il regime ordinario.
Nel caso in cui ha applicato il regime ordinario, per determinare la base imponibile IRAP, dal totale dei ricavi e proventi commerciali occorrerà sottrarre tutti i costi imputati all’attività commerciale (compresi i costi promiscui imputati proporzionalmente) deducibili (costi per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci, costi per servizi, costi per godimento di beni di terzi, ammortamento delle immobilizzazioni immateriali, ammortamento delle immobilizzazioni materiali, oneri diversi di gestione).
Se l’ASD ha optato per il regime forfettario previsto dalla legge 398/91 la base imponibile IRAP sarà pari al 3% dell’importo dei ricavi e proventi commerciali aumentato delle retribuzioni sostenute per il personale dipendente, dei compensi spettanti ai collaboratori coordinati e continuativi, dei compensi per prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente e degli interessi passivi.
Una ASD, a titolo di esempio, che ha registrato ricavi commerciali per euro 100.000 ed ha registrato tra i costi interessi passivi per 1.000 euro, per lavoro dipendente euro 30.000, se ha optato per l’applicazione del regime forfetario di cui alla L. 398/1991 determina la base imponibile Irap come segue: 3.000 (100.000 x 3%) + 1.000 + 30.000 = 34.000.


LE SCADENZE FISCALI E PREVIDENZIALI DA NON DIMENTICARE

1 LUGLIO
• Tutti i contribuenti sia titolari di partita IVA che non titolari di partita IVA sono tenuti ad effettuare i versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi annuale che scelgono di versare le imposte dovute (saldo per l’anno 2018 e prima rata di acconto per il 2019) in unica soluzione ovvero la prima rata mensile se scelgono di rateizzare.
• Trasmissione UNIEMENS flussi contributivi e retributivi unificati all’INPS relativamente ai dati del mese precedente dei lavoratori dipendenti.
• Presentazione del MODELLO INTRA 12 per gli acquisti di beni e servizi effettuati dalle Associazioni sportive dilettantistiche non soggetti passivi d’imposta che abbiano effettuato acquisti intracomunitari di beni nel mese di aprile oltre il limite di 10.000 euro e abbiano optato per l’applicazione dell’imposta in Italia su tali acquisti.
• Liquidazione e versamento IVA relativo ad acquisti intracomunitari registrati nel mese precedente da parte delle A.S.D. nell’esercizio di attività istituzionale.
15 LUGLIO
• Registrazione dei corrispettivi, relativi al mese precedente, conseguiti nell’esercizio di attività commerciale da parte delle Associazioni sportive dilettantistiche, senza scopo di lucro e pro loco che hanno effettuato l’opzione per il regime fiscale agevolato dici all’art. 1 della L. n. 398/1991.
16 LUGLIO
• Versamento a mezzo F24 da parte di ASD ed SSD e Coop SD delle ritenute alla fonte sui compensi, rimborsi forfettari, indennità ecc. a istruttori, dirigenti e tecnici sportivi erogati ai sensi dell’art. 67 c. 1 l. m T.U.I.R., delle ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, delle ritenute alla fonte su redditi di lavoro autonomo, corrisposti nel mese precedente.
• Liquidazione e versamento dell’ Iva mensile da parte di ASD ed SSD e Coop SD che sono in regime ordinario, non avendo optato per il regime di cui alla L. n. 398/91.
• Versamento dell’imposta sugli intrattenimenti.
• Versamento contributi lavoro dipendente.
26 LUGLIO
• Presentazione elenchi INTRA mensili relativi agli acquisti intracomunitari di beni e alle prestazioni di servizi ricevute (Modello INTRA 2-bis, INTRA 2-quater) effettuati nel mese precedente.
31 LUGLIO
• Tutti i contribuenti sia titolari di partita IVA che non titolari di partita IVA sono tenuti ad effettuare i versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi annuale che scelgono di versare le imposte dovute (saldo per l’anno 2018 e prima rata di acconto per il 2019): in unica soluzione con maggiorazione dello 0,40% ovvero la prima o la seconda rata mensile se hanno scelto di rateizzare.
• Presentazione del MODELLO INTRA 12- dichiarazione mensile degli acquisti di beni e servizi effettuati dalle Associazioni sportive dilettantistiche non soggetti passivi d’imposta che abbiano effettuato acquisti intracomunitari di beni nel mese di marzo oltre il limite di 10.000 euro e abbiano optato per l’applicazione dell’imposta in Italia su tali acquisti.
• Trasmissione UNIEMENS flussi contributivi e retributivi unificati all’INPS relativamente ai dati del mese precedente dei lavoratori dipendenti.
• Liquidazione e versamento IVA relativo ad acquisti intracomunitari registrati nel mese precedente da parte delle A.S.D. nell’esercizio di attività istituzionale.
20 AGOSTO
• Registrazione dei corrispettivi, relativi al mese precedente, conseguiti nell’esercizio di attività commerciale da parte delle Associazioni sportive dilettantistiche, senza scopo di lucro e pro loco che hanno effettuato l’opzione per il regime fiscale agevolato di cui all’art. 1 della L. n. 398/1991.
• Versamento delle ritenute alla fonte sui compensi, rimborsi forfettari, indennità ecc. a istruttori, dirigenti e tecnici sportivi erogati ai sensi dell’art. 67 c. 1 l. m T.U.I.R.,delle ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, delle ritenute alla fonte su redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente.
• Liquidazione e versamento dell’ Iva mensile da parte di ASD ed SSD e Coop SD che sono in regime ordinario.
• Versamento dell’imposta sugli intrattenimenti.
• Versamento contributi lavoro dipendente.
25 AGOSTO
• Presentazione elenchi INTRA mensili relativi agli acquisti intracomunitari di beni e alle prestazioni di servizi ricevute (Modello INTRA 2-bis, INTRA 2-quater) effettuati nel mese precedente.
31 AGOSTO
• Trasmissione UNIEMENS flussi contributivi e retributivi unificati all’INPS relativamente ai dati del mese precedente dei lavoratori dipendenti.
• Presentazione del MODELLO INTRA 12 per gli acquisti di beni e servizi effettuati dalle Associazioni sportive dilettantistiche non soggetti passivi d’imposta che abbiano effettuato acquisti intracomunitari di beni nel mese di aprile oltre il limite di 10.000 euro e abbiano optato per l’applicazione dell’imposta in Italia su tali acquisti.
• Liquidazione e versamento IVA relativo ad acquisti intracomunitari registrati nel mese precedente da parte delle A.S.D. nell’esercizio di attività istituzionale.

Comments are closed.