Coordinamenti CSAIn

Coordinamenti Acsi

 

ottobre: 2019
L M M G V S D
« set    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Archivio notizie

Piemonte: A Cavaglià premiati i campioni del Master MB e della Coppa Csain Piemonte XC

Si è svolta venerdì 4 ottobre a Cavaglià presso il salone polifunzionale la cerimonia di premiazione del Master MB e della Coppa Piemonte Csain Mtb.

Fin dal primo pomeriggio l’operosa compagnia di Carmine Catizzone, Gianni Riconda e Carlos Nicolello è attiva per approntare la scenografia adatta all’occasione, dal gonfiabile posto in bella vista davanti all’ingresso, come per richiamare gli ospiti accogliendoli in un’atmosfera familiare al loro arrivo, fino al palco della premiazione dove uno schermo propone le immagini più rappresentative della stagione affiancato dal podio posto davanti al pannello firmato Marcello Bergamo. Bandiere e decorazioni con il logo Csain abbelliscono la sala, dove le sedie poste in buon ordine iniziano a essere occupate dagli intervenuti che restano a bocca aperta dalla ricchezza della premiazione che fa bella mostra di sé ai piedi e sopra il palco.

E’ la serata di chiusura dei due circuiti di ciclismo fuoristrada più seguiti del nord Italia, che hanno condotto gli amanti della mountain bike di gara in gara attraverso tutta la stagione ciclistica tra percorsi divertenti e sfide appassionanti.

Il primo, il Master Marcello Bergamo, creatura e passione di Carmine Catizzone: 19 gare di cui la relazione che riportiamo di seguito ci parlerà in dettaglio, seguite da ciclisti provenienti da Piemonte e Lombardia sempre coccolati dai servizi fotografici e degli articoli scaturiti dall’anima del coordinatore del circuito e pubblicati sempre in tempi da record.

E poi la Coppa Csain Piemonte XC, il circuito creato e gestito dal grande Gianni Riconda,  con 14 prove aventi per baricentro le province di Torino, Biella e Vercelli, altri i protagonisti ma altrettanto appassionanti le sfide sui pedali che fino all’ultima prova ci hanno lasciati con il fiato sospeso in attesa di sapere chi fosse il vincitore.

La sala è ormai gremita, la musica diffusa avvolge la sala ed è tempo di dare il via alle danze: presentati i mattatori della serata interviene in diretta telefonica il Responsabile Nazionale Csain Ciclismo Biagio Saccoccio, che con un breve e sentito discorso ringrazia tutti i presenti ed i tecnici per l’attività svolta, e aggiorna l’uditorio sulle novità relative alle convenzioni e alle normative.

Vengono quindi chiamati sul palco la Coadiutrice Nazionale Csain Ciclismo Elisa Zoggia ed il Presidente Provinciale del Verbano Cusio Ossola Luca Buarotti, che con poche battute si uniscono ai ringraziamenti e danno il benvenuto alla platea, dando così inizio alla premiazione.

I vincitori dei due circuiti sfilano e vengono vestiti delle maglie di leader di categoria, posando insieme mentre i fotografi scattano raffiche di immagini per immortalare il momento.

Si parte con la premiazione della Coppa Piemonte, abilmente gestita da Gianni Riconda, che categoria dopo categoria chiama i premiati e consegna loro i cesti colmi di prodotti locali e con ognuno scambia qualche battuta.

La classifica a squadre della Coppa Piemonte ha visto primeggiare il Pedale Leynicese su Bikers Team e Cusatibike Racing Team. I vincitori della Coppa Piemonte sono: Simone Amadio (Ped. Leynicese), Danilo Allamanno (Fulvia Pagliughi), Marta Giaccaglia (Bikers Team), Maria Elena Belfiore (Bikers Team), Lorenzo Barilati (Ped. Leynicese), Fabrizio Crisafi (Bikers Team), Giuseppe Fisichella (Cusatibike), Luca Cuffia (Ped. Leynicese), Cristiano Borgo (Ped. Leynicese), Massimo Salone (Team Pedale Pazzo), Valter Casalegno (Bikers Team), Claudio Stocco (Bikers Team) e Augusto Bosio (Bikers Team).

Dopo la relazione di Carmine Catizzone sul circuito del Master si procede con la ricca premiazione: targhe, cesti, fiori e borse di prodotti vengono via via consegnati mentre il podio si completa categoria dopo categoria, mentre sullo schermo scorre il video montato con le immagini più belle della stagione.

I vincitori del Master sono: Luca Mazzuero (Mtb Omegna), Alessandro Tonati (Bilake Miasino), Simone Ballini (Agrate Conturbia), Graziano Zanolla (Lessona Bike Team), Antonio Longo (Il Ciclista), Antonio Mazzuero (Mtb Omegna), Domenico Agostinone (HR Team), Carmelo Cerruto (HR Team), Flavio Severico (Lessona Bike Team), Claudio Biella (Velo Club Valsesia), Aldo Allegranza (Auzate MRG), Sofia Mazzuero (Mtb Omegna) e Rosella Bazzarello (Team Media Bike).

La classifica a squadre viene invece vinta dal Bikers Team davanti al Lessona Bike Team e l’Auzate MRG.

Al termine della cerimonia un tavola imbandita con teglie di pizza rossa e bianca, ottimo prosecco, dolci e bibite corona la serata fornendo l’occasione per i saluti di fine stagione.

Ma per i due mattatori del fuoristrada non esiste riposo: li ritroveremo infatti tra due giorni, domenica 6 ottobre, a dare il via alla nuova entusiasmante stagione di ciclocross.

E con la mountain bike rinnoviamo l’appuntamento al 2020.

RELAZIONE MB BERGAMO 2019

Spesso la nostra strada viene attraversata da personaggi che nel bene e nel male sono destinati a rimanere nei nostri cuori. Molti di questi personaggi non si notano perché non lanciano proclami o semplicemente perché sono abituati a operare nell’ombra , in silenzio, e ci aiutano a profumare di passione e condivisione questo nostro mondo amatoriale che pur tra mille difficoltà, ha trovato la sua strada , pardon , un’autostrada chiamata Csain Ciclismo. Fra questi personaggi abbiamo imparato a conoscere Marcello Bergamo che da cinque anni ci sponsorizza. Altro personaggio a noi molto caro è Biagio Saccoccio, Responsabile Nazionale Csain  Ciclismo che vediamo poco ma vi assicuro per esperienza diretta che è onnipresente, si interessa di noi, si informa, ci consiglia e ci sprona nelle nostre iniziative sportive. Stesso identico discorso per la Coadiutrice  Nazionale Elisa Zoggia , che ci cammina a fianco,  esprime pareri e suggerimenti preziosi per tutti noi addetti ai lavori e ci indica la strada maestra da perseguire, esattamente come Luca Buarotti, responsabile provinciale VCO, ed è grazie a loro se possiamo affermare che abbiamo vissuto una stagione intensa con entusiasmo e semplicità e ci dispiace che sia già finita ma una cosa abbiamo capito: uniti serviamo, con le nostre competenze, con le nostre capacità pedalando verso obbiettivi comuni scrivendo ancora pagine belle di sport  nel  presente preparando il futuro… un futuro sempre più legato alla partecipazione attiva e responsabile dei nostri numerosi amatori Csain  che tante soddisfazioni ci stanno regalando, vi passo dei numeri: 19 gare del nostro Master Mb Bergamo MTB Cup, 616 iscritti a questo Master, 2238 i partecipanti per una media a gara di ben 118 amatori. Scusate se è poco! E’ cambiato infatti il clima nel nostro nuovo condominio Csain e questo ci permette di spaziare su  nuovi orizzonti con rinnovato entusiasmo perché se è vero che molti  attori protagonisti del palazzo sono gli stessi,  vedi Riconda, Carlos Nicolello , Renato Poletti e chi vi parla, è anche vero che nei  nostri occhi e nei vostri c’è una luce diversa, colma di entusiasmo e voglia di fare.  Oggi possiamo affermare che dopo un anno tribolato di assestamento, cambiar posto al mobilio è stato giusto e necessario! Serviva proprio questo vento di cambiamento che spirasse fra le nostre ruote, tra le nostre maglie, tra i nostri pensieri e con questo maestrale si sono chiuse inesorabilmente alcune porte  ma si si sono spalancate i portoni delle  nostre aspirazioni che sono quelle di vivere il nostro sport in modo sano, condiviso e solidale e divertirci in santa pace, dai Primavera ai Super “B” e  tutti ci sentono coinvolti e non ci importa sapere in che paese o provincia  si va a correre , quello che ci importa è sapere che ci siano regole chiare,semplici, condivise e percorsi ben curati  che ci  consentano  di tornare bambini, e se qualcuno ridendo di noi ci chiede ma chi ve lo fa fare, bhe, non è un problema nostro, è un problema suo e … non sa cosa si perde.”

Carmine Catizzone

Comments are closed.