Coordinamenti CSAIn

Coordinamenti Acsi

 

settembre: 2019
L M M G V S D
« ago    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Archivio notizie

Un successo sempre crescente per il Giro Internazionale del Friuli Venezia Giulia

I vincitori delle maglie con Nevio Cipriani e Claudio Chiappucci

Tricesimo (UD) – Quest’anno patron Nevio Cipriani ha disegnato un tracciato affascinante che si snodava principalmente nella provincia di Udine per arrivare a Monfalcone, la città delle navi, dopo aver lambito il sacrario militare di Redipuglia, monumentale cimitero militare, che contiene le spoglie di oltre 100.000 soldati italiani caduti durante la prima guerra mondiale. La prima tappa ha invece portato i partecipanti a scoprire Sappada, località immersa nella natura incontaminata, che permette di ascoltare il silenzio delle montagne, di respirare la purezza dell’aria, di ammirare la bellezza della natura autentica che la circonda, di entrare in sintonia con il respiro della montagna che evidenzia le ferite della strage di abeti che nello scorso novembre ha colpito la Carnia.

Il podio assoluto

Per poi vivere le tradizioni, usi e costumi di Tricesimo, Tavagnacco, da dove come ormai tradizione il Giro ha preso il via dinanzi al Centro Commerciale Friuli, Trivignano Udinese, Clauiano, centro di impronta romana straordinariamente conservato, per concludersi poi nel centro del dinamico comune di Talmassons.
Al termine dei tre intensi giorni di gara Nevio Cipriani ha tracciato un bilancio di questa 46ª edizione del Giro: “È la storia di un successo annunciato mi verrebbe da dire. Devo ringraziare i 120 corridori che hanno dato vita alla gara, le società provenienti da diverse regioni d’Italia e dalla vicina Slovenia. Ma è agli amministratori dei Comuni che devo il mio principale ringraziamento per il loro contributo e sostegno, senza il quale non sarebbe possibile organizzare il Giro del Friuli Amatori a cui si aggiunge l’ente di promozione sportiva CSAIn. Archiviata questa edizione stiamo già lavorando a quella del 2020 a breve potrebbero esserci importanti novità”.

Premiazione per Erika Jesenko

120 corridori hanno preso il via dal Centro Commerciale Friuli per raggiungere Tricesimo da cui ha preso il via ufficialmente la frazione inaugurale. Tra loro anche l’ex professionista Claudio Chiappucci che sul traguardo di Sappada conquistò una tappa del Giro del Friuli Venezia Giulia dilettanti 1984 poi vinto dal Diablo. Ma a Sappada si è consumato anche l’episodio del tradimento di Roche a Visentini che Chiappucci ha vissuto in prima persona militando in squadra con loro.
Gli ultimi chilometri della salita che conduce a Sappada sono impegnativi e già dai primi chilometri sono soprattutto i passisti a lavorare per promuovere la fuga che permetta loro di precedere gli scalatori, coloro che hanno nelle gambe la potenza e le potenzialità per fare la differenza.
La fuga che ha impresso la svolta alla gara è promossa da Vilella e Costa che allungano lungo l’ascesa di Sella Cesclans. Vilella transita in solitudine al GPM e viene poi raggiunto dallo sloveno Hren (Kolesarko Drustvo LPP), Toffoletti (Team Granzon), Monai (Spezzotto Bike Team). A sedici chilometri da traguardo di Sappada è ancora una volta Vilella ad allungare, alla sua ruota si porta Hren e i due riescono a fare il vuoto. Lungo il primo tratto della salita finale, Vilella riesce a mantenere il ritmo di Hren, che a cinque chilometri dal traguardo, nel tratto più impegnativo, riesce a scrollarsi dalla ruota il compagno di fuga e involarsi verso il prestigioso successo.

La premiazione di società

Da sottolineare la splendida azione di Alessandro Bianchin (Spezzotto Bike Team) che prima raggiunge Vilella, poi si lancia all’inseguimento del battistrada cogliendo il secondo posto che gli permetterà di vestire la maglia ciclamino della classifica a punti, in quanto Hren veste già la maglia rosa. Erika Jesenco (Somec MG.K Vis LGL) chiude al ventesimo posto ed è prima tra le donne.
Alessandro Bianchin (Spezzotto Bike Team), che indossava la maglia ciclamino e prima del via aveva un ritardo di soli 48″ in classifica generale dal leader, ha attaccato a metà gara insieme ad altri quattro corridori per strappare la maglia rosa di leader ad Ales Hren (Kolesarco Drustvo LPP). Negli ultimi chilometri di gara, quest’ultimo si è portato in testa al gruppo a scandire il ritmo dell’inseguimento, ma nonostante lo sforzo compiuto Bianchin riesce a conquistare la maglia rosa per soli 7″.
Matej Kravos (Eppinger Team) vince la seconda semitappa di questa seconda tappa del Giro Ciclistico Internazionale del Friuli Venezia Giulia precedendo di soli 9″ Andrea Tarlao e di 15″ il vincitore della scorsa edizione del Giro.
Nella lotta per il successo finale al Giro, lo sloveno Hern chiude al nono posto con 55″ di ritardo dal vincitore della semitappa, mentre Bianchin si piazza dodicesimo con un ritardo di 1’03”. Visto che Bianchin, prima del via della crono vantava sette secondi su Hern, al termine della prova contro il tempo si vede strappare la maglia dallo sloveno per un solo secondo.
Al termine della terza tappa è lo sloveno Ales Hren (Kolesarsko) il vincitore della 46ª edizione del Giro Ciclistico del Friuli Venezia Giulia Amatori. Ha preceduto di due secondi Alessandro Bianchin (Spezzotto Bike Team). Quest’ultimo vittima di una caduta a Rivigliano è riuscito a rialzarsi subito e tornare in gruppo scortato da due compagni di squadra. Una gara molto veloce controllata sin dalle battute iniziali dai corridori sloveni. Vince la tappa Maurizio Gava (Team Friuli Sanvitese) che si impone in volata su Federico Vilella (System Cars) e Roberto Fabris (CTF).
Classifica generale finale: 1 Hren Ales (Kolesarco); 2 Bianchin Alessandro (Spezzotto Bike Team) a 2″; 3 Tarlao Andrea (Team Levante) a 1’16”; 4 Motalli Fabio (LNC Jollywear) a 1’36”; 5 Lovse Matej (GC Friuli) 1’57”; 6 Vilella Federico (System Cars) a 1’58”; 7 Kravos Matej (Eppinger Team) a 2’35”; 8 Chiminiello Andrea (Spezzotto Bike Team) a 3’02”; 9 Costa Federico (Iperlando) a 3’02”; 10 Oter Quintana Alberto (GD Orq) a 3’38”.
Le maglie: maglia rosa leader della classifica generale Hern Ales (Kolesarsko), maglia ciclamino leader della classifica a punti Vilella Federico, maglia verde leader classifica GPM Tarlao Andrea (Team Levante), maglia bianca miglior friulano Bianchin Alessandro (Spezzotto Bike Team),
Vincitori di categoria: donne Jesenko Erika (Somec MG.K Vis LGl), gentleman Bedon Davide (Cicli Stefanelli), veterani Hren Ales (Kolesarsko Drustvo), senior Bianchin Alessandro (Spezzotto Bike Team), junior Motalli Fabio (Team LNC Jollywear).
Classifica GPM: veterani Hren Ales (Kolesarsko Drustvo), senior Tarlao Andrea (Team Levante), junior Motalli Fabio (Team LNC Jollywear).
Classifica a punti: gentleman Bedon Davide (Cicli Stefanelli), veterani Fabris Alberto (CTF), senior Vilella Federico, junior Motalli Fabio (Team LNC Jollywear).

Comments are closed.