Coordinamenti CSAIn

Coordinamenti Acsi

 

novembre: 2020
L M M G V S D
« ott    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Archivio notizie

PIEMONTE: VIALFRE’ 18.10.2020 CRONACA

SUPERPRESTIGE CX A SPRON BATTUTO

Nella 2ª prova in evidenza Veronese, Gotta e le signore Rocca e Bazzarello

Nello scenario incantato dell’Area Naturalistica “Pianezze”

Vialfrè, 18 ottobre 2020. Il parco naturalistico delle “Pianezze” ha fatto da incantevole scenario alla 2ª prova del Superprestige cx 2020/21 sul percorso tracciato dall’affiatato gruppo del Cusati Bike Racing Team, che io chiamerò più semplicemente Cusati.

Il Superprestige cx, una challenge che si snoda in 14 prove tra le province di Torino, Asti e Cuneo, era iniziato domenica scorsa, 11 ottobre, nell’altrettanto suggestivo parco Cavour di Santena con la partecipazione di ben 107 concorrenti.

Le limitazioni imposte dall’emergenza Covid, grazie anche ai “suggerimenti” delle amministrazioni locali, non hanno impedito alle ASD organizzatrici di svolgere le gare nella massima sicurezza, osservando le regole precauzionali preventive al contagio imposte dalle norme vigenti.

A Santena ci siamo trovati in una splendida e soleggiata giornata autunnale dove il valdostano Cottin ha avuto la meglio su Sedici, nella partenza degli over 50 e donne, mentre nell’altra partenza a primeggiare era stato Veronese che, dopo un bel duello, durato tutta la gara, era riuscito a liberarsi della “scomoda” presenza di Bugnone. Nelle donne, ben otto alla partenza, Ernestina Borgarello aveva iniziato a “segnare il territorio” per le prossime prove.

A Vialfrè il tempo invece è un po’ incerto e qualche goccia di pioggia fa temere in una brutta giornata. Poi invece la pioggia smette e si può correre senza quasi sporcare la bici.

In queste prove parliamo sempre di due partenze ma in realtà le partenze sono per categoria, scaglionate da un breve lasso di tempo e divise per fasce d’età. I corridori si presentano sulla linea di partenza con la mascherina che tolgono solo al momento del via. Questa precauzione è fondamentale per la realizzazione di ogni manifestazione che ci riguarda.

I concorrenti sono 87 ma noi, per semplicità di cronaca citiamo solo alcuni dei protagonisti delle gare ma i lettori possono trovare facilmente i vincitori di ogni categoria.

Partono prima gli over 50 con i gentleman 1 in testa ma quando tocca ai G2, il capoclassifica di categoria, Mauro Sedici, fa in tempo a fare 50 metri che gli si rompe la catena. Sostituisce la bici e riparte cercando di recuperare il tempo perso.

Il vero protagonista della gara è il G1 cuneese Domenico Gotta, che “vola” su un percorso che alla fine farà registrare ben 350 metri di dislivello. Alle sue spalle, Garelli, Crivellari, Piana, Regazzi e Berardi fanno del loro meglio ma Gotta è imprendibile e meritevole vincitore. Mentre tra i G2 la sfortuna si accanisce ancora con Sedici, cui scoppia una gomma, a primeggiare è Rinaldo Viglione che arriva poco prima dell’sgA Angelo Maruca. Tra gli sgB è il divertito Fedrigo che lascia indietro Elia e Berti. Tra le donne la fa da padrone l’accoppiata pavese Ilari Rocca e Rossella Bazzarello del Team Media Bike, davanti alla “nostrana” Simona Massaro.

La partenza dei più giovani, con i debuttanti in testa (ma non per molto) è caratterizzata dal “solito” duello tra Andrea Bugnone e Simone Veronese, anche stavolta risoltosi a favore di quest’ultimo, con il senior 2 Crivello che arriva ben distanziato, mentre i vincitori delle altre categorie sono Andrea Morena, Raffaele Pion, Walter Allochis e Daniele Testa.

La gara, in ottemperanza alle precauzioni per rischio di contagio, è senza premiazione finale ma tutti i concorrenti possono allontanarsi senza avere le mani vuote perché possono portarsi a casa il pacco gara offerto dagli organizzatori.

Da parte nostra che dire? In un momento così difficile per tutto il mondo, inteso come pianeta, siamo riusciti ad assistere senza correre alcun rischio di contagio, a una bella mattinata di sport in un parco per noi fino ad oggi sconosciuto nel quale ci piacerebbe portare a passeggiare le persone più care.

E adesso tutti a casa a vedere la tappa del Giro con l’arrivo in salita a Piancavallo.

Valerio Zuliani

Classifica CAT 1 Partenza

class. cat 2Partenza

camp superprestige ciclocross acsi 2020-21(1)

Comments are closed.